domenica 2 febbraio 2014

L'approvazione di un progetto di sfruttamento del gas in Perù, si annuncia il disastro per gli Indiani liberi e  incontattati dell'Amazzonia
survivalfrance.org
tradusiu da Sa Defenza
Indiani incontattati sul fiume San francisco nella foresta peruviana, possono essere decimati dal progetto di esplorazione per il gas che comporta l'uso di migliaia di cariche esplosive e che richiedono l'assistenza di centinaia di lavoratori.


Il Perù ha approvato l'espansione del controverso  progetto gas Camisea nel territorio di Indiani isolati dell'Amazzonia - nonostante le proteste internazionali, le dimissioni di tre ministri e la condanna da parte delle Nazioni Unite e le organizzazioni diritti umani internazionali.
Il Ministero della Cultura peruviana, responsabile per la protezione della popolazione indigena del paese, ha approvato il progetto dei giganti del petrolio e del gas Pluspetrol (Argentina), Hunt Oil (Nord America) e Repsol (Spagna) utilizzando migliaia di esplosivi, la perforazione di pozzi esplorativi e permettere l'afflusso di centinaia di lavoratori nella riserva Nahua-Nanti che si trova a un centinaio di chilometri da Machu Picchu.
L'espansione di questo progetto sul gas potrebbe decimare gli Indiani incontattati che vivono nella riserva, il contatto tra i lavoratori del gas e gli indiani sono suscettibili a provocare la diffusione di malattie ed epidemie contro le quali gli indiani non sono immuni .
Pluspetrol ha riconosciuto da sé  che il potenziale impatto è devastante in questo progetto. Nel suo piano di emergenza antropologica 'l'azienda afferma che le malattie possono causare ai lavoratori lunghi periodi di malattia, la morte di massa e, nel migliore dei casi, periodi di recupero molto lunghi'.
Gli indiani Nahua sono stati contattati nel 1980 durante le operazioni di esplorazione petrolifera del gigante petrolifero Shell. Le epidemie che seguirono decimato quasi la metà del gruppo . A Nahua si è  detto: 'Molte, molte persone sono morte. La gente stava morendo in tutto il mondo, come pesci in un fiume era stato avvelenato. I cadaveri marcivano lungo le rive del fiume, nel bosco, nelle loro case. Una malattia terribile! '
Questo progetto viola le leggi peruviane e internazionali che richiedono il consenso delle popolazioni indigene su qualsiasi progetto proposto sulla loro terra.
Lo scorso anno, gli eventi hanno avuto luogo in tutto il mondo contro l'espansione del Camiseapiù di 131.000 sostenitori di Survival hanno inviato un messaggio al Presidente Humala chiedendo una battuta d'arresto per le operazioni di petrolio e di gas sulle terre degli Indiani incontattatiSurvival ha presentato una petizione con migliaia di firme all'Ambasciata peruviana a Londra.
A seguito della grande campagna condotta da Survival International e, tra l'altro, le organizzazioni indigene AIDESEP , FENAMAD , COMARU , ORAU di fermare il progetto di espansione, non saranno costruiti  campi da golf nelle vicinanze e un pozzo esplorativo è stato rimosso dal territorio, ma, di una sola tribù.
Stephen Corry, direttore generale di Survival, ha dichiarato oggi: 'Ci sono da 30 anni, operai di prospezione  che nel progetto Camisea sono penetrati in profondità nel territorio degli indiani Nahua e poco dopo, la metà del gruppo è stato decimato dalla influenza e da altre malattie simili. Il governo peruviano sta preparando e rischia il ripetersi di una tale tragedia  per un paio di pozzi di gas, ma non ha davvero imparato nulla dalla storia? '
Nota per i redattori:
- Leggi le altre opinioni (in inglese) circa gli effetti devastanti della espansione del progetto Camisea
Reazioni:

0 commenti:

Subscribe to RSS Feed Follow me on Twitter!