venerdì 16 gennaio 2009

Reuters

by Nidal al-Mughrabi

GAZA - La puzza, i detriti e i resti umani hanno dato il buongiorno ai Palestinesi di Gaza, dopo un attacco missilistico israeliano, Mercoledì mattina all'alba - ma in questo caso non è morto nessuno.

Un'enorme esplosione ha sventrato il cimitero di Sheikh Redwan, sempre più stipato, facendo a pezzi pietre tombali, e strappando dalla terra ossa e corpi seppelliti di recente.

"Gli aerei hanno attaccato anche i morti. Non c'è rimasto più niente a Gaza che gli aerei non abbiano colpito", si è lamentato Abu Fayez al-Shurafa, appoggiato a un bastone.

Ha perlustrato il camposanto insieme ad altri vicini che vivono nei dintorni, ha raccolto i resti, raddrizzato le scritte sulle tombe che erano cadute, con una smorfia sul viso per il cattivo odore. "Sono scioccato che abbiano osato fare questo. La carne dei morti ha disseminato la strada, e la stanno raccogliendo con delle borse."

Un portavoce dell'esercito israeliano ha detto che l'attacco aereo non aveva come obiettivo "il cimitero in sè" ma quello che ha descritto come "un deposito di armi con a lato un sito per il lancio di razzi". Ha aggiunto che le "esplosioni secondarie", generate dalle armi immagazzinate, hanno causato i danni più gravi.

Gli abitanti di Gaza sono rimasti freddi, e hanno osservato che questi bombardamenti offendono la sensibilità religiosa comune di musulmani e ebrei. Il principale Gran Muftì della città, Abdel-Karim al-Kahlout, ha detto: "Gli ebrei insorgerebbero se qualcuno osasse anche solo rompere una pietra tombale dei loro cimiteri. Attaccare i morti è una cosa proibita da ogni religione e da ogni fede."
Reuters

La gente a Gaza è già ricorsa alla riapertura di vecchie tombe nel cimitero Sheikh Redwan, per poter seppellire i più di 1000 uccisi, da quando Israele ha lanciato l'offensiva del 27 Dicembre che si proponeva di terminare il lancio di razzi di Hamas sulle sue città.

Sopra il muro, un cartello bene in vista porta la scritta "Cimitero Pieno" e invita la gente a portare i loro morti a un nuovo camposanto fuori città. Il problema è che quel luogo ora è lontano, dalla parte in cui si trovano gli israeliani intorno alla città. Perciò le famiglie hanno continuato a venire a Sheikh Redwan per i funerali recenti di questo mese.

Il Mufti Kahlout ha detto che gran parte dei resti recuperati Mercoledì saranno reinterrati in una tomba comune commemorativa.


http://www.annozero.rai.it/R2_HPprogramma/0,,1067115,00.html

cemetery attacks by Israel as death toll nears 1,000 - 14 Jan 2009
Reazioni:

0 commenti:

Subscribe to RSS Feed Follow me on Twitter!