martedì 22 aprile 2014

DA MAASTRICHT AL TRATTATO DI LIBERO SCAMBIO USA-UE .  LICIO GELLI FINALMENTE SI AVVERA FINALMENTE IL SUOP SOGNO..
A. Boassa



Perchè si arrivasse ad un trattato che determinasse anche sul piano giuridico la subordinazione dello stato alle multinazionali era necessario un processo di lungo corso che durante la costruzione dell'Unione Europea provvedesse alla ideologizzazione di una gran parte delle sinistre , all'affermarsi di una cultura da mercato, all'indebolimento dei diritti sindacali e dello stato sociale con particolare accanimento contro la scuola pubblica , allo smantellamento delle Costituzioni democratiche , alla cessione infine della sovranità politica-economica-monetaria .


Sono "i lacci e i lacciuoli" , come a dire la presenza ingombrante dello stato come garante dei diritti della persona , le rappresentanze poltiche-sindacali-comunitarie , l'eccesso di diritti collettivi nell'istruzione-nella sanità-per la casa... , che costituiscono un freno allo slancio creativo delle imprese ed un ostacolo al "buon governo". 

La sovranità è una cosa seria e non la si può lasciare al popolo . L'oligarchia ha potuto realizzare ottime cose in questi anni (vedi Six Pach , Two Pach , Fiscal compact) proprio perchè vi è stata cessione di sovranità da parte degli stati membri . In tal modo si è potuta avere una reale legittimità di sovranità perché questa si acquisisce nell'efficacia dell'azione di governo . 
E per l'elite comunitaria l'efficienza è possibile solo se il timone di comando è affidato a un numero ristretto di esperti .

Via libera dunque al Trattato(TTIP) che dovrebbe entrare in vigore nel 2017 ed essere definitivamente attuato nel 2027 a tutto vantaggio delle due "comunità d'affari" USA-UE 

 
Avendo scritto sul TTIP già quattro post , costretto a ritornarci , dato il silenzio dei media nostrani , mi limiterò ora a segnalare solo alcune questioni di evidente rilevanza ( due post)


a) accordo contro le nazioni che al di là dell'occidente non intendano applicare il neoliberismo, mediante norme internazionali (dettate dal TTIP) che obblighino a non concedere sussidi di stato , sostegno alle aziende pubbliche , agevolazioni all'industria e all'agricoltura locale , ad impedire restrizioni all'export di materie prime . Tali nazioni diventerebbero "fuorilegge" se osassero difendere lo stato sociale in violazione della libera concorrenza


b) In Europa musica non dissimile con "composizione privatistica tra stato ed imprese" . E chi avrà la peggio sarà lo stato. Con la liberalizzazione dei servizi le multinazionali potranno concorrere legalmente su tutto ciò che può essere oggetto di profitto : scuola ,università ,sanità, trasporti ...e sbarazzarsi di proteste popolari ,di opinione pubblica , di referendum...



Le direttive UE sulle privatizzazioni ( e implicitamente sull'esproprio di poteri e di competenze delle comunità locali) in totale sintonia con il governo PD Renzi creano il terreno favorevole all'ingresso del TTIP, mediante il quale le multinazionali con specifici privilegi giuridici potranno spazzare definitivamenti i diritti del Territorio .

Continuo frattanto nella segnalazione delle questioni di maggior rilevanza che verranno introdotte dal TTIP.


c) con l'adozione di standard comuni si eliminano altri ostacoli alla ricerca del profitto . La ricerca sugli esseri viventi potrà essere più spregiudicata . "Alleggerito"il controllo sanitario sugli alimenti . Potremo mangiare carne agli ormoni , carne trattata con antibiotici non terapeutici , prodotti Ogm , importare carne lavata con la varecchina , consumare senza disporre della denominazione d'origine (micidiale tale disposizione per l'agroalimentare che si valorizza con l'origine certificata) ...


d) La cooperazione doganale favorirà il collasso dei settori che non potranno reggere la concorrenza delle multinazionali (dato l'obbligo per le istituzioni statali di non intervenire con agevolazioni che "svantaggerebbero" la libera concorrenza) ,con esiti dirompenti sull'occupazione , deteminando un ampliamento del divario tra aree ad alto "sviluppo" ed aree depresse , tra il"centro" dell'Europa e la sua periferia ...


e) Caduta degli ostacoli che si opponevano ad un'integrale colonizzazione culturale con particolare riferimento alle produzioni televisive e cinematografiche e ai servizi digitali nascenti che sarebbero facilmente spazzati via da giganti quali Google o Amazon...


f)nessuna riserva sul dumping monetario Usa . La federal Reserve , da quando per volontà imperiale il dollaro si è sganciato dalla convertibilità in oro , ha un'"allegra" politica di emissione di moneta che permette una più agevole esportabilità delle merci Usa a danno ovviamente dell'Europa nella cosidetta "libera concorrenza" . Dovrebbe essere scontata una presa di posizione per un "paniere" delle monete più forti , come ipotizzato dalla Cina ,ma non sembra praticabile dall' infingarda dirigenza politica della UE .



Del resto quanto sia dannoso per l'Europa questo moloch politico-burocratico che è la UE lo si è ben potuto vedere nella crisi ucraina con l'indecente sostegno dato ad un golpe che aveva come protagonisti partiti e squadracce nazifasciste , contribuendo a creare, come auspicato dalle forze politiche europee più retrive e dagli onnipresenti States una nuova cortina di ferro con la Russia che certamente non va in direzione di una pace duratura . 


Ma in fondo anche il TTIP , se esaminato nelle sue prospettive strategiche, è un trattato di guerra.





Reazioni:

0 commenti:

Subscribe to RSS Feed Follow me on Twitter!