sabato 30 agosto 2014

Human Right Watch esorta Kiev a riferire sulla posizione di Stenin



L’organizzazione internazionale per i diritti umani Human Right Watch esorta le autorità ucraine a rivelare il luogo in cui si trova il fotoreporter di Rossiya Segodnya Andrey Stenin.

Nel frattempo, la madre del giornalista ha ricevuto una lettera da un militare ucraino che ha descritto il modo in cui Stenin ha fotografato la sua detenzione dai miliziani. Egli scrive che il fotoreporter non l’ha picchiato, non l’ha torturato, ma semplicemente ha fatto il suo lavoro.
Sulla base di queste immagini il russo è stato accusato di complicità nelle torture.
Il contatto con Stenin, che ha lavorato nella parte orientale dell'Ucraina, è stato perso il 5 agosto. Ci sono prove sulla detenzione per opera delle forze di sicurezza ucraine, ma Kiev nega.

Reazioni:

0 commenti:

Subscribe to RSS Feed Follow me on Twitter!