martedì 3 febbraio 2009

dae Chris McGreal
“The Guardian”
()

BRUNO GUIGUE HA RAGIONE : I CECCHINI ISRAELIANI ASSASSINANO DEI BAMBINI
Bruno Guigue è stato destituito dal suo posto di viceprefetto per aver scritto che i cecchini israeliani abbattono dei bambini.
Dire cose del genere sarebbe essere "anti-israeliani". Si tratta della verità, come mostra il seguente articolo del Guardian, scritto nel 2005.
[The Guardian - UK - Chris McGreal chris.mcgreal@guardian.co.uk - 29/06/2005 - Trad. ISM]


È stato il tiro su Asma Mughayar a spazzare via tutti gli ultimi dubbi che avevo sul modo in cui I soldati israeliani uccidevano tanto dei bambini che dei civili palestinesi.
Asma, 16 anni, e il suo fratellino Ahmad, raccoglievano la biancheria sul tetto della loro casa nel sud della striscia di Gaza nel mese di maggio dell’anno scorso, quando furono abbattuti da un cecchino dell’esercito israeliano.
Né l’uno né l’altra erano armati o minacciavano il soldato che sparò, invisibile, da un foro nel muro di un blocco di appartamenti vicini.
L´esercito disse che tutti e due erano saltati su una bomba palestinese piantata nel suolo per uccidente dei soldati. I cadaveri raccontano una storia diversa*.
All’obitorio di Rafah, Asma era stesa con un solo foro di proiettile nella tempia; suo fratello di 13 anni aveva un solo impatto di proiettile, alla fronte. Non aveva nessun’altra ferita, certamente non conseguente ad un’esplosione.
Messo di fronte a questo, l’esercito cambiò il suo rapporto e pretese che entrambi fossero stati uccisi da un tiratore palestinese, questo malgrado le prove che indicavano il rifugio del cecchino israeliano.
Quello che i militari non fecero fu chiedere ai loro soldati perché avessero fornito un falso rapporto del decesso o parlare ai genitori dei ragazzi o ai testimoni.
Quando i giornalisti fecero pressione sulla questione, l’esercito promise una completa indagine, ma alcunee settimane dopo essa fu tranquillamente abbandonata. È diventato la norma in un esercito che sembra ritenere che sia meglio proteggersi da ogni responsabilità che vivere secondo la sua affermazione di essere "l´esercito più morale al mondo".
Come hanno fatto notare ieri i genitori di Tom Hurndall dopo la condanna di un sergente israeliano per l’omicidio involontario del loro figlio, il soldato è stato giudicato solo perché la famiglia britannica ha avuto le risorse per mettere abbastanza pressione.
Ma non c’è stata alcuna giustizia per I genitori delle centinaia di bambini palestinesi uccisi dai soldati israeliani.
Secondo il gruppo israeliano dei Diritti dell’Uomo, B´Tselem, l´esercito ha ucciso 1.722 civili palestinesi – più di un terzo di loro erano minori – e 1.519 combattenti, e l´Intifada è iniziata circa cinque anni fa; a confronto le cifre israeliane sono di 658 civili uccisi – di cui il 17% minori - e 309 militari.


sighit>

Reazioni:

0 commenti:

Subscribe to RSS Feed Follow me on Twitter!