domenica 31 maggio 2015

L'FBI ha una forza aerea segreta:  droni di sorveglianza circondati da segreto e nascosti in una società fantasma...

JD Heyes
NaturalNews
trd Sa Defenza


All'insaputa della maggior parte degli americani, la prima forza dell'ordine federale della nazione l'FBI ha la propria forza aerea e la utilizza per spiare le persone. 

Come riportato da ARS Technica , le tensioni e le recenti proteste e violenze di Baltimora hanno finito le proteste, un piccolo squadrone di "innocui" aerei, hanno iniziato a vigilare i quartieri più colpiti dai disordini e altri atti dei giorni scorsi. 

I droni hanno dato al Baltimore City Police una grande capacità di sorveglianza aerea, sia nel controllo delle proteste che nel tenere sotto controllo qualsiasi potenziale attività criminale. 
Ulteriore segnalazione del Washington Post ha osservato che gli aerei - alcuni di loro, in ogni caso -. sono parte di una forza aerea segreta del FBI fatta di piccoli aeromobili [droni] equipaggiati con dei sensori che sono stati perfezionati sui campi di battaglia dell'Iraq e dell'Afghanistan nella raccolta di informazioni. 

Il Post ha pure detto che i piani e servizi sono estesi a livello nazionale. Questi droni sono dotati di sistemi di sorveglianza notturna e diurna ad alta definizione, e nel loro volo sopra la città,  stanno aiutando la polizia con un nuovo modo di indagine  nell'individuare  chi viola il coprifuoco (o altre attività non ancora determinate).

Si sollevano timori per la soppressione delle libertà civili 

"Durante i recenti disordini, l'FBI ha fornito i velivoli al dipartimento di polizia di Baltimora con lo scopo di fornire immagini aeree delle possibili attività criminali", ha detto un portavoce anonimo dell'FBI ARS Technica
"Gli aerei sono stati specificamente utilizzati per fornire l'osservazione ad alta quota della potenziale attività criminale per consentire una risposta rapida dagli agenti di polizia a terra ". 
Ha aggiunto il portavoce che i voli "erano lì per attività di monitoraggio, legalmente protetti dal Primo Emendamento, e che eventualmente si trattava di aerei  di supporto, alle forze di polizia locale, dell'FBI con autorizzazioni di alto livello."  

"First Amendment activity" Per la cronaca, l'FBI ha una lunga  storia di monitoraggio. Alla fine degli anni '60 e primi anni '70, l'agenzia - per volere del presidente Nixon e del direttore J. Edgar Hoover - hanno monitorato le proteste dei manifestanti contrari alla guerra in Vietnam, tra loro vi era l'attuale Segretario di Stato John F. Kerry. [ndt come si cambia nella vita, vedi Kerry da pacifista a ministro delle industrie d'armi]
L'attività di monitoraggio  negli anni '60 e '70 eseguita dalla FBI vi erano parte del focus la Church Committee, i cui risultati sbilanciati del governo di intelligence alla fine ha portato il passaggio di mano nel Foreign Intelligence Surveillance Act 1978 e la creazione del tribunale FISA

Il portavoce del Baltimore City Police il Capitano Eric Kowalczyk ha detto che ARS Technica e il suo dipartimento hanno ricevuto richieste di informazioni da parte dei media riguardo ai voli dell'FBI, ma il reparto non aveva ancora rilasciato alcuna dichiarazione.

"Queste tecnologie, spaziano molto in ampiezza nella raccolta di informazioni"

Il Washington Post ha riferito che dei voli sono stati notati dai residenti di Baltimora, e  indagando su Twitter di "the light plan" voli "in circles" sopra la città durante i recenti disordini.

Il Post ha inoltre osservato che un drone che è stato osservato volteggiare su Baltimora "registrato a nome di una agenzia la GN Research di Bristow, vista nei pressi del Manassas Regional Airport. Le ricerche effettuate nei registri di documentazione pubblica hanno rivelato poco o nulla sulla società, informazioni non  raggiungibili, rivelatesi infruttuose ", riferisce il giornale
Il Post ha inoltre affermato che gruppi sempre più numerosi di associazioni e di persone sono preoccupate poiché vedono una lesione delle libertà civili e della privacy, ed hanno cominciato a porre domande: La scoperta dei voli - che ha coinvolto almeno due droni e l'assistenza del FBI - ha spinto l'American Civil Liberties Union a chiedere dei chiarimenti sulla legalità delle operazioni e quale fosse la portata della tecnologia utilizzata. Gli aerei sono armati con i più recenti sistemi di sorveglianza in grado di monitorare aree molto più grandi da quelle supportate dagli elicotteri della polizia e rimanere molto più tempo in volo, sollevando nuovi problemi sulle libertà civili che hanno finora ottenuto poco riscontro nei tribunali. 

I difensori delle libertà civili temono che la tecnologia di sorveglianza impiegata dei poco noti aerei e droni del FBI , in grado di immagazzinare tranquillamente immagini di decine di isolati e persino di molte miglia quadrate, e catturare i movimenti di persone che altrimenti non sono sotto controllo o sospetti di reato. Da parte sua, l'ACLU ha detto che si starebbe archiviando il Freedom of Information Act che richiede alle agenzie federali di poter conoscere meglio i piani di sorveglianza e dei loro ruoli.
"Molte di queste tecnologie che  spaziano in un grande raggio di azione e che registrano ogni movimento possibile ovunque nelle città, ci pone un problema definibile minimo, ovvero, la necessità di vedere soddisfatto il  diritto del pubblico di sapere cosa stia succedendo sopra la sua testa" dice Jay Stanley, analista politico senior presso l'ACLU specializzato in questioni di privacy e di tecnologia.

Note:

http://arstechnica.com

http://www.intelligence.senate.gov

http://www.intelligence.senate.gov

http://www.washingtonpost.com


Reazioni:

0 commenti:

Subscribe to RSS Feed Follow me on Twitter!