lunedì 26 agosto 2013

News of chemical weapons attack in Syria published one day before massacre happened - Islamic Invitation Turkey

voiceofrussia.com/news/2013_08_22

2012 июль коллаж газ сирия газ сирия химическое оружие сирия



Il sito web di cultura e politica islamica Islamic Invitation Turkey sostiene che numerosi video siano stati caricati con un giorno di anticipo rispetto alla notizia dell’utilizzo di armi chimiche vicino a Damasco. Questa mostrerebbe che i terroristi hanno massacrato le persone per poi registrare i fatti ed imbrogliare il mondo. Ma ecco l’errore: i terroristi hanno caricato i video dei propri crimini commessi ad East Ghouta, Damasco, il 20 di agosto del 2013 per poi accusare dell’attacco il governo siriano nelle prime ore del 21 agosto. Questo stando al sito web IIT.


Quanto detto sopra dimostrerebbe dunque che il massacro è stato compiuto in Siria da terroristi ed subito è scattato a tavolino l’obbiettivo volto a convincere la pubblica opinione che ci fosse stato dietro il regime governativo siriano. 
Сирия
In effetti, anche immaginando che tale attacco chimico si sia verificato alle 3 e 30 del mattino, sarebbe stato impossibile riprendere i filmati, postarne decine e tutto in pochi istanti... il fatto dimostra che i terroristi avevano preparato le scene e le avevano organizzate prima di accusare il regime siriano di Assad del massacro realizzato invece dai ribelli terroristi.
syria



Non hanno avuto la minima pietà nemmeno per i bambini e li hanno usati per ingannate il pubblico. Hanno raggruppato tutti i civili, le donne ed i bambini in specifici punti e li hanno brutalmente uccisi per poi accusare il regime siriano in modo da renderlo ufficialmente colpevole delle brutalità.




Sarin in Siria. 
facebook.com.Horus/


L'ipotesi gas nervini non regge. 
E' accaduto altro. 
Médecins Sans Frontières, come altre volte, si presta al battage della guerra diffondendo comunicati privi di credibilità Certo, sono lontani i tempi in cui Médecins Sans Frontières (MSF) doveva giustificarsi agli occhi dell'allora forte movimento pacifista per le tendenze belliciste di uno dei suoi fondatori, Bernard Kouchner, nominato per queste ministro degli Esteri da Sarkozy. 
E così pure sono state archiviate tutta una serie di incontrollate "voci" sul perché MSF avesse scelto - a differenza di altre - di operare quasi "in clandestinità" in Siria. Acqua passata, che non lede il prestigio di Médecins Sans Frontières, ritenuta - giustamente - una delle poche che possa fregiarsi del titolo di autentica organizzazione umanitaria. 
 Ecco perché davanti al comunicato di MSF che, ininterrottamente strombazzato dai media Mainstream (per non parlare della bolgia su Internet) sta supportando l'ipotesi un attacco missilistico alla Siria. 
Ma prima di soffermarci sul comunicato, ritorniamo sulla questione del Sarin che, a differenza di altri gas militari, uccide agendo sulla pelle: una microgocciolina e via. 
Questo, tra l'altro, impedisce il soccorso a personale che non sia incapsulato in tute NBCR di terzo livello. Guardate, invece, questo video: dovrebbe raffigurare l'affranto padre che abbraccia il suo bambino morto per Sarin. E poi guardatevi tutti gli altri video circolanti in Rete. 
Fosse stato gas Sarin, che speranza di sopravvivenza dovrebbero avere i "soccorritori"? Prevengo l'obiezione: "E vabbè, questione di lana caprina. Invece del Sarin, sarà stato qualche altro gas." No. La sintomatologia denunciata nei comunicati dell'"Opposizione anti-Assad" e delle "organizzazioni umanitarie" sono ascrivibili esclusivamente a gas neurotossici (nervini), di cui il Sarin (insieme al Tabun, Soman, VX..) è il più conosciuto. E torniamo al comunicato di Médecins Sans Frontières. 
Preceduto, almeno in Italia, da uno, sostanzialmente analogo, emanato dalla leader di una organizzazione certamente meno prestigiosa di MSF, che descriveva dettagliatamente la sintomatologia dei gas nervini riferitagli telefonicamente da suoi medici (ovviamente, anonimi e operanti in non meglio precisati "ospedali" in Siria).. 
Anche il comunicato di Médecins Sans Frontières si sofferma su questa sintomatologia, aggiungendo alcuni punti francamente incredibili. Innanzitutto: "Tre ospedali nel governatorato di Damasco supportati da Medici Senza Frontiere (MSF) hanno riferito di aver ricevuto circa 3.600 pazienti con sintomi neurotossici in meno di tre ore." 
Quali ospedali? Dopo un vorticoso giro di telefonate ad amici siriani, ho telefonato (e poi ritelefonato il giorno dopo) all'addetta stampa di MSF Italia per saperlo. 
Ma la sua risposta è stata sempre la stessa: "Médecins Sans Frontières non può divulgare i nomi degli ospedali per motivi di sicurezza." Tre ospedali che si trovano a Damasco?! 
Potrei capirlo per qualche ambulatorio di MSF sperduto in un territorio ancora presidiato dai "ribelli". Ma a Damasco? Oggi piena di Ispettori dell'ONU (giunti proprio per indagare su analoghe accuse di "gas tossici" di qualche mese fa) e di giornalisti al seguito. 
Quali sarebbero i "motivi di sicurezza" che legittimano l'omissione del nome dei tre ospedali che avrebbero accolto "3.600 pazienti con sintomi neurotossici in meno di tre ore"? 
E poi "Oltre alle 1.600 fiale di atropina fornite negli scorsi mesi, MSF ha inviato ulteriori 7.000 dosi alle strutture della zona." 1.600 fiale per 3.600 pazienti lasciano fuori 2000 contaminati da Sarin. 
Sottraiamo i 355 deceduti e fanno 1645. Ancora vivi? Crediamo di si, per un miracolo reso possibile dall'invio di "ulteriori 7.000 dosi"? A Damasco? Senza voli aerei? 



Complimenti, Médecins Sans Frontières! 
traduzione delle news  del video sotto

Opposizione siriana ha accusato le forze governative di gasare centinaia di persone il Mercoledì sparando razzi che rilasciate esalazioni mortali oltre ribelli periferia Damasco, uccidendo uomini, donne e bambini mentre dormivano. Con il bilancio delle vittime stimato tra i 500 ei 1.300, quale sarebbe stata la più letale attacco di armi chimiche del mondo, dal 1980 ha indotto una riunione d'emergenza del Consiglio di sicurezza delle Nazioni Unite a New York ... ". * Era il presidente Bashar Assad coinvolti? I Giovani Turchi ospite Cenk Uygur si rompe .. una riunione d'emergenza del Consiglio di Sicurezza delle Nazioni Unite ha chiesto una rapida inchiesta su un presunto attacco di armi chimiche al di fuori della capitale siriana, Damasco. Il principale gruppo di opposizione siriano dice più di 1.000 persone sono state uccise in alla periferia di Damasco e che il governo di Bashar al-Assad è responsabile. Il governo siriano nega l'uso di armi chimiche e dice che le affermazioni sono un disperato tentativo di coprire sconfitte. di Al Jazeera John Terrett, riportando da New York, ha detto che il Consiglio ha pubblicato "un molto vago, dichiarazione blanda e tiepida ", dopo l'incontro di due ore. "Il Consiglio di Sicurezza è zoppicando sulla questione della Siria, non possono essere d'accordo su nulla", ha detto. nostro corrispondente ha l'ultima da parte dell'ONU, a New York . WEB, SIRIA, Politica, Guerre, CHIMICI, Siria, Philip DeFranco, Defranco, Elliott Morgan, Joe Bereta, Lee Newton, Steve Saragozza, Trisha Hershberger, Meg Turney, James Haffner, sxephil, Notizie, SF, 082113SF, Chemi l, Armi, Bashar al-Assad, guerra chimica (Letteratura Oggetto), armi chimiche, youtube, nazioni unite, Siria, Bashar Assad, la Siria, la guerra civile in Siria, opposizione siriano, Assad armi chimiche, armi chimiche Damasco, Siria Chemical Warfare, Siria chimica Armi, Siria armi chimiche attacco, Siria Veleno Attacco, Siria gas attacco, Assad Siria, Assad gas, ribelli siriani, i Giovani Turchi, Cenk Uygur, tyt, Giovani Turchi, notizie, politica, guerra syria 2013, syria agosto 2013, syria luglio 2013, la guerra in Siria 2013 questa settimana, siria guerra agosto 2013, syria guerra 2013 oggi, la Siria, la guerra civile in Siria, la guerra in Siria, la Siria si ribella, Siria gratuito, Siria, notizie Siria, la guerra la Siria, Hezbollah, Siria guerra civile, siria battaglia, attaccare la Siria gas, donne cecchino siriano, armi chimiche usate in Siria, Siria combattere questa settimana, la Siria pistola lotta, la Siria oggi Homs, Siria jihad 2013, libero esercito siriano Assad uccidendo l'esercito, l'Egitto (Paese), la Siria (paese) , Disastro (Tassonomia Oggetto), Chi Guerra Mondiale, la Siria, attacco chimico, False Flag, Israele, Iran, Russia, Stati Uniti, Turchia, Obama, WW3, gas sarin
Reazioni:

0 commenti:

Subscribe to RSS Feed Follow me on Twitter!