venerdì 18 ottobre 2013

Antonello Boassa,  ottimo analista politico,  mette in evidenza i punti salienti sulle discrasie che stanno agendo dentro una sinistra sempre più piegata su se stessa e sempre più dipendente dell'ideologia liberista...
Sa Defenza

TELEVISIONE : TUTTI ASSIEME APPASSIONATAMENTE AD ONORARE IL "PENSIERO UNICO" DOMINANTE
Antonello Boassa




Pensiero unico : postdemocrazia

La mobilitazione della "Via maestra"[1] è stata una formidabile risposta di popolo all'attacco dissennato delle larghe intese PD-PDL contro la Costituzione , attacco che è in armonia con le politiche di sottomissione dei nostri ultimi governi ai diktat ultraliberisti della finanza e delle multinazionali USA ed europee , diktat imposti ovviamente non in prima persona ma tramite i loro maggiordomi assisi nelle principali istituzioni internazionali e nazionali . 

I trattati e i vincoli presentati come una necessità oggettiva per uscire fuori dalle secche del debito pubblico ,degli sperperi,del lassismo dei dipendenti pubblici ...hanno favorito la speculazione delle banche , la devastazione del territorio ,il saccheggio del patrimonio nazionale , la crisi dello stato sociale , della scuola e della sanità pubblica e finanche lo smantellamento di fondamentali diritti sindacali e il crollo della produzione industriale. Ma si vuole di più . 

Perché si proceda nell'ampliarsi della massa di precari e di disoccupati è necessario ora abbattere l'ostacolo più importante : la massima espressione giuridica dello stato : la Costituzione , sopratutto ora in vista dell'accordo sul libero scambio USA-UE "Transatlantic trade and Investment partnership", il cui spirito di fondo consiste nello sbarazzarsi degli impedimenti che possano sopraggiungere da istituzioni politiche e da una "carta costituzionale "ostile" . 

La demolizione della Costituzione risulta perciò il punto di approdo di un processo reazionario avviatosi da lungo tempo con successo e che ancora continua . Ciò che appare surreale nella manifestazione del 12 sta nell'omertà interpretativa sui processi politici e sui protagonisti che hanno condotto il paese a subire questa ultima e intollerabile aggressione allo stato di diritto . 

Non si può accettare questa Europa con i suoi trattati e poi cascare dalle nuvole quando si attacca la Costituzione. Non si possono accettare politiche ultraliberiste e pretendere poi di difendere la costituzione

Come è possibile che non si dica a chiare lettere una verità incontrovertibile : il PD è il nemico principale della Costituzione
Laura Puppato presente alla manifestazione conferma il suo voto a favore del disegno di legge. Non è stata Anna Finocchiaro a presentare come relatrice il disegno di legge ? La massima preoccupazione del PD non è forse il non raggiungimento dei due terzi che renderebbe possibile il referendum ? 

Di fronte ad una strategia politica così visibilmente antipopolare non si fa confusione tra le fila della sinistra nel voler continuamente andare alla ricerca di alleanze e di accordi con il partito democratico , nella ingenua speranza di far leva su una pressione di tipo morale . Non era più proficuo rivolgersi alle piazze del 18 e del 19 ? 

Non sono di importanza vitale le richieste tipo un piano nazionale sull'occupazione basato su opere socialmente necessarie , la nazionalizzazione delle aziende strategiche , la cancellazione della Bossi-Fini , il rifiuto della privatizzazione dei servizi pubblici ? 

E non era forse dovuta la solidarietà ai movimenti che si riconoscono nelle lotte per l'abitare , nel No Muos ,nel No Tav ... Sindacati di base e movimenti . Bisogna prendere le distanze ? Chi si definisce di sinistra deve starne alla lontana ? 

La mia impressione è che la sinistra perbenista , la sinistra televisiva che assiste agli spettacoli dei Santoro , dei Floris ... consapevole o meno , sia pure con grande disagio e con grande amarezza , non riesca a liberarsi dalla gabbia ampia del "pensiero unico" così abilmente elaborato da leaders mainstream .

E che forse i soggetti che possono ambire a lottare contro l'orribile stato delle cose in cui versa il nostro paese stiano da un'altra parte. E che il "potere" questo lo sa bene ed è per questo che li demonizza .


Note
1. "Via maestra" La via maestra è la strada che i militanti per la democrazia devono seguire, la via indicata dalla Costituzione . E' perciò un invito al parlamento e in particolare al PD perché non smarrisca la strada e non vada contro la Costituzione .


Reazioni:

1 commenti:

Subscribe to RSS Feed Follow me on Twitter!