mercoledì 17 giugno 2015

Benjamin Fulford: Ci sarà il caos o un implosione controllata quando la bolla dell’occidente esploderà?

theeventchronicle 
Sa Defenza




Ci sono segni innegabili che una sorta di evento storico è imminente. Le ultime notizie economiche rendono chiaro che il sistema finanziario occidentale come la conosciamo sta per finire. 
Il problema è: ci sarà una implosione controllata seguita da una rinascita tipo fenice; ci sarà la rivoluzione; il caos; l’anarchia; spargimenti di sangue e miseria? La risposta si trova ora nelle mani delle forze armate dell’Occidente perché il mondo politico, soprattutto negli Stati Uniti, è disfunzionale.

Per capire quanto sia grave la condizione, vi prego di guardare il seguente grafico.



davidstockmanscontracorner

Mostra che ci sono prodotti finanziari del valore di circa 80.000 miliardi di $ negli USA che non hanno basi nel mondo reale

Durante la bolla giapponese ho usato un grafico simile per mostrare che la svalutazione dei crediti nel sistema bancario era del valore di ¥ 200 trilioni nel momento in cui il governo giapponese dichiarava che era solo ¥ 3 trilioni il valore di crediti inesigibili. Un altro modo di metterla è che negli Stati Uniti i prezzi delle attività dovranno scendere di circa il 80% prima di toccare il suolo della realtà
In Giappone i prezzi degli immobili sono scesi del 90% dopo lo scoppio della bolla. La bolla americana è 49 volte più grande di quanto fosse quella giapponese. La questione non è se scoppierà ma quando accadrà. Negare la realtà non la fa andare via.

Ci sono anche segnali provenienti da indici basati nelle transazioni reali che non possono essere manipolati con l’inganno finanziario. Uno è il Baltic Dry Index, il prezzo dei beni di trasporto, per lo più materie prime come petrolio, metalli, cereali ecc. 

Ora è al minimo storico. thedailycoin.org

Un altro è il container Freight Index della Cina, che misura il costo di spedizione dei prodotti industriali che lasciano la Cina. 

E’ anch’esso ai minimi storici. thedailycoin.org

Forse avete notato che il filtro spam delle vostre e-mail è ora pieno di pubblicità di aziende cinesi che cercano disperatamente clienti piuttosto che annunci di Viagra o truffe nigeriane. Evidentemente qualcosa di grosso sta per accadere nei mercati.
Un sacco di persone se ne stanno rendendo conto ora. 
Un sondaggio dell’associazione americana dei singoli investitori mostra che nel maggio di quest’anno i singoli investitori hanno fatto cadere la percentuale di denaro che investono in azioni dal 67,9% al 57,8%. Si tratta di un incredibile caduta di oltre il 10% delle proprie azioni in cambio di denaro in un solo mese. I greci anche si stanno tirando fuori dal sistema bancario ad una velocità di oltre 500 milioni di euro al giorno. Di solito ci si riferisce a questo genere di cose come una corsa agli sportelli o come ratti che scappano da una nave che affonda.

Addetti ai lavori dicono che il candidato più probabile a svolgere il ruolo di Lehman Brothers nella crisi imminente è Deutschebank. Deutschebank ha visto il proprio rating declassato da S & P a BBB + che è inferiore dell’AA- che Lehman aveva prima del crollo. Inoltre, i derivati ​​di Deutschebank hanno un valore nominale di 54.700 miliardi di euro, comparato al PIL annuo dell’UE di 9.600 miliardi di euro e un PIL tedesco di 2.740 miliardi di euro. La base per molti dei derivati ​​è il debito greco e il governo greco de facto è in default dal 5 giugno.

Fonti della famiglia imperiale giapponese e fonti governative cinesi dicono che la recente visita della cancelliera tedesca Angela Merkel in Giappone e Cina sia stata fatta allo scopo di chiedere soldi per aiutare ad affrontare questo problema. Tuttavia, entrambe le fonti confermano che è tornata a mani vuote.

Le indagini da parte di autorità statunitensi non corrotte hanno rivelato che gran parte del denaro preso ai contribuenti americani dopo il crollo di Lehman Brothers è stato gonfiato di ben 100 volte ed utilizzato per salvare le istituzioni finanziarie europee.
Non sarà permesso che questo accada di nuovo. Secondo varie fonti presso le agenzie e il Pentagono degli Stati Uniti. Invece, possiamo aspettarci una sorta di resa dei conti.

Il tentativo di iniziare la terza guerra mondiale in Ucraina è fallito di fronte ai kazariani

Perché ciò ha spinto la Russia a fare alcune dichiarazioni di intelligence. Ecco alcune ulteriori informazioni che ci ha inviato l’Intelligence russa in risposta al recente tentativo mafioso Kazariano di descrivere la Russia come una minaccia:


Non siamo stati noi a far saltare in aria il WTC l’11 Settembre 2001 con W-54 Davy Crockett*. Noi non abbiamo rubato 350 W-54 Davy Crockett dalla porta secondaria di Pantex, Texas, Stati Uniti d’America, che sono stati prodotti nell’impianto nucleare di Hanford. Noi non abbiamo trasportato i W-54 rubati in Israele. Non li abbiamo ricondizionati in Israele, e non li abbiamo riportati indietro a Houston, Texas perché fossero custoditi in varie ambasciate israeliane, tra cui l’ambasciata israeliana a New York e non abbiamo portato queste armi nucleari alle Torri Gemelle utilizzando il sistema di mobilità urbana di Israele.”

In altre parole, i russi stanno dando al canuto Pentagono informazioni dettagliate sull’omicidio di massa,  eseguito nel territorio degli Stati Uniti dai Kazariani.

I russi dicono anche che lo schianto del voloMalaysian Air Flight 17è stato opera del Vanguard (corporation della mafia Kazariana) ritorsioni 
in risposta contro la Germania e la Francia per il loro piano di portare i criminali di Vanguard fuori dall’Europa

Era anche una reazione alla richiesta della Merkel e di Francois Hollande al presidente ucraino Poroshenko perché “cacciasse il rappresentante di Vanguard Igor Kolomoyskyi, e lo licenziasse dalla sua posizione di governatore della contea di Dnepropetrovskiy in Ucraina e prendesse dalle banche Kolomoyskyi tutti i soldi del governo e separasse falsi dollari di Vanguard e dollari reali posseduti dal governo ucraino.

In risposta agli europei, secondo i russi, uno dei leader della mafia Kazariana, Henry Kissinger, si è molto arrabbiato e a predetto che “la Francia può aspettarsi un rovescio di regime
I russi hanno anche fornito informazioni dettagliate su come esattamente l’associato di Vanguard, Raytheon e altre due società hanno realizzato attrezzature utilizzate, una sorta di telecomando, per dirottare aerei a distanza.
Inoltre, i russi hanno fornito ai canuti del Pentagono un elenco dettagliato degli agenti kazariani coinvolti nella distruzione degli edifici del World Trade Center l’11 settembre 2001.
I funzionari del pentagono si aspettano che una guerra civile limitata all’interno degli USA potrebbe iniziare questa estate, al fine di affrontare le quinta colonna kazariana.
I funzionari del pentagono hanno anche fatto riferimento a molti segni del progresso fatto finora contro la mafia Kazariana. La prima è stata la sconfitta della presa di potere kazariana del TPP e TTIP ideati e sostenuti dai Kazariani nel congresso statunitense e nel parlamento Ue. Un lavoro d’azione dell’Unione e massicce proteste di piazza hanno contribuito alla sconfitta di questo piano.
L’altra cosa che è stata detta è che i kazariani hanno sparato al Segretario di Stato americano John Kerry a motivo degli sforzi di pace con l’Iran e in Ucraina. Il proiettile ha mancato il suo cuore di due pollici, dicono le fonti. Ora ci si aspetta una ritorsione nei confronti di Israele, Victoria Nuland e i suoi capi khazari.
La Corte Suprema dovrebbe prendere posizione nel frenare il potere Kazariano nei prossimi mesi, dicono delle fonti. Si aspettano provvedimenti contro Obamacare, matrimonio gay e molte altre questioni che sono state spinte dai Kazari. La Corte Suprema è ora a quanto pare sotto l’influenza del pentagono, la loggia massonica P2 e Papa Francesco.

C’è anche un aumento di azioni militari contro Israele e la sua succursale ISIS in Medio-Oriente, dicono le fonti. I russi hanno venduto missili avanzati alle forze anti-kazare in Medio Oriente, mentre il Pentagono ha fornito armi anti carro all’Iran e ai suoi alleati in zona.

Inoltre, la Russia è stata impegnata in manovre militari con l’Egitto che ha caratterizzato un coordinamento di jet da combattimento statunitensi F-16 in coordinamento con la marina russa. tass.ru/

La morte del capo dell’Air Force saudita, più attacchi missilistici contro l’Arabia Saudita, hanno indebolito Re Salman il kazariano che presto potrebbe  essere costretto a dimettersi “A causa della demenza,” secondo quanto dicono fonti del Pentagono.

Le forze militari americane stanno cercando uno scontro con la Cina. Le fonti del Pentagono dicono che il bilancio della nave da crociera affondata in Cina è stata di 444 vittime, un pessimo presagio per i cinesi. In risposta i cinesi hanno inviato Fan Changlong, vice presidente della Commissione militare centrale cinese, per incontrarsi la scorsa settimana  con i vertici del pentagono, secondo quanto riferiscono fonti del Pentagono. Un teso incontro durato quattro ore finito male perché, i cinesi hanno rifiutato di promettere di fermare la costruzione della barriera controversa, sostenendo che erano stanziati sul territorio cinese. I cinesi avrebbero firmato solo accordi di 
cooperazione militare in caso di calamità.
Fonti del Pentagono dicono che la Cina si può aspettare più “tornado, affondamenti, terremoti, ecc.” finché non fermerà la costruzione delle basi militari sulle isole contese. Il Pentagono è impegnato a spingere il Giappone  a un’ulteriore militarizzazione.
Alla fine della giornata, però, queste sono solo dispute sul tavolo degli americani mentre i negoziati per nuove regole e strutture internazionali per sostituire il fatiscente ordine post-guerra continua.

La White Dragon Society, dal canto suo, sta ancora spingendo per la creazione di una futura agenzia di pianificazione meritocratica con un budget iniziale annuo di 7000 miliardi dollari per avviare una massiccia campagna per porre fine alla povertà, fermare la distruzione ambientale e prepararsi per una espansione esponenziale della vita terrena verso l’universo.



fonte:
benjaminfulford.net/ 


Benjamin Fulford ha lavorato in Giappone come corrispondente di Knight Ridder, International Financing Review, l'edizione Nihon Keizai Shimbun edizione inglese, e il South China Morning Post, prima di passare alla rivista Forbes, dove è stato Asian Bureau chief dal 1998 al 2005. Il suo rapporti investigativi sugli scandali delgoverno giapponese e degli business nel mondo.Dopo aver lasciato Forbes ha scritto una serie di libri in giapponese, alcuni dei quali sono diventati dei best sellers, e ha cominciato a pubblicare su internet.
Reazioni:

0 commenti:

Subscribe to RSS Feed Follow me on Twitter!