martedì 15 aprile 2014

Scienziati scoprono il motivo per cui il miele è ancora il miglior antibiotico 
http://sadefenza.blogspot.it/
tradusiu de Sa Defenza
naturalnews


Gli antibiotici convenzionali sono prescritti e consumati in eccesso. Sono distribuiti come fossero caramelle,  e date superficialmente  a chiunque le chieda. I dati del 2010 ottenuti dai Centri statunitensi per il Controllo delle Malattie (CDC) mostrano che esiste un eccesso nelle prescrizioni di antibiotici tant'è che  sono distribuiti con la  media di 833 ricette ogni mille prescrizioni. 


Antibiotici convenzionali fanno gran danno ai pazienti nel lungo periodo

I medici prescrivono antibiotici per le infezioni virali con noncuranza, anche se inutili, dal momento in cui gli antibiotici sono efficaci solo per interrompere  le infezioni batteriche. A peggiorare le cose, è l'eccessivo  consumo che rendono più difficili l'eliminazione di future infezioni, dal momento in cui  gli antibiotici riducono i batteri utili nell'intestino. In questa commedia medica, i batteri resistenti agli antibiotici sono in aumento, adattandosi in modo singolare all'azione degli antibiotici. Il CDC ha recentemente identificato 20 ceppi di batteri resistenti, grazie alla dipendenza dovuta a queste eccessive prescrizioni. Un rapporto del 2013 della CDC da l'allarme, riferendo che le infezioni resistenti agli antibiotici aumentano ogni anno in oltre 2 milioni di persone. 

Gli antibiotici convenzionali stanno trasformando i pazienti in soggetti malati più vulnerabili e più a rischio di infezione. Dato che questa preoccupante tendenza continua, gli scienziati sono alla ricerca di risposte semplici. I ricercatori del Salve Regina University di Newport, Rode Island, stanno riscoprendo i motivi per cui il miele grezzo è ancor oggi uno dei migliori antibiotici naturali a nostra disposizione.

Il miele combatte le infezioni su più livelli e non favorisce i batteri resistenti

L'autore principale Susan M. Meschwitz, Ph.D., ha presentato i risultati alla 247a Assemblea nazionale della American Chemical Society. E dice: "La proprietà unica di miele risiede nella sua capacità di combattere le infezioni su più livelli, rendendo più difficile ai batteri di sviluppare resistenza ". Meschwitz ha detto che il miele utilizza una combinazione di armi tra cui polifenoli, perossido di idrogeno e un effetto osmotico. 
Il miele è praticamente un combattente ambidestro, e utilizza più modalità per uccidere i batteri . Uno di questi metodi di combattimento è il suo effetto di osmosi. Questo effetto deriva dalla elevata concentrazione di zucchero del miele. In questo processo, l'acqua viene prelevata dalle cellule dei batteri, lasciando gli agenti patogeni la sola scelta del disidratarsi e morire.

Il Miele interrompe le modalità di comunicazione dei batteri distruggendoli 

Il miele possiede anche proprietà che impediscono la formazione di biofilm. 
Questo biofilm viscido sono comunità di batteri che ospitano le malattie. Il Miele  rompe il processo di comunicazione in questo biofilm   batterico chiamato quorum sensing . Per rompere questo processo, il miele ai batteri interrompe questa possibilità di comunicare ed espandere la loro vitalitàSenza questa modalità di comunicazione, i batteri non possono rilasciare le tossine che aumentano la loro capacità di causare la malattiaMeschwitz ha detto che, interrompendo il quorum sensing, il comportamento virulento dei batteri è indebolito, " e rende i batteri più sensibili agli antibiotici convenzionali." I medici devono prescrivere miele prima, e antibiotici come ultima risorsa
Il miele è così potente che distrugge i batteri, e dovrebbe essere la prima modalità di trattamento nel trattamento di una malattia batterica. 

I medici devono prescrivere miele in primo luogo, dal momento che attacca i batteri da più angolazioni. 
Gli antibiotici dovrebbero essere la terapia "alternativa", o l' ultima spiaggia . Il miele è più potente perché impedisce la formazione di batteri resistenti agli antibiotici. Gli antibiotici convenzionali falliscono perché il loro obiettivo è solo la riduzione dei processi di crescita essenziali dei batteri. Questo permette ai batteri di costruire una resistenza nel tempo, e  distrugge anche i batteri utili nell'intestino del paziente. Il miele funziona in modo diverso, abbatte i processi di comunicazione dei batteri, mentre disidrata le strutture dei batteri attraverso un effetto di osmosi. Inoltre , il miele è abbondante di potenti antiossidanti in forma di polifenoli. Meschwitz aggiunge: "Diversi studi hanno dimostrato una correlazione tra l'antimicrobico non-perossido e l'attività antiossidante del miele e la presenza di composti fenolici miele."

Il miele è anche antivirale, antimicotico e pieno di antiossidanti 

Non solo il miele è antibatterico, ma è anche antivirale e antimicotico. Queste proprietà da sole lo rendono più potente degli antibiotici convenzionali. Il miele può indirizzare condizioni fungine non rilevate che possono essere la causa principale della malattia perpetua. Meschwitz ha detto che il suo team di ricercatori ha misurato il livello di attività antiossidante del miele. "Abbiamo separato e identificato i vari composti polifenoli antiossidanti. Nei nostri studi antibatterici, abbiamo testato l'attività del miele nei confronti di E.coli , Staphylococcus aureus e Pseudomonas aeruginosa , tra altri.
Mentre molte marche commerciali di miele vengono filtrati e falsati, il posto migliore per cercare questo delizioso medicinale e non filtrato è il miele grezzo presso le aziende di apicole locali. 

Il testo di questo articolo è liberamente utilizzabile a scopi non commerciali, citando la fonte sadefenza e l'autore della traduzione Vàturu  
Reazioni:

0 commenti:

Subscribe to RSS Feed Follow me on Twitter!