mercoledì 27 maggio 2009

SA DEFENZA SOTZIALI in un momento drammatico come questo, esprime la sua vicinanza alle famiglie delle vittime. Ciò che è avvenuto a Sarroch ieri 26 Maggio 2009 è un fatto grave che non riguarda esclusivamente familiari ed amici, ma, riguarda tutti.

Uomini che lavoravano alle dipendenze di una azienda appaltatrice, che elargiva loro un misero salario di 900 € al mese, alle dipendenze di un padrone esigente e schiavista: la SARAS, che delega ad altri responsabilità Sue, lei si che ha le maggiori responsabilità dell'accaduto perchè da una parte ul padrùn Muratt paga fior di quattrini i giocatori per la sua Inter d'altra parte invece lascia a desiderare sotto l'aspetto umano e sopratutto dattoriale,e mentre è pronto a sorridere per un gol è meno pronto e propenso a dare la sicurezza ed il salario giusto ai lavoratori.

Un'operaio scioperante ha detto:"stiamo lavorando sopra una bomba, e dobbiamo stare più attenti.."

La critica verso i provvedimenti del governo italiano che poniamo, mettere mano al Testo Unico sulla sicurezza sul lavoro, alleggerendo responsbilità già definite nel ddl 626, ma rimessi in discussione dando concretamente meno responsabilità ad aziende e preposti è un modo, secondo noi, di liberalizzare gli incidenti sul lavoro, senza che vi sia una giustizia vera per vittime e responsabili della sicurezza. Il governo Italiano si macchia ulteriormente del sangue versato da vittime innocenti sul lavoro.

Il segretario generale della Cgil Guglielmo Epifani, parlando ad un convegno sul Lavoro alla Camera ha detto di temere che su questo argomento si stia allentando "un po' l'attenzione". Secondo Epifani il Testo Unico "prima andava applicato e poi eventualmente cambiato". Sulla questione della sicurezza, ha detto il segretario della Cgil "siamo sconfitti e disarmati. C'é una responsabilità che chiama in causa tutti, ognuno deve fare il massimo che è nelle sue possibilità. Se passasse un senso di ineluttabilità - ha concluso - sarebbe una sconfitta morale, civile e culturale di un'intera comunità".


Fratelli amici compagni, la cosa ci resta da fare ora è rivolgere a Yhakw una preghiera per queste vittime dell'inumana forma di sfruttamento dell'uomo sull'uomo, perchè rivolga il suo sguardo contro l'ingiustizia perpetrata da una sporca dozzina di denari, e la richezza di un solo personaggio il capitalista Moratti.

Il Signore ti benedica
e ti custodisca.
Mostri a te la Sua faccia
e abbia di te Misericordia.
Volga a te il Suo sguardo
e ti dia Pace.
Il Signore ti Benedica.
Reazioni:

0 commenti:

Subscribe to RSS Feed Follow me on Twitter!