giovedì 26 marzo 2015

IL CONGRESSO [USA] CHIEDE LA GUERRA IN UCRAINA! 

di DANIEL MCADAMS
ronpaulinstitute
trd Cristina Bassi

Sono passate solo alcune settimane da quando il cessate il fuoco europeo, che è stato negoziato, ha ridotto enormemente la violenza in Ucraina e la Casa dei Rappresentanti Americana oggi fa un grande passo in avanti, riaccendendo ed espandendo la maledetta guerra civile.

Una "Resolution", "che chiede al Presidente di dare assistenza militare per difendere l'integrità territoriale e sovranità" si è furtivamente fatta strada oggi alla Camera senza essere stata dibattuta nei rilevanti Comitati della Camera (House Committees) e senza che nemmeno le sia stato dato un numero di proposta di legge prima che fosse data la parola!

Denominata ora H. Res. 162, la proposta di legge richiede che il presidente Obama mandi dell'equipaggiamento militare letale al governo di Kiev, appoggiato dagli USA e che chiarisca che le armi devono essere usate per l'azione militare di riportare la Crimea e parti della Ucraina dell'Est sotto il governo di Kiev.

Il Congresso vuole una guerra in Ucraina e non si accontenterà del cessate il fuoco!

Occorre chiarire il vero effetto mondiale di questa Risoluzione : il Congresso USA sta dando a Kiev il via libera per iniziare una guerra con la Russia, con la garanzia implicita dell'appoggio USA. Questo potrebbe realmente far scattare la Terza Guerra Mondiale

La Risoluzione ignora convenientemente che l'attuale crisi in Ucraina è stata aizzata dal colpo di stato appoggiato dagli USA che ha estromesso il governo eletto di Viktor Yanukovych. La secessione della Crimea e della Ucraina Orientale sono state una reazione al colpo di stato illegale architettato dai funzionari USA come Victoria Nuland e Geoff Pyatt.
Il Congresso invece agisce come se una mattina i Russi si fossero svegliati e avessero deciso di invadere la Crimea e l'Ucraina dell'Est . Non si fa menzione del sostegno USA al colpo di Stato o addirittura che ci sia stato!

Infatti una lettura della Risoluzione mostra che si tratta di revisionismo par excellence:

Laddove la Federazione Russa sotto il Presidente Vladimir Putin si è impegnata in una aggressione senza sosta di ordine politico, economico e militare per sovvertire l'indipendenza e violare l'integrità territoriale dell'Ucraina ; ... Laddove l'aggressione russa contro l'Ucraina non è che la manifestazione più visibile e recente di una strategia revisionista del Kremlino per ridisegnare dei confini internazionali ed imporre il suo volere sui vicini, inclusi gli alleati NATO;
Vergognosamente, la risoluzione incolpa la Russia per le migliaia di persone uccise dai bombardamenti di Kiev sui centri civili dell'Ucraina dell'Est.

Ma la Risoluzione va anche oltre, esplicitamente chiedendo che gli USA sostengano un regime change nella Russia stessa:
Laddove gli Stati Uniti ed i suoi alleati necessitano di una strategia a lungo termine per esporre e sfidare la corruzione di Vladimir Putin e la repressione interna e all'estero;

"Esporre e sfidare" il Presidente russo in casa sua.

Durante il dibattito nelle prese di parola, il Repubblicano Eliot Engel (D-NY) ha persino paragonato l' azione russa in Ucraina, alla invasione di Hitler in Cecoslovacchia, richiedendo che questa volta "Hitler" venga fermato prima che vada oltre!

Non un singolo membro del Congresso ha preso la parola per opporsi a questa pericolosa Risoluzione.
Questo passaggio della Risoluzione dovrebbe chiarire che la leadership politica degli USA non accetterà qualcosa che sia inferiore alla guerra con la Russia.


Reazioni:

0 commenti:

Subscribe to RSS Feed Follow me on Twitter!