lunedì 19 maggio 2008


Dopo la formazione del governo Berlusconi vediamo come i deputati Sardi sono stati esclusi da incarichi di governo generando nei sardi italianisti frustrazione, gli servirà per darsi una sveglia; noi non pensiamo che ciò sia negativo, perchè in questo agire vediamo aprire il preludio di ciò che più ambiamo, ovvero, un Vero Governo della nostra Nazione Sarda indipendente, ed anche molto di più.

Finalmente si pongono le prerogative per impostare un Governo Federale della Nazione Sarda, con i seggi che gli competono sia in Europa che all'ONU , siamo convinti che la strada della completa separazione da Roma è la strada maestra per un maggiore benessere e per evidenziare la potenzialità della nostra capitale Cagliari, o meglio dire nella forma originale: Karalis, la vediamo come la futura Capitale d'Europa e del Mediterraneo.
Noi crediamo che nel futuro molto prossimo si porrà la prospettiva per un nuovo allargamento della federazione Europea, dopo l'est, è pronta per far aderire il nord africa, prospettando la formazione della Federazione Euromed.

Siamo convinti per ovvi motivi politici e religiosi, che Roma non può esserne la capitale, ma la sede più consona e adeguata, a superare le varie problematiche politico-religiose, sia l'antica Atlantide e moderna Capitale Shardana Euromed: Karalis;

Perchè la città risponde ai criteri riconosciuti indispensabili ai requisiti posti dalla classe politica e popolare della middle e nord Europa: la sua centralità in euromed, la sua flessibilità in quanto centro medio piccolo e non megalopoli, una terra con una bassa densita abitativa, raggiungibile facilmente da tutti i luoghi del continente, un clima, il mediterraneo con i suoi profumi diffusi nell'aria che ti aprono la mente e l'anima, la tranquillità che infonde la sua gente è eccellente e favorisce i trattati tra i popoli e la pace tra loro.

Infatti, qui si raggiungerà la pace tra Israele e la Palestina, che tra l'altro sono entrambi fratelli nostri e dei nostri antichi padri Nuragici Shardana.

Abbiamo tutte le intelligenze necessarie per proporre e sostenere questa idea forza . A molti farà sorridere questa idea, ma si ricrederanno felicemente, e anzichè sorridere se fossi in voi comincerei subito a parlarne con i nostri fratelli: Toscani,Tedeschi, Greci, Svedesi, Danesi, Scozzesi, Gallesi, Irlandesi, Tirolesi, Valdostani, Estoni, Lituani, Lettoni, Algerini, Palestinesi,Israeliani, Libanesi, Siculi,Padani,Inglesi, Bretoni, Corsi, Baski, Catalani, Portoghesi,Libici, Tunisini, Francesi, Spagnoli, Ungheresi, Cechia, Sloveni, Egiziani, Polacchi, Turchi, Italiani.

Eppoi vedrete che tutti questi popoli amano la nostra terra e la sua gente e saranno felici di avere la loro rappresentanza in una così bella e meravigliosa terra!
Reazioni:

0 commenti:

Subscribe to RSS Feed Follow me on Twitter!