lunedì 26 gennaio 2009

Messaggio del giornalista Fulvio Grimaldi
http://lists.peacelink.it/
Lo sterminio eugenetico dei bambini sefarditi
tradutzioni pro sa defenza dae: Antonella Pacilio
Proverei a suggerire ai vari giornalisti “esperti inantisemitismo” di procurarsi copia del programma andato in onda in Israele il 14 agosto 2004, alle 21, su Channel Ten, per Dimona Productions, reperibile anche nel sito del più liberal dei giornali israeliani:
www.haaretz.com/hasen/spages/458044.html . Si intitola "100.000 Radiations". Partecipavano testimoni, esperti del Ministero della Sanità, vittime.
Ne devo notizia a Olga Daric. Grazie.

”Con il pretesto di combattere la tricofitosi (ringworm) nella testa dei bambini sefarditi immigrati, per lo più dal Marocco, o rapiti dallo Yemen, il Ministero della Sanità israeliano, sotto la supervisione di Simon Peres, acquistò nel 1951 negli Stati Uniti sette macchine di Raggi X e li adoperò per un esperimento nucleare di massa su un'intera generazione di cavie umane sefardite. A 100.000 bambini sefarditi vennero sparate in testa e sul corpo (non coperto da protezioni) dosi 35.000 volte superiori alla soglia massima di raggi gamma. Tali da friggergli il cervello. Per avergli risparmiato gli esperimenti, a quel punto ufficialmente proibiti, sui
propri detenuti, o malati mentali, il governo USA versò a quello israeliano 300 milioni di sterline israeliane all'anno, per una somma che oggi varrebbe miliardi di dollari. 6000 bambini morirono subito, gli altri svilupparono tumori che hanno continuato a uccidere e uccidono anche oggi. In vita, le vittime hanno sofferto e soffrono di epilessia, amnesia, Alzheimer, psicosi, emicranie croniche. Essendo stato esposto l'intero corpo, i bambini svilupparono difetti genetici. La generazione che sopravvisse diventò in perpetuo la classe più povera, malata ed emarginata
del paese. Uno storico spiega nel documentario che l'operazione era parte di un programma eugenetico mirato a eliminare le componenti deboli o difettose della società. Mengele.
Nel programma si indicano i responsabili del progetto: Nahum Goldman, capo del Congresso Ebraico Mondiale, Levi Eshkol, primo ministro, Shimon Peres, allora direttore generale del Ministero della Guerra, Eliezer Kaplan, ministro delle finanze, Jospeh Burg, ministro della Sanità, accusato dai rabbini yemeniti di essere il responsabile del rapimento dei loro bambini. E' stata questa cabala che nel 1977 avrebbe poi eletto primo ministro Menachem Begin. Alcune centinaia di spettatori hanno visto questa trasmissione in Israele. Chissà se Guido Caldiron ne vorrà sentire le impressioni, magari per confermare che davvero infinite sono le vie dell'antisemitismo.”

I sefarditi (dice M. Blondet) sono praticamente indistinguibili dagli arabi nordafricani; in Israele costituiscono una sottoclasse oppressa, ridotta a vivere di espedienti e reati. I dominatori askhenazi (non una goccia di sangue di Abramo nelle loro vene) hanno diffuso l’idea che i sefarditi sono sotto-sviluppati mentali. Ma i sefarditi marocchini che hanno avuto la fortuna di emigrare in Francia anzichè in Israele, costituiscono una comunità rispettata e di successo. Certo, aver ricevuto in testa 35 mila volte più radiazioni di quelle ammesse, non deve aver aiutato il fiorire delle intelligenze.


Nel documentario, si chiarisce oltre ogni dubbio che l’esperimento genocida fu cosciente e deliberato. Vi si mostra il documento medico che indicava, nel 1952, le precauzioni da prendere per i raggi X. La dose massima da somministrare a un bambino vi era indicata in 0,5 rad. Il pericolo delle radiazioni era noto da 40 anni. .
continua dialogo 1°video
(David Den) Sono nervoso? Il mio stomaco è una zangola. Sto tornando indietro nel tempo di 46 anni, alla mia lunga infanzia perduta, la mia lunga gioventù perduta, per rivivere gli eventi che hanno rovinato la mia vita. Il campo era situato all'entrata di Haifa, accanto al vecchio cimitero, l'unico ancora esistente..."Shaar Ha'aliya" centro di trattamento, Haifa. Stiamo parlando dirca 70.000 vittime, la maggior parte di loro morte a causa di quel maledetto concetto. Si, è questo il posto. Il mare era là, non c'erano palazzi o alberi, solo le montagne alle nostre spalle. Il treno correva qui. Ricordo come ci arrampicavamo al recinto per veder andar via il treno.
E seguivamo i vagoni che scaricavano nuovi bambini, nuove vittime portate qui per essere trattate così orribilmente.


tradutzione 2° video
Le risorse che aumentarono i profitti includevano sette macchine Picker X-ray, la miracolosa invenzione americana.
Era così troppo zelante chiudere un occhio sulla qualità della merce? Uno sguardo ai cursori rivela che le macchine sono datate, almeno vecchie di 10 anni, probabilmente armi americane in eccedenza.
Loro non intendevano veramente curare i bambini dalla tricofitosi, ma furono usate come trattamento ausiliario per prevenire la recrudescenza.
Le radiazioni dei raggi X ebbero come risultato una temporanea perdita di capelli, facendo sì che le infermiere spalmassero iodio sulle lisce teste rasate dei bambini.
- Ringworm dept. Shiba Hospital -
L'abituale trattamento per la tricofitosi erano radiazioni ionizzanti.
Il cuoio capelluto veniva diviso in 5 parti, e per 5 giorni consecutivi le radiazioni erano applicate su parti alternate della cute.
Era veramente bizzarro che questo trattamento, inclusa la parte delle radiazioni, fosse sotto la responsabilità della "divisione di medicina sociale" del ministero della Salute.
Perchè il trattamento della tricofitosi era stato tolto al Dr. Peretz, e cosa c'era dietro questo titolo dal suono innocente "medicina sociale"?
E' una vaga interpretazione di una dottrina medica chiamata "eugenetica".
Dr. Nissim Amzaleg, ricercatore di Storia della Scienza.
"La teoria Eugenetica fu sviluppata all'inizio del ventesimo secolo nel mondo Anglosassone dopo che la teoria di Darwin divenne famosa.
I politici ed i leaders della società stavano decidendo che tipo di persone sarebbero state utili alla società. Loro credevano che i tratti positivi potessero essere trasmessi ereditariamente.
Così presero la responsabilità d'incoraggiare la riproduzione di persone ritenute utili ai loro occhi, e di scoraggiare quella di persone con tratti negativi."
Chaim Malka, autore di "La selezione"
"Uno dei maggiori ricordi come denso di pregiudizi, era la leadership in quei giorni.
Giora Yoseftal chiamava I Marocchini " primitivi" e " arretrati".
Levi Eshkol chiamava loro "spazzatura umana" e "gente difettosa".
Nachum Goldman descrisse gli Ebrei Nord Africani come "una catastrofica immigrazione
Video traduce:
durante gli anni '50, masse di immigrati ebrei migrarono dal Nord Africa. Circa 100.000 dei loro bambini furono sottoposti ad irradiazioni di raggi X, come trattamento alla tricofitosi. Migliaia di loro morirono, e quelli che sopravvissero soffrirono dopo degli effetti del cancro. Questo film si sforza di identificare le persone che furono responsabili di questa calamità.


La forza trainante dietro questo affare era il Dr. (in seguito professore) Shiba, che era all'epoca Direttore del Ministero della Salute. Posso onestamente affermare che lui era un comprovato razzista, credeva veramente nella supremazia genetica degli Ebrei Ashkenazi. Shiba decretò che se una famiglia voleva mandare il loro bambino in Israele, ma poi lui, o qualcuno nella sua famiglia era malato, il suo ingresso era proibito, temendo che i suoi parenti volessero raggiungerlo successivamente in Israele.

-Dr. Nissim Amzaleg-
Loro credevano all'epoca che i disturbi della salute fossero genetici, la fitotricosi era allo stesso livello della tubercolosi. Il presopposto era che qualche persona fosse ricettiva a quelle indisposizioni. Basata sulla teoria eugenetica, le radiazioni furono vigorosamente applicate nei centri Israeliani ed all'estero, come trattamento preferito.




Reazioni:

2 commenti:

Subscribe to RSS Feed Follow me on Twitter!