giovedì 11 settembre 2014

Ucraina. Le madri dei separatisti ricevono le teste decapitate dei loro figli in scatole di legno




Se non è barbarie questo, cosa lo è?

Non siamo in Siria o Iraq dove il tristemente famoso califfato IS sta portando avanti la guerra del terrore contro  l'umanità  e il mondo tutto; siamo in Europa ,  in Ucraina, la guerra sostenuta dall'Europa  di Bruxelles e da tutti i suoi aderenti, compresa Roma.

Ecco la nuova etica romana che sostengono i neonazi finanziati dalla UE e addestrati da polacchi e americani...

Altro che vergogna è questa, questa è pura barbarie!

Sa Defenza


Ecco cosa stanno ricevendo le madri dei separatisti  del Donetsk nell’est dell’Ucraina. 

Le teste dei loro figli in scatole di legno. Una notizia apparsa il 10 settembre e che i media “ufficiali” non diffondono.

Al momento dicono le autorità di Donetsk non sanno quante di queste macabre scatole siano state mandate alle famiglie dei combattenti separatisti
.
L’unica certezza è che tutte queste teste, identificate, corrispondono a separatisti che combattevano nei pressi di Donetsk. Secondo le fonti, sarebbero stati fatti prigionieri o abbattuti in combattimento le milizie che sono stati catturati dai ribelli neonazisti di "Pravy Sector " (settore destro).

E’ barbarie allo stato puro ma sono immagini che non vanno nascoste, perché sono la realtà di quanto accade alle porte dell’Europa.

Reazioni:

0 commenti:

Subscribe to RSS Feed Follow me on Twitter!