giovedì 26 settembre 2013

L'ENNESIMO INGANNO DI AVAAZ . IPOCRITA PETIZIONE DI SOLIDARIETA' CON IL POPOLO DELLA SIRIA

ANCHE QUESTO E' IMPERO NON FIRMATE PIU'

A. Boassa




"Il presidente Obama può anche lanciare delle incursioni ma non ha il necessario supporto popolare per una vera e propria guerra ..." Come a dire che "una vera e propria guerra" sarebbe giusta perché umanitaria ma purtroppo non si può fare perché manca l'istigazione alla guerra da parte evidentemente del popolo . Curioso . Il popolo al quale Avaaz si affida questa volta non è stato all'altezza della situazione . Dunque non ci resta che il dialogo . Firmare la petizione perché si percorra la via diplomatica . Non viene detto ma la via diplomatica alla quale Obama sarebbe costretto è , come dice la stessa stampa USA , una ciambella di salvataggio per non finire ,lui e Kerry , nel ridicolo dopo i tanti maneggi e le tante minacce .

Avaaz si lamenta che guerra non sia stata fatta "negli ultimi due anni la comunità internazionale ha vergognosamente lasciato la situazione in stallo ,abbandonando a se stessi i cittadini siriani ". E sulle armi chimiche Avaaz si disinteressa di Carla Del Ponte , delle prove satellitari presentate dai Russi all'Onu , delle intercettazioni telefoniche, ma sopratutto non sente la necessità di attendere gli esiti degli ispettori dell'ONU dato che risulta "evidente a tutti come l'attacco sia stato lanciato dalle forze del regime " . Tra l'altro , "I sostenitori del regime hanno seminato il dubbio " e così reso "insicuro sull'entrata in guerra ,il resto del mondo non si decide per un intervento umanitario" .


La strategia di Avaaz è semplice sebbene sapientemente elaborata .


Lanciare campagne progressiste che naturalmente non siano contrarie agli interessi dell'impero ed infilare con modalità "solidali" e "umanitarie" i criminali obiettivi delle multinazionali , delle banche , della CIA . Del resto perché agire diversamente ? Creata da Soros ,speculatore spietato , mago della finanza ,finanziatore della campagna alla presidenza di Obama , con illustri dirigenti come Tom Perriello che ,come deputato USA, ha votato per il proseguimento della guerra in Afghanistan , o come Richen Patel dirigente della Rockefeller Foundation e della Bill Gates Foundation , Avaaz dovrebbe agire realmente per la pace e per la giustizia sociale ?


I bilanci milionari permettono di onorare il solo Richen Patel di 183.000 dollari all'anno , bilanci che vengono ogni anno rinforzati dal filantropo Geoge Soros di qualche centinaio di migliaia di dollari .


Rappresentante in Italia di Avaaz , "una pacifista armata", o se volete
con Patrick Boylan una "progressista in divisa" , Giulia Innocenzi , nota intervistatrice democratica televisiva


Delle tante iniquità di cui si è fatta carica Avaaz , a dispetto di non pochi militanti onesti e creduloni , diremo altre volte...




Reazioni:

0 commenti:

Subscribe to RSS Feed Follow me on Twitter!