lunedì 16 settembre 2013

Il New York Times dichiara che è giusto infrangere il diritto internazionale: "bombadare la Siria, anche se illegale"


 Kurt Nimmo  , il New York Times ha dimostrato di essere uno strumento di propaganda durante l'invasione dell'Iraq, quando il giornalista Judith Miller ha sostenuto le menzogne ​​e gli inganni dei neo-conservatori americani, dando credito agli argomenti momentanei di invadere un paese minato da più di un decennio di sanzioni. 
The Times era responsabile di "supporto macchina di morte della NATO in Libia," scrive Shephen Lendman . "Disinfettare l'uccisione, la distruzione e la miseria umana. Ora è guerra contro la Siria e l'Iran. Attacchi regimi che Washington si oppone. Difendere sabotaggio e gli omicidi mirati ... 
Il New York Times sostiene la politica di guerra permanente di Washington. La sua agenda sopprime la verità e la trasparenza. " Dopo Miller accogliere, come altri specialisti della propaganda, il Times ha chiesto Obama questa settimana che viola la Costituzione e ignorare il diritto internazionale per risolvere il conflitto siriano. Lo ha fatto attraverso una colonna dal titolo " bombardare la Siria, anche se illegale ", scritto da uno dei suoi colleghi. 
"Ci sono ragioni morali per non rispettare la legge, e credo che l'amministrazione Obama deve intervenire in Siria", ha scritto Ian Hurd , un professore di scienze politiche all'Università di Northwestern. Hurd proceduto a sostenere che "non vi è dubbio che il governo di Assad, durante i due anni di guerra (civile), ha violato i principi umanitari." 
L'insegnante non riesce a mettere la "guerra" nel suo giusto contesto, considerando che si tratta di un conflitto fra Al Qaeda, fanatici jihadisti sostenuti dalla CIA, e il governo di Assad. Nel frattempo, Hurd menziona il genocidio in Ruanda e le ipotesi uccisioni di massa nei Balcani durante gli anni novanta, che in seguito sono stati esposti come operazione di propaganda negli Stati Uniti e la NATO. Secondo il professionista, i crimini di guerra commessi dalla NATO nella ex Jugoslavia, compreso l'uso di uranio impoverito, era "illegale ma legittimo" perché erano diretti contro un governo che ha commesso "crimini più gravi".

note 
Dichiarazione di John Kerry sulla Siria: il Segretario di Stato John Kerry ha detto che le prove "indicano fortemente" che le armi chimiche sono state utilizzate in Siria. http://nyti.ms/14yycGw
Reazioni:

0 commenti:

Subscribe to RSS Feed Follow me on Twitter!