giovedì 25 dicembre 2008

CAGLIARI - La Sardegna si prepara ad andare alle urne in anticipo di sei mesi rispetto alla naturale scadenza della XIII legislatura apertasi nel 2004. Il presidente della Regione, Renato Soru, ha, infatti, confermato le proprie dimissioni, ieri sera, nel lungo dibattito in Consiglio regionale incentrato sulla crisi aperta lo scorso 25 novembre.

In quanto al balletto dei proconsoli inviati in Sardegna dai feudatari politici italiani non possiamo che provare indignazione in quanto indipendentisti e vergogna in quanto sardi.

sighit>
Reazioni:

0 commenti:

Subscribe to RSS Feed Follow me on Twitter!