venerdì 23 gennaio 2009


Vento fortissimo e onde alte fino a 20 metri. La nuova tempesta nel Mediterraneo, dopo quella sulle coste calabresi e siciliane, e' prevista tra la serata di sabato 24 e la mattinata di domenica 25 lungo nelle coste occidentali della Sardegna.

Per fortuna non ci saranno conseguenze per gli abitanti. La previsione e' del Cnmca, il centro nazionale di meteorologia e climatologia aeronautica, in collaborazione con l'Istituto di scienze marine (Ismar) del Cnr.

In queste ore, infatti, si sta sviluppando un'altra mareggiata particolarmente forte nel mar Ionio che domani spingera' onde fino a 6-7 metri (significativa, singole fino a 12-13 metri) sulle coste libiche. E una mareggiata di libeccio colpira' le coste occidentali sarde con onde che alle ore 18 sono previste di 8-9 metri, con onde singole fino a 16-17.

Subito dopo subentrera' un forte vento di maestrale proveniente dal golfo del Leone che spingera' l'altezza delle onde fino a 10-11 metri, con onde singole fino a 20 metri. Il mare, secondo gli esperti del Cnr, sara' pertanto particolarmente pericoloso perche' incrociato con le onde da nord-ovest (maestrale) che si sovrappongono a quelle da sud-ovest (libeccio).

La tempesta investira' poi il Tirreno, con onde che sulla punta occidentale della Sicilia raggiungeranno gli 11 metri (singole fino a 20, con un picco previsto per le 6). Nel Tirreno meridionale, con mare da nord-ovest (maestrale), la previsione indica onde fra gli 8 e 9 metri e onde singole fino a 15-16 metri, soprattutto nella tarda mattinata del 25.

E' di pochi giorni fa la tempesta che si e' abbattuta con onde altissime sulla costa ionica della Calabria e della Sicilia, dove sono state stimate onde fra gli 8 e 9 metri, con altezze singole sui 15-16 metri.
http://www.rainews24.it
Reazioni:

0 commenti:

Subscribe to RSS Feed Follow me on Twitter!