mercoledì 20 novembre 2013

CI MANCAVANO LE CANNONIERE VOLANTI

A. Boassa



Credo che sia sommamente ingiusto contestare un governo che diretto dall'uomo dalle grandi palle sta reinserendo l'Italia tra le più grandi potenze militari così come era successo tanti anni fa durante il grande ventennio mussoliniano .


L'uomo dalle grandi palle ha già rassicurato il"Grande Alleato" che l'esercito italiano non abbandonerà l'Afghanistan e nel 2014 saprà dare grande prova di potenza e di coraggio . Per la Somalia del Mediterraneo (leggi ex Libia) si potrebbero sgominare le milizie pagate dagli alleati che però non obbediscono agli alleati senza far correre rischi ai nostri soldati . Abbiamo i Tornado, abbiamo gli Eurofighter ed ora finalmente le cannoniere volanti un pò più piccole di quelle del "grande Alleato" ma non meno micidiali (sulla loro potenza di fuoco leggete Manlio Dinucci sul Manifesto) .


L'uomo dalle grandi palle ha voluto rassicurare anche l'Europa(leggi oligarchie finanziarie e militari) che conscia delle guerre venture prossime che porteranno morte e distruzione in Medioriente e in Africa ha una paura boia di essere invasa da enormi masse illegali . Lui e il pacifista Mario Mauro triplicheranno la presenza navale nel Mediterraneo . Naturalmente navi da guerra che si sa sono le più indicate per la protezione dei migranti .


la portaerei italiana Cavour 


C'è un'altra preoccupazione . Il filo di perle . Che cos'è il filo di perle ? E' il nodo scorsoio che il"Grande Alleato" sta accuratamente ponendo sul collo della Nuova Cartagine , la Cina . La nostra base militare a Gibuti (che certo ci è costata un occhio) può dare un contributo decisivo per presidiare lo stretto e il transito delle petroliere .


Insomma siamo pienamente coinvolti nelle strategie di guerra fredda che significano in concreto difesa e conquista di posizioni , cioè guerra vera contro governanti o popolazioni che non si allineano (vedi Jugoslavia , Iraq , Afghanistan , Libia ,Siria) . In preparazione naturalmente della grande guerra che verrà ,quella "calda".


Fare dei commenti accidiosi su quanto ci sono costati gli F-35 , le cannoniere volanti , la base di Gibuti ... significa non avere un grande pensiero politico , significa pensare in piccolo e meschinamente . Queste sono spese ,sono impegni che sconfiggeranno il Nemico , i Nemici e assicureranno all'Italia un futuro di rapina e di saccheggio , radioso e di prosperità .


Se chiudiamo l'Ansaldo e la Breda lo facciamo perchè il civile è senza prospettiva . La Finmeccanica deve concentrarsi sul militare, esclusivamente sul militare , non solo per i grandi profitti che comporta il commercio da guerra ma anche e sopratutto per rifornirci delle tecnologie belliche più avanzate .

Altro che Ansaldo e Breda .
Reazioni:

0 commenti:

Subscribe to RSS Feed Follow me on Twitter!