domenica 15 marzo 2015

CHARLIE HEBDO: Un Generale francese denuncia la manipolazione negli attentati di Parigi... 

Una lettera coraggiosa, di un Generale francese,  contro l'establisment politico che strumentalizza l'emotività popolare per nascondere la svendita della sovranità nazionale a favore di élite sovranazionali che calpestano la storia e i diritti dei popoli..
Sa Defenza


Rafik Meddour
tradusiu imprentau
de Sa Defenza


Lettera a un ufficiale musulmano , il Generale francese Henri Poncet protesta contro l'operazione  emozionale suscitata dagli attacchi contro la rivista satirica Charlie Hebdo . Pubblicato da un sito web, la lettera del funzionario conferma tutto ciò che viene detto circa la grande macchina propagandistica anti-musulmana e anti-immigrazione che ha messo in moto gli attacchi mortali.
Di ritorno dagli Stati Uniti un paio di giorni dopo gli atti terroristici che hanno colpito la Francia, il Generale Poncet si unisce così a queste voci dissenzienti che denunciano l'ipocrisia dei politici a corto di idee. "Capisco il tuo disagio, mi ricordo il tuo sguardo preoccupato, da giovane sottufficiale,  quando assegnato al mio personale , nel mio giro di scolta che facevo regolarmente, entrato  nel tuo ufficio, hai visto che avevo notato il  tappeto da preghiera piegato in un angolo. "Praticante?" ti chiesi, tu rispondesti affermativamente, vidi il tuo sollievo quando ho aggiunto:'soldato francese e musulmano, nessun problema' ".
Nella lettera al Capitano Djamel continua: « Mi hai anche detto che hai rifiutato di partecipare a qualsiasi manifestazione. Ti Capisco. Lo slancio emotivo e spontaneo è stato strumentalizzato per lanciare un'operazione di manipolazione delle masse, che hanno provocato queste grandi manifestazioni. Ti assicuro, che se fossi stato in Francia, me ne sarei astenuto . "

L'ex comandante di operazioni speciali va oltre, affermando che " la libertà di espressione non scusa tutto e non giustifica il diritto di caricatura oltraggiosa che assimilo all'insulto più spregevole . " Per il Generale Henri Poncet, le vignette di Charlie Hebdo non sono arte. Essi non si adattano ai valori repubblicani o al principio della libertà di espressione e di opinione. Ritiene che la forte emozione causata da questi attacchi è stata utilizzata da alcuni politici francesi, in nome della laicità per alimentare l'odio dei musulmani.

" L'aver elevato queste vignette a valore repubblicano e simbolo di libertà, di aver dato loro un etichetta nazionale, ... ", cita ciò che scriveva Albert Camus in The Rebel " La libertà assoluta viola la giustizia. La Giustizia assoluta nega la libertà. Per essere feconda, i due concetti devono trovare l'una nell'altra i propri limiti. "
E sempre in The Rebel , evoca questo limite facendo riferimento ai Greci che " Nemesi, dea della misura, è fatale agli sproporzionati ". Questo ufficiale superiore, ribelle, ritiene che " ..è tutto un insieme delle nostre operazioni psicologiche che sono crollate. Mi auguro che le nostre autorità non stiano dimenticando che la libertà di parola viene data con la responsabilità ." " La classe politica, di tutte le classi, ha  nascosto la sua incuria e incapacità nell'esercitare le funzioni sovrane dello stato per quasi vent'anni ".

Egli si rammarica della classe politica che " ha giocato sulla emotività popolare, per evitare di essere accusata dal popolo . " Egli quindi rivolto al Capitano Djamel lo incoraggia a non abbassare lo sguardo perché  musulmano ma di essere orgoglioso del suo esercito. " Dal tuo esercito, Djamel, hai il diritto di essere fiero, orgogliosi di se stessi, dei tuoi fratelli d'armi. Puoi guardare la bandiera del reggimento senza abbassare lo sguardo. Tu ha diritto al rispetto dei tuoi concittadini, del tuo Paese, del tuo comandante in capo, perché tu ti batti per la libertà, l'uguaglianza e la fraternità ", questo ha affermato il enerale Henri Poncet.

Una lettera magistrale che può sollevare l'indignazione  Francesi, in particolare verso quegli ambienti politici e dei media di Parigi.



Fonte: algeriepatriotique.com

Via http://www.cercledesvolontaires.fr/2015/02/16/un-general-francais-denonce-la-manipulation-dans-laffaire-des-attentats-de-paris-algerie-patriotique/
Reazioni:

0 commenti:

Subscribe to RSS Feed Follow me on Twitter!