venerdì 29 maggio 2015

L'UE si inchina alle forti pressioni degli Stati Uniti sul TTIP e riduce i controlli sulle sostanze chimiche cancerogene...

rt.com
trd Sa Defenza

Unione europea il capo negoziatore Ignacio Garcia Bercero e capo negoziatore statunitense Dan Mullaney (sx) affrontano una conferenza stampa congiunta dopo il quarto ciclo di negoziati commerciali UE-USA per il Commercio e gli Investimenti di partenariato transatlantico (TTIP) a Bruxelles (Reuters / Francois Lenoir)




In seguito alle pressioni dei funzionari USA sui colloqui del controverso accordo sul commercio e investimenti del parternariato transatlantico (TTIP) Le proposte dell'UE per regolamentare le sostanze chimiche dannose per il sistema ormonale e per varie patologie dal cancro al diabete a problemi per la fertilità.

Un progetto, i criteri dell'UE, che avrebbero dovuto vietare circa 31 pesticidi contenenti sostanze  chimiche pericolose (EDC), ma secondo i documenti ottenuti da Pesticides Action Network (PAN) Europe e citati dal The Guardian, sono stati accantonati per timore di una ritorsione commerciale da parte di una potente lobby degli Stati Uniti.
Secondo il rapporto, una delegazione di alto livello della US Mission to Europe e della American Chambers of Commerce (AmCham) hanno visitato i funzionari commerciali dell'Unione europea nel luglio 2013, con lo scopo di far abbandonare all'Unione europea i criteri previsti per l'identificazione degli EDC e sostituirli con un nuovo studio di impatto. Era in gioco l'accordo TTIP, l'Unione europea avrebbe accettato le richieste degli Stati Uniti.
TTIP è un trattato di libero scambio molto controverso e criticato tra UE-USA per la sua segretezza e perché non viene reso conto di nulla.

Pare che i rappresentanti AmCham si siano "lamentati dell'inutilità di creare categorie e, quindi, degli elenchi" di sostanze proibite. I rappresentanti del commercio degli Stati Uniti  hanno suggerito un approccio basato sul rischio e sulla regolamentazione, e hanno "sottolineato la necessità di una valutazione d'impatto".
Il segretario generale della Commissione europea, Catherine Day, avrebbe inviato una lettera al direttore del dipartimento ambiente, Karl Falkenberg, dicendogli di abbandonare il progetto sui criteri delle sostanze proibite, suggerendogli che "come hanno fatto altre DG [direzioni generali] , di considerare una valutazione congiunta di impatto che soddisfi tutte le proposte". 
Poi avrebbe aggiunto: "Noi non pensiamo che sia necessario preparare una raccomandazione della Commissione sui criteri per identificare le sostanze pericolose che alterano il sistema endocrino,"
Secondo il The Guardian,   che la regolamentazione prevista per il 2014 è stata "rinviata almeno al 2016, nonostante i costi stimati per la salute dei cittadini in 150 miliardi di euro all'anno per malattie del sistema endocrino, come la perdita QI (quoziente intelligenza), l'obesità e criptorchidismo - una condizione che colpisce i genitali dei bambini maschi, la mancata discesa del testicolo con conseguente sterilità."

Al top di questo, in vista della riunione con la UE sono state avanzate minacce, di "pesanti ripercussioni" da AmCham qualora fosse stata approvata la bozza di regolamentazione. 

Secondo il The Guardian, AmCham ha chiesto e voluto all'Ue uno studio di impatto per fissare soglie più alte, a tali sostanza tossiche, all'esposizione del sistema endocrino.

Bas Eickhout, membro dei verdi del Parlamento europeo, ha dichiarato al The Guardian:"Questi documenti offrono una prova convincente che il TTIP non  rappresenta un pericolo per l'abbassamento degli standard europei futuri, ma questo sta accadendo proprio adesso, mentre stiamo parliamo."

Il Environmental Audit Committee (EAC) of the UK House of Commons britannica sta attualmente conducendo un'indagine sulla proposta del TTIP sull'impatto nell'ambiente e nel mondo in via di sviluppo.
"Siamo molto preoccupati perché il governo degli Stati Uniti ha una lunga storia di lobbying contro l'azione dell'UE in materia di sostanze chimiche, e che il TTIP potrebbe fornire un metodo loro da istituzionalizzare Il comitato (EAC)ha avverte che l'approccio statunitense alla regolamentazione delle sostanze chimiche in genere riconosciute è considerato come "obsoleto e inefficace." e continua dicendo, "E' nostra forte convinzione che l'inclusione dei prodotti chimici all'interno TTIP abbasserà la soglia di protezione nell'UE, e rallenterà gli sforzi per proteggere la salute umana e l'ambiente dalle sostanze chimiche pericolose".

All'inizio di quest'anno, CHEM Trust (un ente di beneficenza del Regno Unito il cui scopo è quello di evitare che le sostanze chimiche artificiali causino danni a lungo termine alla natura e agli esseri umani) e circa 150 altri gruppi della società civile hanno sottoscritto una dichiarazione congiunta contro le regolamentazioni "negoziate" nel TTIP, nella nota si afferma:
"I gruppi della società civile denunciano 'cooperazione regolamentare' nei negoziati TTIP come una minaccia alla democrazia e il tentativo di mettere gli interessi affaristici davanti alla salute di protezione dei cittadini, dei lavoratori e dell'ambiente".


Secondo il report State of the Science of Endocrine Disrupting Chemicals 2012, son in aumento molte malattie e disturbi del sistema endocrino. Ad esempio i tassi globali di tumori endocrini legati (mammella, dell'endometrio, dell'ovaio, della prostata, del testicolo e della tiroide) sono aumentati nel corso degli ultimi 40-50 anni, dicono i ricercatori:
"Sono note o sospette, ben 800 sostanze chimiche, di essere in grado di interferire con i recettori ormonali, la sintesi degli ormoni o con la loro conversione. Tuttavia, solo per una piccola frazione di questi prodotti chimici sono stati studiati dei test in grado di identificare effetti endocrini negli organismi sani".

Gli scienziati avvertono che numerosi studi di laboratorio confermano le ipotesi che le esposizioni chimiche contribuiscono all'insorgenza di disturbi endocrini negli esseri umani, la "condizione di maggior esposizione agli EDC  avviene durante le fasi critiche dello sviluppo, quali lo sviluppo fetale e la pubertà."

Reazioni:

0 commenti:

Subscribe to RSS Feed Follow me on Twitter!