martedì 6 maggio 2014

Colonizzare Marte è necessario per salvare la specie umana dalla distruzione, così dice l'amministratore della NASA Charles Bolden  
naturalnews
David Gutierrez
Gli umani devono colonizzare Marte per garantire la  sopravvivenza della nostra specie, ha detto l'amministratore della NASA Charles Bolden all'apertura del Summit:  Humans 2 Mars  al George Washington University

Bolden parlava a sostegno dei piani dell'agenzia spaziale per sviluppare un nuovo equipaggio Orion con capsula e Space Launch  Sistem heavy-lift rocket, continua la ricerca presso la Stazione Spaziale Internazionale, per far atterrare un equipaggio umano su un asteroide a metà degli anni 2020 per poi portare esseri umani terrestri su Marte entro la metà degli anni 2030. 


Il piano della NASA di far sbarcare l'uomo su Marte è costituito da diverse fasi, tra cui il "lassoing" un asteroide da mettere in orbita della Luna entro il 2015, per imparare a coltivare piante nello spazio, e l'adattamento di stampanti 3D per la produzione di parti di ricambio per le navette spaziali. 


Bolden ha chiesto al Congresso degli Stati Uniti di aumentare i finanziamenti per questi programmi, tra cui 848 milioni dollari per una partnership con aziende private per trasportare gli astronauti alla Stazione Spaziale Internazionale a partire dal 2017. Il bilancio corrente della NASA è 17,65 miliardi dollari.


Missione per Marte
Colonizzare Marte (ed eventualmente altri sistemi solari) è l'unica garanzia contro l'estinzione, ha detto Bolden. Anche se è possibile che altra catastrofe globale possa spazzare via l'umanità, alla fine sarà il nostro sole che ci brucerà. "Uno di quei giorni verrà meno la storia della nostra stella, il sole", ha detto Bolden. 

"E' così, se questa specie vuole sopravvivere all'infinito, dobbiamo diventare una specie in molti pianeti. Per questo motivo abbiamo bisogno di andare su Marte dove  possiamo imparare a vivere su un altro pianeta, così  Mikaley,  mia nipotina, sarà pronta a muoversi fuori dal sistema solare, allora ne sapremo molto di più sul vivere lontano dal pianeta che conosciamo.
Marte è un trampolino di lancio per altri sistemi solari ". 
Secondo la maggior parte delle stime fatte da scienziati, il sole si espanderà  tra circa 5 miliardi di anni, partendo da oggi , ed allora la terra verrà distrutta, bruciata; d'altra parte altri scienziati stimano,  un tempo più  breve,  ci danno solo altri 1,75 miliardi di anni prima della distruzione della Terra. 
In confronto, (per capire le cifre) la civiltà umana ha circa 12.000 anni di vitaI lignaggi umani e gli scimpanzé sono divisi da circa 6 milioni di anni, mentre tra specie di  scimmie e  scimmie ci sono  circa 25 milioni di anni fa di evoluzione
La vita pluricellulare è nata solo  un miliardo di anni  fa (un miliardo è uguale a 1.000 milioni di anni).


Salute e rischi finanziari
Il richiamo fatto da di Bolden per avere maggiori finanziamenti può essere per un tempo molto lungo. 

"Ascolto Bolden e altri funzionari della NASA al vertice Mars (platinum sponsor: Boeing, gold sponsor: Lockheed Martin), mi chiedevo se le loro ambizioni procedevano a velocità di curvatura rispetto alla realtà qui sulla Terra ", così ha scritto l'editorialista del Washington Post Dana Milbank. "realtà di bilancio richiedono un approccio modesto per l'esplorazione umana dello spazio e non un moonshot stile Apollo", ha scritto Milbank. 

"Eppure funzionari NASA  ammettono che gli esseri umani non raggiungeranno Marte ai livelli di finanziamento attuali,  è difficile vedere  denaro in più  da un'epoca di budget sempre più ridotti. " 
Un recente rapporto del Congressional Budget Office ha concluso che la sostituzione di tutti gli equipaggi di esplorazione della NASA, si possono fare con l'esplorazione robotica e si potrebbe risparmiare 73 miliardi dollari in dieci anni. "maggiori capacità nel campo dell'elettronica e delle tecnologie dell'informazione hanno generalmente ridotto la necessità per gli esseri umani di volare in missioni spaziali", dice il rapporto. 
Un altro vantaggio di esplorazione robotica è che gli astronauti umani non debbono essere esposti agli alti livelli di radiazione dello spazio profondo, insieme al rischio di malattie da radiazioni e cancro correlato. 
Riconoscendo che i voli con equipaggio umano su Marte esporranno gli astronauti a più radiazioni, la NASA ha chiesto all'Istituto di Medicina di vedere se può essere "eticamente accettabile"  aumentare gli attuali limiti di esposizione alle radiazioni
"Non c'è bisogno di essere uno scienziato per riconoscere, che, se si sta cercando scorciatoie del genere, qualcosa non va nel vostro piano di missione ", ha scritto Milbank(Natural News Science

Fonti
http://www.delhidailynews.com
http://metro.co.uk
http://www.washingtonpost.com
http://www.isciencetimes.com
http://www.livescience.com/44986-monkeys-do-math.html
http://www.sciencedaily.com/articles/t/timeline_of_evolution.htm

Il testo di questo articolo è liberamente utilizzabile a scopi non commerciali, citando la fonte sa defenza e l’autore della traduzione Vàturu  


Reazioni:

0 commenti:

Subscribe to RSS Feed Follow me on Twitter!