venerdì 16 gennaio 2015

Dopo l'ondata di scandali degli alimenti contaminati da elementi chimici tossici, in Cina esplode la popolarità del biologico...

Julie Wilson
NaturalNews
tradusiu et imprentau
de Sa Defenza


In una terra circondata da inquinamento e norme di sicurezza alimentari permissive, i cinesi nella speranza di vivere una vita più sana si stanno rivolgendo al biologico, una nuova consapevolezza, che si rivolge ad una  migliore nutrizione fornita da alimenti di qualità superiore.


Una moltitudine di scandali alimentari ha piegato i cinesi stanchi di acquistare gli alimenti inquinati del mercato tradizionale del paese. Nel 2013, una fabbrica alimentare nella città di Kunming è stata usata l'acqua del vicino laghetto per produrre vermicelli di riso. Lo stagno è usato specificamente  per lavarsi i piedi, vedi il report . Nello stesso anno, a Pechino al KFC è stato servito riso che conteneva 13 volte più batteri dell'acqua del WC.

Una filiale cinese, fornitrice di carne, della OSI Group è stata accusata di usare carne scaduta, venduta alle grandi catene di fast-food come McDonald e KFC. Le norme alimentari cinesi sono così esigue che Food Sentry, una società americana di consulenza sul cibo, l'ha classificata come uno dei peggiori violatori della sicurezza alimentare di tutto il mondo nel 2014, vedi CNBC.

Gli scandali alimentari non sono passati inosservati. Nel 2012 un sondaggio Pew ha rilevato che il 41 per cento dei cinesi erano "profondamente preoccupati" per la sicurezza alimentare, rispetto ad appena il 12 per cento quattro anni prima.
Il mercato alimentare interno cinese è intriso di corruzione 

Mentre la Cina è diventata un esportatore emergente per gli alimenti biologici, le loro norme nazionali sono molto più scarse di quelle per l'industria di esportazione, gli alimenti da export subiscono rigorosi test su richiesta dell'importatore.
Il cibo "biologico" in Cina si suppone essere coltivato senza pesticidi e fertilizzanti sintetici; tuttavia, è difficile sapere se è vero.
Alcuni produttori sono stati anche catturati falsamente la possibilità di etichette "organici". funzionari governativi cinesi continuano a minimizzare la crisi del Paese che coinvolge cibo standard di sicurezza, con il capo della Cina Food and Drug Administration afferma che la sicurezza alimentare è "non caratterizzato da maggiore rischio sistematico."

I prodotti biologici coltivati ​​in Cina costano cinque volte di più del cibo coltivato convenzionalmente... 


Una dipendente lavora con prodotti della fattoria lavorati con le tecniche dell'agricoltura biologica a Pechino.

Zhu Xun, CEO di una azienda agricola con sede a Pechino la Noah Organic, ha iniziato la sua attività in proprio dopo essere stato ispirato da recenti scandali alimentari del paese. "L'intento è che, sia io che i miei amici, vogliamo mangiare più sano; anche nei ristoranti, non sappiamo la provenienza delle verdure e della carne.

La fattoria  organico di  Xun evita fertilizzanti e pesticidi, usando il metodo biologico anche con insetti che combattono altri insetti, per proteggere le colture. I suoi prodotti di qualità superiore, non sono molto convenienti, poiché costano cinque volte di più degli alimenti convenzionali venduti nei supermercati. Sei chili di verdure costano dell'acquirente 199 yuan, o 32 $, e se si vuole 10 uova e un sacchetto di cereali il prezzo sale a 299 yuan o 48 $.

Alcune aziende biologiche offrono iscrizioni a una associazione di consumatori, invitandoli a visitare l'azienda e permettendo loro di testimoniare in prima persona le pratiche sostenibili usate nella fattoria.

Nel 2012, l'industria biologica della Cina è stata valutata su una cifra stimata di 13 miliardi dollari, con vendite di alimenti biologici confezionati (come il miele e cereali), l'aumento di vendita dallo scorso anno è del 46 per cento in più, secondo Euromonitor International come da report di Bloomberg .

Mentre molti cinesi si stanno impegnando a fondo per produrre e mettere a disposizione il cibo di qualità migliore, i guai ambientali del paese rimangono un problema minaccioso. Più della metà delle acque sotterranee della Cina è fortemente inquinata , come lo è l'acqua di superficie, il che rende difficile per gli agricoltori biologici far crescere in alta qualità i prodotti.

Purtroppo, il problema sta solo peggiorare a causa di lassismo sulla vigilanza ambientale e la mancanza di volontà di cambiare.

La qualità dell'acqua potabile sotterranea è peggiorata in 754 zone, secondo un rapporto annuale pubblicato dal Ministero delle Risorse della Terra cinese. Circa un quinto dei terreni agricoli della Cina è inquinato a causa della selvaggia industrializzazione, l'uso eccessivo di prodotti chimici agricoli e delle deboli politiche di protezione ambientale.
Gli standard di sicurezza della Cina sui prodotti chimici non sono migliori. Attualmente, sono solo 62 le sostanze inquinanti elencate come dannosi, contro le circa 4.000 in commercio.
Note:





http://rt.com



Reazioni:

0 commenti:

Subscribe to RSS Feed Follow me on Twitter!