martedì 11 febbraio 2014

INDIPENDENTISMO SARDO - IL PROSSIMO ESAME SONO LE ELEZIONI EUROPEE



UNITI PER UNA PROPOSTA CONDIVISA CON LE ALTRE NAZIONI SENZA STATO

Qualunque sia il risultato elettorale dell’indipendentismo, l’esame Regionali è chiaramente non superato. L’insufficienza grave rimediata alle regionali, dal nazionalismo sardo, per non avere saputo e voluto sfidare il sistema italianista con una proposta unitaria e vincente, porterà comunque alla sua bocciatura perché la frantumazione, la ricerca di egemonia, gli appetiti personali, la compromissione culturale gli impediranno di fare sistema e di uscire dal rumore di fondo.

Per l’indipendentismo sardo c’è un esame di recupero, le elezioni europee di maggio.Abbiamo una nuova occasione per essere natzione, per essere espressione vera della cultura politica sarda ed essere un individuo sociale e politico unico in grado di lasciare proprie impronte nel territorio europeo, del quale è comunque oggi parte. Dal giorno 17 febbraio, qualunque sia il risultato elettorale, il nazionalismo sardo ha il dovere generazionale di porsi il problema della sua soggettività nell’ambito europeo, anche andando oltre e rimandando le tendenze contingenti di antieuropeismo e di anti euro. 

Una lista delle nazioni senza stato, con lo stesso nome in tutta l’Europa, questa,(https://www.facebook.com/events/436365069825483/?previousaction=join&source=1) ,  è una delle due alternative possibili a cui l’indipendentismo sardo è chiamato a lavorare in maniera unitaria e con responsabilità generazionale. In questo modo chiunque venga eletto, sardo, catalano, basco, corso, fiammingo, scozzese o altro rappresenterà tutti e sarà il loro portavoce nel parlamento europeo.
 L’altra proposta, ( http://www.30m2014bru.cat/) è quella di portare, noi indipendentisti sardi uniti, una dura protesta a Bruxelles per la mancata scissione del collegio elettorale Sicilia-Sardegna che ci impedisce di mandare sardi al Parlamento europeo se non per grazia ricevuta di qualche baronato partitico italiano.   

Due iniziative sono in corso nell’ambito delle due proposte. 1) 30- marzo, Marcia Indipendentista a Palermo e confronto preliminare sulla formazione della lista EUROPA DEI POPOLI ( nome provvisorio)(https://www.facebook.com/events/436365069825483/?previousaction=join&source=1) . 2) 30- marzo, Manifestazione a Bruxelles promossa dai catalani ed estesa a tutte le altre nazioni senza stato ( http://www.30m2014bru.cat/).

Sardigna Natzione, si sta organizzando per essere presente ma deciderà solo dopo aver condiviso la questione con tutto il mondo nazionalista sardo che vorrà farlo.


BITZI  09-02-14  anno 153° Dominazione Italiana                          

 IL COORDINATORE NAZIONALE
                                                                                                                    
Reazioni:

0 commenti:

Subscribe to RSS Feed Follow me on Twitter!