mercoledì 19 agosto 2009

Il sindaco Gianfranco Piu: «Una ferita per il nostro territorio»
Mercoledì 19 agosto 2009
I pacifisti chiedono il monitoraggio dei metalli radioattivi presenti nei missili sparati a Quirra.
Vedi le foto L a grotta di Is Angurtidorgius bombardata dai missili e dai proiettili sperimentati nel poligono di Quirra è una ferita nel territorio di Villaputzu. Ne è convinto il sindaco, Gianfranco Piu, intenzionato a effettuare un sopralluogo nella zona carsica e a chiedere spiegazioni. «Nessuno ci ha comunicato ufficialmente il fatto - spiega il primo cittadino di Villaputzu - e quindi dobbiamo approfondire la questione prima di qualsiasi altra iniziativa. E siamo intenzionati anche a sollecitare l'intervento di chi per legge è preposto a salvaguardia delle grotte e delle specie animali rare che hanno scelto Is Angurtidorgius come habitat naturale. Alludo alla Regione, assessorato Difesa dell'Ambiente. Il nostro Comune farà la sua parte per capire quel che è successo e come è possibile rimediare, ma non deve essere lasciato solo dalle altre istituzioni».
I DANNI Gianfranco Piu non ha ancora trovato il tempo per andare a verificare i danni nelle antiche grotte, avvenuti molto probabilmente per la presenza in quella zona di bersagli presi di mira dai missili testati a Quirra. Piu non ha potuto quindi ancora osservare da vicino q
uello che hanno già visto alcuni appassionati speleologi del suo paese e il fisico cagliaritano Massimo Coraddu, consulente esterno del Comitato di cittadini contrario alla presenza del poligono militare nel Sarrabus. «La volta della grotta è parzialmente crollata - spiega lo speleologo di Villaputzu, Francesco Locci - e gli enormi massi caduti hanno ostruito il letto del fiume sotterraneo».
Impossibile per adesso ottenere la versione dei militari. Il comandante del Poligono di Perdasdefogu, il generale Quattrocenci, è in ferie e rientrerà al lavoro a fine mese.
L'ESPOSTO Intanto da più parti si registrano interventi sul caso delle grotte bersagliate dai missili e messe a rischio anche dall'ipotesi che in quella zona sorga tra breve il nuovo aeroporto militare per la sperimentazione dei velivoli senza pilota guidati dai radar.
Gli ambientalisti del Gruppo di Intervento Giuridico hanno presentato il 2 luglio un ricorso alla Commissione europea: «Chiediamo notizie - spiega Stefano Deliperi - sulla pr
ocedura di incidenza ambientale che avrebbe la pista di atterraggio a ridosso di un ambiente come la grotta, frequentata da animali rari e protetti dall'Unione Europea come tre specie di pipistrelli (il vespertilio maggiore, il miniottero e il rinofolo ferro di cavallo maggiore) e come il tritone sardo. È una procedura stabilita per legge, non ci risulta che sia stata avviata».
In proposito anche i consiglieri regionali Claudia Zuncheddu, Carlo Sechi, Luciano Uras, Massimo Zedda e Radhouan Ben Amara (Rossomori, Comunisti e Sinistra Sarda) hanno presentato un'interrogazione alla Giunta regionale guidata dal Governatore Cappellacci, rimasta ancora senza risposta.
I PACIFISTI E nel frattempo i gruppi pacifisti e le popolazioni dei centri che si affacciano sul Poligono aspettano i risultati del monitoraggio ambientale predisposto dal Ministero della Difesa. Una necessità dopo i numerosi decessi per tumori al sistema e
molinfatico registrati nella zona di Quirra: in tutto circa 65 tra residenti civili, militari in servizio e dipendenti civili della Vitrociset, l'azienda che cura la manutenzione dei velivoli e degli apparati missilistici.
Nell'ultima riunione del Piano di monitoraggio, Mariella Cao del Comitato pacifista “Gettiamo le Basi” ha sollevato il caso dell'utilizzo dei missili Milan e Tow (con amianto e torina, un metallo radioattivo), davanti ai responsabili delle industrie belliche che affittano il poligono per le loro sperimentazioni. Dubbi anche sul nuovo aeroporto e sugli aerei Predator guidati dai radar: «In Europa li ha acquistati solo l'Italia e ne sono già caduti due», chiuse Mariella Cao.
PAOLO CARTA
unionesarda.it
Reazioni:

0 commenti:

Subscribe to RSS Feed Follow me on Twitter!