giovedì 17 luglio 2014

200 marocchini terroristi ISIL uccisi in Iraq e in Siria

alalam
tradusiu da 
Sa Defenza




Il ministro degli Interni marocchino dice che oltre 200 cittadini marocchini che hanno aderito al gruppo terrorista dello Stato islamico dell'Iraq e il Levante (ISIL) sono stati uccisi, finora, in Iraq e in Siria.

Mohammad Hassad ha rilevato che tra i  2000 cittadini marocchini che militano tra le fila di ISIL,  cinque di loro hanno assunto posizioni dirigenziali nel gruppo terroristico.

Hassad stava parlando in un incontro con i membri della Camera dei Consiglieri del Marocco.


Citando informazioni di intelligence, Hassad ha detto che più di 1.000 marocchini si sono uniti ISIL in Iraq e in Siria lasciando il paese nordafricano, mentre i restanti sono cittadini marocchini residenti in Europa.

Il ministro dell'Interno ha inoltre aggiunto che più di 120 terroristi ISIL sono tornati in Marocco e che sono oggetto di indagine da parte dei servizi segreti marocchini.


I funzionari occidentali e arabi temono che le migliaia di cittadini arabi, europei e americani in lotta con il gruppo militante Takfir in Siria e in Iraq, una volta  tornati ai loro paesi d'origine, possono effettuare attacchi terroristici.

I militanti ISIL hanno occupato parti del nord Iraq dal giugno 10.

Si chiede ora  una risposta coordinata per sconfiggere i militanti del gruppo nel paese arabo.


Migliaia di persone sono state uccise e un milione di persone sono state sfollate dal'Iraq da quando i terroristi ISIL hanno lanciato il loro tentativo di impadronirsi del paese. 

L'assalto ha incontrato una dura resistenza da parte dell'esercito iracheno e della gente nei giorni scorsi.

NGD / BA
Reazioni:

0 commenti:

Subscribe to RSS Feed Follow me on Twitter!