sabato 4 aprile 2015

La determinazione popolare contro il fracking si deve far sentire in tutta la società , per evitare di fare anche qui le stesse scelte avventuriste che ha approvato il governo dell'agente americano in Germania A.MERKEL, in tutta l'Ue i gruppi “No Fracking” spingono per una definitiva messa al bando della pratica, come ha già fatto la Francia nel 2011
Sa Defenza

Angela Merkel: l'agente americano di Germania...


Eric Zuesse
RINF Alternative News

trd de Sa Defenza

Il 1 ° Mercoledì, Aprile, il governo della cancelliera tedesca Angela Merkel ha approvato una misura per introdurre il fracking in Germania, brevetti di proprietà delle "grandi aziende americane, tra cui la Halliburton, Baker Hughes e Schlumberger" . Non è che un preludio al patto segreto Trans-Atlantic Trade & Investment Partnership (TTIP) il patto di Obama con l'Europa che subordinerà le leggi e i regolamenti delle nazioni europee agli interessi delle multinazionali  e che sarà dominato dalle corporations americane che potranno aggirare tutte le leggi e normative sull'ambiente  delle nazioni europee  i diritti del lavoro e le norme a protezione dei consumatori e danneggiare così le economie europee in generale.


E' inoltre un modo per accelerare l'allontanamento dell'Europa dal mercato energetico russo, portando a un ruolo dominante le compagnie petrolifere americane ed europee. Il German Economic News titolava il 1 ° aprile, "L'anticipo del TTIP: il governo federale porta il Fracking in Germania," e riferisce che:
Il controverso processo  di estrazione del petrolio da scisto [gas shale] (fracking) è in arrivo in Germania: Il Governo Federale per non provocare troppo grandi proteste in patria, ha sottolineato che il fracking è inizialmente consentito solo a scopo di test. Ma in realtà, il testo di legge Federal Environment and the Federal Ministry of Economics, approvato oggi dal Consiglio dei Ministri, permette anche l'estrazione successiva su larga scala di gas shale .... 
L'interesse americano in un conflitto continuo latente in Ucraina provoca anche gli europei a temere che il gas russo potrebbe fermarsi e quindi guidare l'Europa a dare la nostra ancora una notevole resistenza contro fracking. Alcuni politici americani hanno interessi personali, come ad esempio il vicepresidente americano Biden, il cui figlio lavora per una società di fracking ucraina.
Lo scorso anno [l'agente USA, amico di Angela Merkel, e il presidente del Consiglio Europeo, Donald] Tusk ha scritto  sul Financial Times che ' l'eccessiva dipendenza dall'energia russa' è una debolezza  per l'UE. Attualmente, i paesi dell'Unione europea ricevono dalla Russia il 44% del gas naturale e il 33% dalla Norvegia. ... Oggettivamente, non c'è motivo di temere nulla dai russi: la  stessa Angela Merkel ha ammesso pochi mesi fa, che i russi hanno sempre rispettato onorato i loro contratti del gas e sono quindi un partner affidabile.

La Halliburton e la Baker-Hughes si sono fuse, e sono i principali proprietari dei brevetti del fracking. La Schlumberger è la terza, mentre a una certa distanza  la ExxonMobil è  quarta. Quindi, questo potrebbe dare una forte spinta verso l'alto ai titoli di queste aziende.

Il fatto che l'unica analisi economica indipendente sull'impatto del TTIP rileva che, senza dubbio danneggia le economie europee, e soprattutto aumentanno le disuguaglianze nella distribuzione della ricchezza, sia  negli USA che nell'UE, suggerisce che il controllo della aristocrazia americane su quella europea deve essere piuttosto forte, visto che possono spingere verso l'approvazione  del TTIP personaggi come la Merkel e Tusk


La Merkel ha già dimostrato di essere il garante nella UE dell'austerità ("il Washington Consensus") in particolare sia sui residenti Grecia che sulla Spagna perché siano garantiti i pagamenti dei titoli e obbligazionisti di questi paesi; ma in questo caso gli interessi di cui si cura  specificamente sono quelli degli aristocratici americani. E, in particolare, delle compagnie petrolifere che saranno primi beneficiari della sua manovra a favore del fracking, soprattutto quelli americani. La Merkel è originaria della ex Germania dell'Est, e, a quanto pare, gli sono invisi i Russi come lo sono a Barack Obama vedi il report della  CIA  nel libro:"Presidential Puppetry"

Dopo la riunione di Gabinetto, in una conferenza stampa congiunta si è svolto con il primo ministro ucraino Arseniy Yatsenyuk, in cui ha detto, e Lei gli ha fatto eco, che l'Ucraina è pronta ad aderire all'UE e si stavano facendo i progressi necessari contro la corruzione, e altre questioni. 
Yatsenyuk ha pure affermato che le uniche barriere che lo impediscono, è l'aggressione russa, la carenza di finanziamento dalla Germania e da altre nazioni occidentali. I due leader hanno dichiarato che l'Ucraina è in prima linea contro la minaccia della Russia, e la Merkel ha promesso di fare tutto quanto è necessario per aiutarli.

Per dirla con parole di un articolo di stampa russa:

"Ribadendo la loro reciproca amicizia , il comune odio verso la Russia, e le brillanti prospettive di un'Ucraina sulla strada verso l'Europa, i capi di governo hanno ricordato loro storia comune. Yatseniuk ha nuovamente accusato la Russia di cercare di 'privatizzare la storia dell'Ucraina', riferendosi al dibattito sulla partecipazione dell'Ucraina alla vittoria sulla Germania nazista. Quindi il Primo Ministro ucraino ha proposto di celebrare il 8 maggio come un giorno di riconciliazione e di solidarietà europea. "

Eric Zuesse è un ricercatore storico e l'autore del recentemente libro They’re Not Even Close: The Democratic vs. Republican Economic Records, 1910-2010


Reazioni:

0 commenti:

Subscribe to RSS Feed Follow me on Twitter!