mercoledì 11 giugno 2008


La prossima estate del 2009 a La Maddalena si svolgerà il G8, i preparativi per l'evento significano miglia di tonnellate di cemento, una colata che non si era mai vista, se si esclude l'ex base per sommergibili atomici americana; certo se tutto va bene ci sarà una località in più per i Vip con i loro superlussuosi yacth, ma niente si fa per appurare se la radioattività, lasciataci in eredità dagli americani, ha valori pericolosi per la salute dei cittadini Maddalenini e Galluresi .IL governo italiano esprime che la sua massima preoccupazione espressa per bocca dal governo sardo è: «Abbiamo onorato un debito con La Maddalena. La Sardegna ha avanzato questa candidatura avendo molte buone ragioni», ha commentato il subalterno presidente della Regione Renato Soru dopo l'annuncio ufficiale della sede per l'incontro annuale dei Grandi del pianeta. [...].
Noi pensiamo che i debiti che lo stato italiano ha con la nostra nazione non si colma con un evento che tra l'altro contestiamo e non vogliamo, le cose che deve fare lo stato italiano per onorare la nostra terra è: andarsene e lasciare che ci autogoverniamo dandoci la forma di stato che più ci aggrada e piace, ecco cosa potete fare levatevi di torno e lasciateci in Pace!

Per non far passare in sordina l'evento che si è tenuto la scorsa settimana al Festark a Cagliari presso l'ex manifattura tabacchi , durante l'intervista del Presidente Soru diretta da RAI UNO, si sono levati dentro il salone tanti cartelli con scritto: NO G8, la battuta infausta del presidente "servo" è che non sarà un g8 ma un g9... complimentandosi per la pacifica manifestazione, sic; forse Soru non ha ancora capito che non di opportunità si tratta per la nostra terra, ma del solito tampone che non risolverà i problemi endemici dei disoccupati sardi ma anzi aggraverà la situazione ambientale vista la massa imponente di cemento che si riverserà sulla cittadina di Maddalena; ribadiamo il nostro NO tutto tondo al G8 alla Maddalena !

Il futuro che ci riservano non è roseo, prepariamo già da ora le iniziative per quello che è definito l'evento dell'anno 2009, prepariamoci ad accoglierli come si deve:

A FORAS SOS ALENUS DE SA TERRA NOSTA

A FORAS SU G8 E SOS BENDIDORI DE FUMU SARDUS ET ISTRANJUS

cuntatos e-litera sayli@tiscali.it
Reazioni:

0 commenti:

Subscribe to RSS Feed Follow me on Twitter!