giovedì 21 ottobre 2010

Monica Pisano

La manifestazione Liberi Pastori è cominciata ieri 19 ottobre con molto ritardo...Sulla 131 e 130 gli squadroni del questore cercavano di impedire l'ingresso a Cagliari dei pulmann i..Li hanno bloccati , e come squadristi di Pinochet sono saliti a bordo a chiedere documenti, prendere nominativi e minacciare i liberi Pastori e famiglie al seguito..tra cui anche tanti bambini e ragazzi..per non parlare delle mogli...che si occupavano di rifocilllare tutti....

Iniziamo con molto ritardo...alle 11.30 circa...La manifestazione si svolge senza intoppi fino a Via Roma di fronte al Consiglio Regionale...

Si respira un'aria pesante..Squadristi di polizia e carabinieri in assetto antisommossa...elicotteri che ci sorvegli
Questa è la situazione signori, il latte sardo viene pagato meno del latte italiano...i protti sardi sono in svendita, i pastori sono in svendita...le aziende agricole sono in svendita...Non si dice ma le banche del Veneto e dell'Emilia Romagna stanno acquistando grandi aziende sarde poco prezzo..in fallimento....la volontà è di dare il colpo di grazia ai sardi ormai allo stremo...Ma ancora si fanno manifestazioni a compartimenti stagni...operai tra loro...scuola e sindacati ormai svenduti...Coldiretti contro liberi pastori....come se questultima avesse fatto una volta l'interesse di agricoltori o pastori...A proposito la loro manifestazione si è svolta giorni prima con tanto di pallocini e mongolfiere...Senza ail minimo accenno all'oppressione perpetrata senza motivo di ieri..si, torniamo a ieri.. Ore 17.45...la polizia ed i Carabineri all'improvviso attaccano i manifestanti: donne, bambini, ragazzi, liberi pastori..Cominciano a sparare lacrimogeni ad altezza d'uomo...la folla cerca di mettersi a riparo dal fumo...non riesce a respirare..si spaventa arretra terrorizzata, urla di dolore...le squadre dell'ingiustizia avanzano manganellando e calpestando chi cade a terra...lasciando indietro sangue lacrime, dolore e frustrazione... Avanzano ..i lacrimogeni arrivano da Via Roma fino al porto...alle barche ormeggiate...un ragazzo con i rasta...viene malmenato da due poliziotti davanti a me...io comincio ad urlare... ...due corrono contro di me...mi spingono e mi minacciano... Sono inerme alzo le mani...mi mollano...Cercano di picchiare una madre...e lei ...Roba da periodo fascista!

Ma come arretrano...urlo al capo dello squadrone anti-giustizia...un ragazzo magro dalla faccia nevosa in borghese, con accento italiano, Dopo un attimo di shock...avanziamo...arretrano...ci minacciano allontanandosi...tornando indietro si mettono in assetto in fila e cominciano a marciare sbattendo gli anfibi sull'asfalto di via Roma...e i manganelli sugli scudi antisommossa...un brivido percorre tutta me stessa...non è paura è disgusto è consapevolezza ma è anche forza...torno indietro dal marciapiede seguo nauseata questa parata...questa prova di forza ma che forza non è ...Un ragazzo forse neanche maggiorenne...col segno distintivo: il foulard azzurro simbolo dei liberi pastori...sorseggia accanto a me una mezza birretta..un poliziotto esce dai ranghi dà una manata alla bottiglia che il giovanissimo teneva in mano, rifocillandosi di quella odiosa giornata...la calpesta con gli anfibi enormi...è un gigante..lui piccolo..e fragile..il ragazzo impallidisce lo prendono in due...tre, comincio ad urlare ...un agente dice : Gli stanno mettendo le manette..Urlo più forte...quasi senza voce oramai dalla rabbia...si guardano..dall'altra parte della strada..troppi testimoni...che vedono...lo mollano...libero. ragazzo! Sei libero...Lui sotto shock mi guarda è pallidissimo...gli dico ..

I liberi pastori non si arrendono...mi chiedo se le meccaniche degli altri arresti non sono state le stesse del ragazzo...ma forse anche peggio...Ho visto portar via in manette ragazzi inermi insanguinati, shoccati...

riprendiamo le posizioni...di fronte al Consiglio...proprio sull'asfalto...ci sediamo a terra di fronte aglia scuadroni anti-giustizia...stiamo lì...Inermi come prima...con la sola arma che è quella del coraggio...

Un libero pastore prende il microfono...

Aspettiamo...ma i giochi sono già fatti...La Sardegna è in svendita signori...Le masse leggeranno sui giornali che i banditi sardi sono scesi a distruggere a sopraffare e crederanno che sia così....perchè la verità gia scodellata è comoda e facile...da seguire comodamente in poltrona...













Reazioni:

0 commenti:

Subscribe to RSS Feed Follow me on Twitter!