domenica 23 marzo 2014

 TRATTATO DI LIBERO SCAMBIO USA-UE . PER IL TRIONFO ECONOMICO E GIURIDICO DELLE MULTINAZIONALI E PER L'ABBATTIMENTO DELLE COSTITUZIONI DEMOCRATICHE

Antonello Boassa

Data la rilevanza dell'avanzamento della nuova frontiera Usa in Europa sempre più minacciosa dopo il quarto round per il trattato e dopo l'annessione di fatto alla Nato dell'Ucraina fonte di nuove difficoltà finanziarie per la UE e occasione di richiamo di capitali europei dovuto anche per il depauperamento dei consumi , ho pensato che fosse riproponibile un post scritto alcuni mesi fa sia pure con non poche modifiche .


a) l'obiettivo esterno
Come il trattato sia innanzitutto un accordo di guerra contro le nazioni ancora non americanizzate lo si evince da un capoverso del documento di Confinidustria "UE ed USA si riconoscono rilevanza strategica non solo vicendevolmente , ma anche impegnandosi a contrastare il protezionismo a livello globale ,agendo di comune accordo per combattere comportamenti anticoncorrenziali , sussidi statali , sostegni alle aziende di stato , restrizioni all'export di materie prime , sostegno discriminatorio ad imprese nazionali...si rende necessario perciò rafforzare le norme multilaterali ed internazionali sui diritti di proprietà intellettuale , sul lavoro e sull'ambiente" .


In poche righe , che potranno apparire innocenti ed ovvie ai media nostrani , vengono indicati obiettivi che messi in pratica abbatterebbero l'indipendenza di quelle nazioni che per sostenere i loro popoli non si sono arrese al neoliberismo ,cioè allo strapotere della finanza e delle multinazionali (vedi Venezuela , Ecuador ...) .



La nazione che voglia mantenere il controllo statale sui trasporti , sulla sanità , sull'istruzione...diventerebbe una nazione "fuorilegge"


Allo stesso tempo qualora disponesse di meccanismi protezionisti per tutelare l'agricoltura o ponesse dei limiti all'esportazione di materie prime necessarie al Paese . 

Neanche per la difesa dello stato sociale potrebbe opporsi in nome della "libera"concorrenza . 


Non potrebbe disporre di una sua legislazione in materia di diritti di proprietà intellettuale , sul lavoro , sull'ambiente ...

Creare difficoltà ad un Paese che intenda resistere è molto facile . 


Restrizioni al credito , accesso limitato ai mercati , embargo...
Altrimenti ci sono le "soluzioni "democratiche" . 

Penetrazione di ong alla Soros , video e foto di "massacri" inesistenti , provocazioni , movimenti di massa orchestrati con tanto di cecchini che sparano sulla folla , assalto "democratico" contro il potere costituito . 


Ma ci sono anche dei modi più spicci quali l'omicidio mirato , il colpo di stato , l'intervento militare diretto .

Transatlantic Trade and Investment Partnership (TTIP) .


La civiltà neoliberista ,come anche la frontiera americana , deve avanzare e ridurre il pianeta a sua immagine ,sopratutto ora che"la storia si è conclusa" e che "le ideologie sono state sgominate" . 


E perchè il suo Credo si affermi del tutto ,ogni crimine è permesso perché moralmente necessario e dunque giustificabile .



Reazioni:

0 commenti:

Subscribe to RSS Feed Follow me on Twitter!