mercoledì 11 marzo 2015

Il presidente Obama dichiara il Venezuela "una minaccia alla sicurezza nazionale", cerca il cambio di regime...

Eric Zuesse
Global Research 
10 marzo 2015
tradusiu printau
de Sa Defenza

L'amministrazione del "nero" [*] Obama, che nel 2009 ha fornito l'assistenza fondamentale che ha consentito al presidente democratico dell'Honduras di essere rovesciato e ha sostenuto una giunta di oligarchi per sostituirlo, nel 2014 ha perpetrato un sanguinoso colpo di stato che ha sostituito il corrotto ma democraticamente eletto presidente ucraino Viktor Yanukovich , sostituendolo con  un governo anti-russo di uomini ugualmente corrotti, e, quindi, la guerra civile scatenata in Ucraina contro l'est dell'Ucraina, che aveva votato al 90% per Yanukovich, e ora di nuovo cercano di rovesciare il presidente democraticamente eletto del Venezuela, Nicolas Maduro.

Reuters Lunedi 
marzo ha titolato " Gli USA dichiarano il Venezuela una minaccia per la sicurezza nazionale, sanzioni agli alti funzionari",  il loro rapporto fornisce in chiusura, sostegno a un politico dell'opposizione, che  Obama sostiene e dice: "Non è un problema con il Venezuela o con venezuelani; è un problema per i più corrotti "(cioè, Maduro e il suo governo).

In altre parole, ancora una volta, l'idea che  Obama sta spingendo è: stiamo solo cercando di sostituire un 'corrotto' capo di Stato eletto.

La Casa Bianca spiega il suo ordine esecutivo del 9 marzo, dicendo: "Il presidente Obama ha rilasciato oggi un nuovo Ordine Esecutivo (OE) dichiara una emergenza nazionale per quanto riguarda la minaccia inusuale e straordinaria alla sicurezza nazionale e la politica estera degli Stati Uniti posta dalla situazione in Venezuela. ... In particolare, l'OE rivolge  di concerto con il Dipartimento di Stato, a cui chiede di volgersi in ... azioni o politiche che minano i processi o le istituzioni democratiche. "

Lo stesso Ordine Esecutivo dichiara che il governo attuale del Venezuela limita i diritti ed è corrotto, per cui "costituisce una minaccia insolita e straordinaria per la sicurezza nazionale e la politica estera degli Stati Uniti, e la dichiara un'emergenza nazionale da affrontare. "

Il 14 febbraio 2015, il presidente Maduro ha sventato un tentativo di colpo di stato, contro di lui sostenuto dai governi del Canada e del Regno Unito. Questo dopo quello del tentativo sventato quasi un anno fa  da parte del governo degli Stati Uniti. Nel dicembre 2013 il governo Maduro ha presentato prove dettagliate che gli Stati Uniti stavano progettando un colpo di stato contro di lui.

Il 15 gennaio 2015, Maduro ha incontrato il presidente russo Vladimir Putin al Cremlino. L'amministrazione Obama, naturalmente, sta cercando di far cadere il presidente Putin.

Il presidente Obama sta anche cercando di far cadere il presidente siriano Bashar al-Assad. Nel 2011, aveva bombardato via il regime del presidente della Libia Muammar Gheddafi. Sia Assad e Gheddafi   sono stati alleati della Russia, come lo è l'Iran. L'amministrazione di Obama sta ora assistendo l'ISIS nella sua guerra contro Assad, e nel mentre bombarda i "nemici di Assad" l'ISIS.


Lo storico investigativo Eric Zuesse è autore, di: They’re Not Even Close: The Democratic vs. Republican Economic Records, 1910-2010




 note di SD
"nero" Obama, inteso nel senso spirituale

Reazioni:

0 commenti:

Subscribe to RSS Feed Follow me on Twitter!