giovedì 2 ottobre 2014

DOCUMENTARIO SU ISIS del reporter di guerra anglo-palestinese Medyan Dairieh

commento di A. Boassa

Medyan Dairieh
IL DOCUMENTARIO evidenzia non solo la grande espansione territoriale dello Stato islamico (IS) e le sue risorse in campo amministrativo (dovute in gran parte agli addestratori occidentali) ma anche il vigore e la compattezza del suo bagaglio ideologico che attrae nuovi adepti anche da aree islamiche lontane .

Lo stravolgimento del Corano e la sharia costituiscono l'asse portante e il punto di riferimento dei comportamenti e delle abitudini dei fedeli che in quanto tali non possono essere se non combattenti contro gli infedeli e gli apostati . 

E mentre l'Is comincia a far paura a chi lo ha generato , addestrato ,armato e finanziato , gli States sono in questa fase interessati unicamente ad abbattere Assad e gli stati autonomi curdi e ben poco preoccupati sia dei crimini dei Jihadisti sia degli sviluppi non controllabili dell'azione militare e politica del Califatto . 

Obama non fa altro che inventare nuove menzogne sulla Siria che abbiamo documentato in altri post mentre i suoi "bombardamenti" sono interessati non a combattere realmente i jihadisti come va ipocritamente dichiarando ma a preparare il terreno per l'invasione turca del nord-est della Siria . 

Gli apprendisti stregoni (Usa , UE ,Israele) che hanno innescato la miccia Is e che non hanno ancora nessuna intenzione di combatterla allo scopo di destabilizzare la regione e di porre in crisi l'asse sciita dal Libano all'Iran ,con il loro squallido cinismo hanno causato la morte di un numero immenso di morti , hanno acceso un fuoco che sono sicuri di spegnere quando vogliono . 

Ma non sarà così . 

Perché quel fuoco può arrivare fin dentro le loro case .

Reazioni:

1 commenti:

Subscribe to RSS Feed Follow me on Twitter!