mercoledì 12 marzo 2014

Nell'articolo, tradotto, che postiamo e pensiamo prezioso per chi si vuole informare seriamente per farne tesoro; vi è l'evidente  faziosità di questa consulente scientifica della commissione UE, Anne Glover, a cui viene data la possibilità di condizionare  e convincere i burocrati della UE circa la bontà degli OGM

Ci viene da vomitare , a vedere con quale nonchalance e facilità si possono infiltrare personaggi dubbi dentro tali istituzioni UE, e portare le loro idee corrotte dentro la Ue concetti falsi su un argomento di vitale importanza per la vita di milioni di persone.

E guarda caso a favore delle multinazionali della morte OGM come la Monsanto.

Sa Defenza


UE, la Salute umana e l'industria OGM: Burattini nei posti che contano

Colin Todhunter
globalresearch




Anne Glover ha recentemente dichiarato che non vi sono elementi di prova relativi agli effetti negativi degli OGM. Questa è una dichiarazione estremamente inquietante. E 'inquietante perché non è solo palesemente falsa, ma anche perché Anne Glover è  consulente scientifico della Commissione Europea.


In un'intervista a EurActiv il 24 luglio 2012 , ha dichiarato:
"Non esiste nessun caso concreto di impatto negativo  sulla salute umana, la salute degli animali o la salute ambientale, così che è prova piuttosto robusto, e sarei fiducioso nel dire che non c'è più il rischio di mangiare cibo OGM che mangiare cibo convenzionalmente d'allevamento." (1)

In una lettera ad Anne Glover, che è stata pubblicata sul sito web GM Watch, il dottor Brian John dice che la sua affermazione è una spudorata "bugia". John si presenta quale membro della comunità scientifica globale, ha un background con una preparazione nella ricerca ambientale ed una lunga lista di contatti sia nel mondo accademico che in quello ambientalista, dei consumatori, che della salute e delle ONG. Nella lettera alla Glover, afferma che molti dei suoi colleghi sono direttamente coinvolti nella ricerca in campo sugli OGM, e che hanno contribuito con centinaia di articoli nel campo OGM, supervisionati da altri colleghi scienziati.
Anne Glover scrisse nel 2012:
"Se analizziamo le prove dei dati di [oltre] 15 anni di crescente  consumo mondiale  di cibi OGM, vediamo che non vi è alcun caso motivato di impatto negativo sulla salute umana,  animale o  dell'ambiente che sia." (2)

Nel 2013, ha scritto:
"Non ci sono prove che le tecnologie OGM  siano più rischiosi rispetto alle tecnologie di coltivazione tradizionali e questo è stato confermato da migliaia di progetti di ricerca. Cibo prodotto con la tecnologia OGM è molto comune in altre parti del mondo, e non vi è prova che questo sia stato dannoso per le persone che lo hanno consumato o per l'ambiente in generale. "(3)
Il dr Brian John  chiede alla Glover:
"Con tutto il rispetto, questa non è che la ripetizione della stessa menzogna. Quali studi scientifici legge leiE da chi riceve tali suggerimenti  scientifici? "

prosegue dicendo:
"Vorrei fosse ben presente che esiste una documentazione pubblicata, abbondante ed inequivocabile e provata, sia nella letteratura supervisionata da scienziati che al di fuori di essa, del danno reale causato agli organismi viventi del mondo vegetale ed animale determinato dalla crescita di sementi OGM e dal consumo di prodotti contenenti OGM. Questo materiale pubblicato è disponibile  a qualunque scienziato che voglia esaminarlo, e molte delle pubblicazioni fondamentali sono presenti in una lista che ho recentemente compilato e che è stata pubblicata su GMO Free USA"(4)
John continua criticando fortemente la Glover per il suo approccio a dir poco “sospetto”:

"Ovviamente ci sono anche altre liste di studi pubblicati, alcune tese a dimostrare i danni associati agli OGM, altre tese a dimostrare che sono sicuri. Lei parla di “migliaia di progetti di ricerca” volendo far credere che tutti giungano alla stessa conclusione. La cosa è assolutamente insensata"
Anche se la Glover ami sostenere che nella 'comunità scientificaci sia consenso sui benefici e la sicurezza degli OGM, è palese che non sia così

John spiega:
"Il nocciolo della questione è che esiste una casistica decisiva che mostra come gli OGM siano dannosi ed i risultati dei primi studi sono confermati da studi successivi. Negare questa realtà è un perseverare nella falsità." 
Dimostrato questo (documentazione alla mano),  John prosegue dicendo: 
"…lei ritratterà la dichiarazione fatta nel 2012 ed accetterà che esistono abbondanti prove che dimostrano l’impatto negativo, sia diretto che indiretto, sulla salute umana ed animale e sull’ambiente; impatto negativo causato dal crescente consumo di OGM. E se si scuserà con quella parte della comunità scientifica le cui pubblicazioni, (comparse su riviste validate da scienziati che dimostrano i danni crescenti causati dagli OGM),  sono state da lei così diligentemente  ignorate"
In un comunicato stampa del dicembre 2013, la European Network of Scientists for Social and Environmental Responsibility  (ENSSER) ritiene "irresponsabile" la propaganda pro-OGM della Glover, avendo scelto di "ascoltare una sola parte della comunità scientifica, quella dei produttori di OGM e degli scienziati loro sodali "(5). Sulla base di una dichiarazione firmata da 297 scienziati ed esperti, la Dr.sa Angelika Hilbeck, presidente del ENSSER, basandosi su di una dichiarazione scritta e firmata da 297 fra scienziati ed esperti, ha aggiunto:
"Siamo sorpresi e soddisfatti per il forte sostegno ottenuto dalla dichiarazione. Sembra che ci siamo imbattuti in una profonda preoccupazione della comunità scientifica mondiale la quale, in nome della scienza, viene utilizzata tendenziosamente per fare affermazioni fuorvianti sulla sicurezza della tecnologia OGM." 
Glover ha gravi conflitti d'interesse che hanno portato Corinne Lepage (Membro del Parlamento Europeo ed ex Ministro francese per l’ambiente) a chiedere le sue dimissioni. Secondo GM Watch, la Glover è un azionista di una società biotech (6), e la sua formazione è di ingegnere genetico, portato al business. Il suo curriculum comprende la creazione dell'impresa Remedios, che è stata definita dai suoi colleghi del settore in Scozia la "Best New Biotechnology Company" per il Biotech in Scozia (7).
La propaganda pro-GM della Glover rispecchia quella di Owen Patterson, Segretario britannico all'Ambiente (8). Il suo collega britannico del partito conservatore Zac Goldsmith l'ha definito "un burattino nelle mani dell'industria del settore biotech" (9).

Le opinioni della Glover sono di grande e seria preoccupazione, per molti aspetti lei è sintomatica di un malessere molto più profondo, riconducibile  alla mancanza di indipendenza all'interno delle politiche dell'UE  dal settore del "biotech" e alimentari conglomerati e dall’industria alimentare, politiche che risultano corrotte da queste ultime con la conseguente distorsione delle procedure di controllo, a maggior danno del pubblico (10).
Leggi l'intera trascrizione della lettera di Brian John ad Anne Glover: http://gmwatch.eu/index.php/news/archive/2014/15308-eu-chief-science-adviser-s-gmo-safety-claims-are-a-lie


Note
http://www.ensser.org/media/0713/
Reazioni:

0 commenti:

Subscribe to RSS Feed Follow me on Twitter!