sabato 14 settembre 2013

QUANDO LA POLITICA FALLISCE….. 

IL POPOLO INSORGE!!

Giuseppe Marini



In tanti hanno contestato il modo di fare che ho messo in atto con l’aiuto di tanti di voi, per far sì che la Regione si mettesse al lavoro per l’ottenimento della Zona Franca. 

Abbiamo occupato l’Ufficio di Presidenza della Regione, l’Assessorato all’Industria, la redazione di Videolina e dell’Unione Sarda, la portineria della SARAS e l’Ufficio delle Dogane di Cagliari.

Da fine gennaio 2013 fino alla prima settimana di marzo 2013, non abbiamo mollato la presa. Avevano sempre il nostro fiato sul collo! Non mollavamo fino a quando ciò che serviva, non veniva fatto. 

POI…. qualcuno ha pensato bene di affidarsi al Presidente Cappellacci…. considerandolo “sensibile” e “attento” al problema….. e quindi “amico” del Popolo Sardo. 

Troppo facilmente ci si dimentica che lui appartiene al Popolo della Libertà e che deve rispettare le linee guida che arrivano dai “palazzi romani”. 

Più volte lui stesso ha ribadito di non voler abbandonare il partito a cui appartiene e di cui ne condivide gli ideali. 

Fatto stà….. che da marzo ad oggi…. non è cambiato un bel nulla. 

Anzi…. nel frattempo il PDL assieme al PD, hanno di comune accordo definito la spartizione delle quote della “SARDEGNA FREE ZONE SpA”, che ha escluso totalmente il mondo imprenditoriale Sardo, lasciando alla sola politica la gestione delle Zone Franche Doganali (portuali). 

E’ da gennaio di quest’anno che chiediamo insistentemente al Presidente Cappellacci, che riapra subito l’Ufficio delle Entrate della Sardegna con la contestuale chiusura degli uffici di EQUITALIA SpA

Nonostante sia stata presentata una proposta di legge (da quasi 2 anni) per la riapertura dell’Ufficio delle Entrate della Sardegna, si continua a tenere in piedi EQUITALIA, che a sua volta prosegue il massacro nei confronti dei Sardi!! 

In realtà ai nostri politici, ciò che interessa è che possano gestire i flussi di denaro che transiteranno nelle aree di ZF Doganale nei 6 (sei) porti della Sardegna. Saranno loro stessi, che decideranno di affidare il controllo dei flussi di denaro derivanti dalle imposte, con una nuova società (fatta apposta) che riceverà l’incarico di sub-appalto dalla società Internazionale che opera per conto dell’Ufficio delle Entrate (Befera & C.). 

Perciò carissimi amici, non ascoltate più le “sirene ammaliatrici” di chi si dichiara amico…. ma che in realtà…. amico non lo è. 

Ma perché far finta di volere la Zona Franca Integrale? Per 3 (tre) buoni motivi!! 1°) per non avere più presidi, occupazioni e il Popolo contro; 
2°) per tenere sotto controllo la situazione, facendo finta di imporsi con il Ministero e tenendo buono il Popolo; 
3°) per avere un’argomento da portare avanti per l’attuale campagna elettorale (visto che altro di cui vantarsi non c’è ne) pensando di accaparrarsi tutti i voti dei Comitati Pro Zona Franca. 

Nel frattempo (da marzo ad oggi) sono tante le aziende Sarde che hanno chiuso (circa 40 al mese) e purtroppo sono tanti anche coloro che hanno deciso di togliersi la vita poiché strozzati dai debiti (prevalentemente da EQUITALIA e dalle Banche).

A settembre ripren
diamo l’attività di protesta con presidi e occupazioni, per l’ottenimento dei nostri diritti e per far capire a chi ci governa, che i Sardi non gli daranno più i loro consensi elettorali e tantomeno li daranno a chi seppure rappresenta l’opposizione, condivide scelte e imposizioni che arrivano da oltremare. 

Questi “signori” capiranno una volta per tutte che la pacchia è finita e che tutto potranno fare in futuro, fuorché amministrare questa Regione. Uniamoci per l’ottenimento dei nostri diritti e per la salvezza del Popolo Sardo, che sta morendo di giorno in giorno. 

Le alternative che abbiamo sono solo 2 (due): 
La prima è quella di ribellarci e di combattere l’attuale sistema politico/clientelare unendoci nelle lotte e presentando alle prossime Regionali un “Polo Sardo” in competizione contro i due schieramenti di CDX e CSX; 
La seconda è quella di soccombere alle loro angherie e trovando ospitalità oltremare.

Questi non hanno dimostrato altro, il non  l'avere a cuore che  i loro sporchi interessi personali, e non il bene della Sardegna e del Popolo Sardo!! 


Sa Defenza propone a tutti  gli amici della nostra terra, di leggere questi due articolo interessanti sul comportamento nefasto di questa agenzia delle entrate italiota, gestita dal famigerato capò tributarista Befera:
REDDITOMETRO, LA GESTAPO TRIBUTARIA DELLO STATO AUTORITARIO TRIBUTARISTA ITALIOTA E' AL VIA!

Il Fisco “fai da te” con il redditest .. ti traccia il tuo IP e ti persegue! Inquisitzione docet!



Reazioni:

4 commenti:

Subscribe to RSS Feed Follow me on Twitter!