mercoledì 12 maggio 2010

Emmanuel Lévy
marianne2.fr
tradutzioni de sadefenza

Jean Claude Trichet ha detto a radio Europe 1 che l'acquisto diretto del debito da parte della Banca centrale europea non è stato un allontanamento dalle norme della BCE, ma una diversa lettura della legge. Ha detto Quick , come evidenziato da una analisi giuridica effettuata dalla banca Natixis.

cc: World Economic Forum
cc: World Economic Forum

Prima ha affermato che il Trattato di Lisbona (ex articolo 125 articolo 103 TCE), vieta l'uso di prestiti agli Stati?

"L'Unione non risponde degli impegni assunti dalle amministrazioni statali, regionali o dalle autorità locali, altre autorità o altri organismi o imprese pubbliche di qualsiasi Stato membro, né di reciproco sostegno, fatte salve le garanzie finanziarie fondi comuni di investimento per la realizzazione in comune di un progetto specifico. Uno Stato membro non risponde degli impegni assunti dalle amministrazioni statali, enti locali o regionali, pubbliche amministrazioni o altri organismi o imprese pubbliche di un altro Stato membro, né di reciproco sostegno, fatte salve le garanzie finanziarie fondi comuni di investimento per la realizzazione in comune di un progetto specifico ".

Il trattato di Lisbona ha stabilito eccezioni ...

Bene, ora, è chiaro: ogni paese corre solo per se stesso, non ci può essere solidarietà finanziaria tra loro. A meno che il vulcano islandese fa cadere tutte le sue ceneri sul continente, non una questione di girare attorno agli Stati, come confermato dall'art 122 (ex articolo 100,2 TCE) che recita:

"Qualora uno Stato membro si trovi in difficoltà o sia seriamente minacciato da gravi difficoltà causate da calamità naturali o eventi eccezionali che sfuggono al suo controllo, il Consiglio, su proposta della Commissione, può, in determinate circostanze, dare l'assistenza dell'Unione a sostegno finanziario allo Stato membro interessato. Il presidente del Consiglio informa il Parlamento europeo della decisione presa".

Per ora nessun vulcano quindi . Non più "eventi eccezionali che sfuggono" al controllo dello Stato greco, ciascuno pur sapendo che le cifre per la Grecia sono stati deliberatamente truccati.


... ma lo statuto della BCE vieta prestiti ai paesi membri
" Il trattato di conseguenza nello statuto della BCE,risulta così come segue (articolo 21.1 si riferisce all'articolo 123): "E 'vietato alla BCE e alle banche centrali nazionali di concedere scoperti di conto o di altri istituti di credito o organi comunitari, dai governi centrali, autorità regionali, locali o altri enti pubblici, altri organismi o imprese pubbliche degli Stati membri, e acquistare direttamente da questi ultimi da parte della BCE o delle Banche centrali nazionali, è anche vietato rilevare strumenti di debito . "

È per questo che Trichet è fuori di sé quando si tratta di acquistare il debito di Stati membri della zona poiche è totalmente contro la sua natura. Ma per salvare la faccia, il Presidente della BCE può sempre contare su una interpretazione meno restrittiva, come il richiamo Broyer Sylvain, uno degli autori della nota di Natixis, "Questo chiarimento per l'acquisto diretto, ha spesso portato ad una frettolosa interpretazione del trattato, speculando su un acquisto indiretto attraverso il mercato secondario dei titoli di debito pubblico. "Indirettamente, tramite banche. Proprio ciò che la BCE sta per fare. Per la gioia delle istituzioni finanziarie europee che possono prendere in prestito all'1% dalla BCE per poi prestare questo denaro al 3,5% al 6,5% in Francia e Grecia, senza alcun rischio in quanto la BCE continuerà a comprare queste carte di debito in caso di problemi ...



... come il Consiglio europeo

Ma questa facoltà di riscatto chiamata indiretto non è chiaro. I tedeschi hanno sempre avuto paura del lassismo dei loro partner in materia monetaria e hanno sempre fatto in modo di bloccare la banca centrale e limitare i paesi da eventuali tentazioni che ieri hanno bloccato per ancora un po di tempo, i Paesi del Club Med. Così il regolamento (CE) 3603/93 del 13 dicembre 1993, che precisa le definizioni per l'applicazione di interdizione di cui al punto 123 del Trattato, egli ritiene che "gli acquisti sul mercato secondario non dovrebbero essere utilizzate per aggirare lo scopo di questo articolo. "

E' un chiaro:NIET . Divieto di qualsiasi finanziamento di titoli pubblici.

E 'su questa base è stata introdotta una seconda denuncia alla Corte costituzionale tedesca. Markus Kerber, de l'Università di Berlino e professore a Sciences Po a Parigi, segue alla prima denuncia presentata dai suoi amici della Scuola di Friburgo, una scuola di pensiero in linea con gli ayatollah della scuola monetarista di Chicago. Una bellissima battaglia di avvocati in prospettiva .


Resta una domanda. Perché le agenzie di rating agiscono come se nulla fosse accaduto? Esse sono una nuova minacciata di derubricazione del rating a paese insolvente della Grecia, anche se il piano di salvataggio garantisce il rimborso del debito di questo stato. "Dieci anni fa, le agenzie di rating si sono sentite soddisfatte con una semplice dichiarazione del ministro del Tesoro USA. A quel tempo, aveva dato la sua garanzia implicita Freddy Mac e Fannie Mae, che le agenzie sono state immediatamente integrate restituendo a queste due istituzioni finanziarie la stessa nota, AAA, come loro garante il governo degli Stati Uniti. E poi, tutto è stato detto da parte delle più importanti autorità europee per assicurare che la Grecia non si muoverà di un pollice", la sorpresa Sylvain Broyer.

Reazioni:

0 commenti:

Subscribe to RSS Feed Follow me on Twitter!