lunedì 2 luglio 2012



I giovani disoccupati in Italia sono il 36,2% è la percentuale più alta mai avuta ecco qual'è uno dei problemi che affligge la società civile, non i debiti delle banche che vogliono farci pagare, con finanziarie da lacrime e sangue di 80mld di euro per sostenere l'economia tedesca basata su un euro che ha il sapore del vecchio marco,  e per non far fallire le banche dei soliti noti Rockfeller e i Rothschild vari sparsi sulla faccia della terra, nei prossimi venti anni ci sarò solo sofferenza e depressione economica per la moltitudine del 99%. 


Ecco una delle tante ingiustizie che grava sulle nostre teste, il servilismo dei politici assoggettati ai poteri forti mondiali ci conducono alla perdizione, uomini che Totò ha definito dei quaquaraquà, ora è il tempo di insorgere contro questi idioti vestiti da burattini che si immaginano burattinai!


Sa Defenza
www.ilmanifesto.it

Secondo l'Istat il tasso di disoccupazione dei 15-24enni è aumentato di 0,9 punti percentuali rispetto ad aprile. E' un record negativo per il paese. 


Unica buona notizia gli inattivi tra i 15 e i 64 anni diminuiscono dello 0,2% A maggio 2012 gli occupati sono 23.034 mila, in aumento dello 0,3% rispetto ad aprile (60 mila unità), la crescita dell'occupazione riguarda sia gli uomini sia le donne. Rispetto a maggio 2011 gli occupati crescono dello 0,4% (98 mila unità). 


Il tasso di occupazione è pari al 57,1%, in aumento nel confronto congiunturale di 0,1 punti percentuali e di 0,3 punti in termini tendenziali. E' quanto rileva l'Istat. 
Il numero dei disoccupati, pari a 2.584 mila, diminuisce dello 0,7% rispetto ad aprile (-18 mila unità), tale diminuzione riguarda sia gli uomini sia le donne. 


Su base annua si registra una crescita del 26,0% (534 mila unità). Il tasso di disoccupazione - rileva ancora Istat - si attesta al 10,1%, in diminuzione di 0,1 punti percentuali rispetto ad aprile e in aumento di 1,9 punti rispetto all'anno precedente. 


Il tasso di disoccupazione dei 15-24enni, ovvero l'incidenza dei disoccupati sul totale di quelli occupati o in cerca, è pari al 36,2%, in aumento di 0,9 punti percentuali rispetto ad aprile (rispetto alla popolazione di questa fascia di eta' i disoccupati rappresentano il 10,5%). Gli inattivi tra i 15 e i 64 anni diminuiscono dello 0,2% (-25 mila unita') rispetto al mese precedente. 


Il tasso di inattività si posiziona al 36,5%, con una flessione di 0,1 punti percentuali in termini congiunturali e di 1,4 punti su base annua



Reazioni:

0 commenti:

Subscribe to RSS Feed Follow me on Twitter!