sabato 28 giugno 2014

INTERESSANTE INTERVENTO SULL'UCRAINA DI MARTA GRANDE ( M5S ) SEPPUR LACUNOSO E A TRATTI FUORVIANTE

A. Boassa

Quando in questo parlamento , tra i più miserabile che la storia della Repubblica abbia mai avuto , si ode qualcosa di sensato e di non mistificante credo che vada rilevato immediatamente ... accade così di rado .

Marta Grande ha innanzitutto messo in rilievo che sul clima di violenza in Ucraina " siamo stati informati a senso unico " . Ha denunciato a chiare lettere che le operazioni di filtraggio della popolazione non sono altro che campi di concentramento preparati dal governo . Ha voluto giustamente evidenziare che l'operazione militare in corso perché potesse esse giustificata aveva bisogno della demonizzazione del nemico , la Russia ovviamente , cui la deputata ha riconosciuto il grande contributo che ha avuto nella vittoria contro il nazismo , non tralasciando di affermare che l'operazione militare ucraina è un atto di aggressione contro il suo stesso popolo realizzata con operazioni di "bassa macelleria" a sfondo etnico .

La deputata ha avuto il coraggio di denunciare "la malcelata politica di provocazione" contro la Russia di Washington e della Polonia . E tutto questo nel silenzio del governo . "Politica subita" -si presuppone dalla Nato e dalla UE- Non mi soffermo sulle altre questioni sollevate da Marta Grande sugli enormi interessi commerciali tra Italia e Russia - che si presuppone verrebbero compromessi per volontà Nato - e sulle questioni energetiche affrontate dai nostri governanti con superficialità sul piano climatico (vedi il disinteresse per le rinnovabili) su cui , tra l'altro , sono completamente d'accordo.

L'intervento lodevole ( di questi tempi poi) ha difettato tuttavia in profondità d'analisi . Non ci ha detto che l'insurrezione è stata organizzata con mercenari che sparavano sulla folla per attribuire le vittime alla polizia del governo legittimo . Non ci ha detto delle bande naziste armate da Nato e da UE nè della presenza di ufficiali tedeschi e israeliani , di mercenari americani , polacchi ... Non ci ha detto della continua presenza di politici americani che aizzavano contro -lo rispetto- il governo legittimo , come non ci ha detto del clima eversivo preparato scientemente dalle Ong di Soros .

Avremmo gradito che ci dicesse della presenza nel governo ucraino, nelle più alte cariche della magistratura come anche nell'esercito , di elementi di provata fede nazista . Avremo gradito che dicesse del fosforo bianco lanciato sulla popolazione civile ...

Non ci ha detto che è stato un golpe liberal nazista ...
Comunque , nella palude in cui versa il parlamento , un intervento degno di nota , sopratutto se si fa riferimento al pavido silenzio delle così dette sinistre radicali parlamentari ... ma , a proposito , domani è il 28 giugno...una buona opportunità per ritessere le fila...vecchia talpa


Reazioni:

0 commenti:

Subscribe to RSS Feed Follow me on Twitter!