sabato 14 giugno 2008


La bella città e splendida città bianca: Cagliari, sembra che sia diventata una delle metropoli più pericolose del pianeta a detta del ministro italiano La Russa e dal padano Maroni, infatti presi dalla frenesia di soddisfare i propri elettori, che come si sa sono pieni di paure di quelle create ad arte dai loro media, si sono sognati d'essere in piena guerra civile, con chi non si sa, ma si può intuire: lo sono con tutti i movimenti sociali che si oppongono alle nefandezze moderniste, non puoi più dire ne manifestare la tua contrarietà se ti vogliono impestare l'aria di fumi di acciaierie o con una massa imponente di immondezza, oppure a scelta scorie radio o polveri sottili cancerose; A loro (i ministri italiani) non va che le persone dotate di coscienza civica si oppongano al loro volere impositivo su megastrutture di discariche nocive alla salute pubblica, non vogliono che ti opponi all'avanzare della loro modernità,che, tutto trita ed omologa al loro modo di vedere la realtà, ed allora che fanno? Fanno intervenire niente popodimeno che l'Esercito italiano! Manco fossero in Afganistan o in qualche altro luogo gia martoriato dai loro interventi "umanitari".
Cagliari e Sassari non sono luoghi pieni di deliquenti o di terroristi in agguato ad ogni angolo oscuro che si trova in città, ma al contrario sono due città belle tranquille, fonte di ristoro per i suoi cittadini, con innumerevoli iniziative sociali, con tanti giovani sorridenti e spensierati, non certo la visione dei due ministri italiani.
Basta con questi visionari dell'ordine militare, fuori i militari italiani dalla nostra terra!
Ma dove credono di essere nel sud america degli anni settanta, nelle famose repubbliche delle banane, dove l'esercito anzichè il diritto imperava sovrano?
Ricordino codesti cattivi maestri nonchè cattivi elementi radioattivi che per ora siamo in una democrazia parlamentare , e se avessero idea di fare un golpe , non si preocupino che troveranno davanti a se il popolo indipendentista e sovrano davanti pronti ad opporsi alla loro violenza con le armi dello spirito dei nostri antenati!
Non abbiamo bisogno di altri militari nella nostra terra benedetta da YAHW!
Buttiamo a mare i politici sardi corrotti dalle nebbie militariste italiane!
LAMPUS DU PIGHIDI E FOGU DU SU ABRUXIDI!
S'INDIPENDENTZIA EST SA CURA GIUSTA CUNTRA CUSTUS ALUCINAUS MILITARISTAS
CONTRIBUTO DI: SARDUS ABAY YAHW LIBERTADI INDIPENDENTZIA SAYLI
pro cuntatos e-litera sayli@tiscali.it
Reazioni:

0 commenti:

Subscribe to RSS Feed Follow me on Twitter!