venerdì 17 luglio 2015

UE/EURO STRUMENTI DELL'ELITE FINANZIARIA PER SMANTELLARE STATO DI DIRITTO , DEMOCRAZIA , WELFARE...

A.Boassa


I popoli europei ingabbiati nella struttura di comando oligarchica della UE non sono padroni della similmoneta euro che è gestita dalla grande finanza che così può attraverso la "creazione" del debito porre sotto ricatto gli stati nazionali ed imporre politiche di austerity e di indebitamento finalizzati a produrre nuova austerity e nuovo indebitamento, favorendo lo smantellamento dello stato, riducendo gli spazi di democrazia e taglieggiando le condizioni di vita delle masse popolari

Gli stati che non sono proprietari della moneta non sono stati liberi .

Perciò fino a che l'Europa e l'Italia non riacquisiscono la sovranità monetaria e con essa la nazionalizzazione delle banche centrali ,le tempeste speculative dei padroni della moneta persisteranno .

Il debito pubblico (di cui si parla spesso con superficialità), quando è sovrano , è una "ricchezza"(se manovrato con equilibrio) perché può essere gestito per interventi massicci nell'economia che stimolino l'occupazione e la crescita del "beneamato" PIL . 

E così dicasi per l'avanzo primario che può concorrere alla crescita invece di consumarsi , come attualmente viene ad esempio nel nostro Paese , per pagare gli interessi dei creditori .

Si dice che il debito greco è il 180% del PIl (il debito del Giappone è il 250% del PIL ma non versa in gravi condizioni perché è padrone della sua moneta) , fonte di grandi guadagni parassitari delle banche tedesche e francesi per cui tanto si preoccupa e sbraita la Merkel ... ed è effettivamente un problema molto serio perché i creditori si relazionano con lo stato greco come fosse un comune cliente . 

Pretendono che si paghi fino all'ultimo centesimo... è una prassi normale della grande finanza checché ne dica Varoufakis... il FMI esperto di strozzinaggio ora appare più cauto e propone che per 30 anni la Grecia non paghi gli interessi in modo che il cappio al collo si allenti perché altrimenti il debitore muore e non ci sono soldi per nessuno...il problema è che anche con tanta "generosità" il paziente muore... a meno che il paziente non voglia far riferimento al "default" dell'Argentina che, rinunciando al cambio fisso con il dollaro , è diventata sovrana dei pesos ,ha sopportato qualche anno di sofferenza , e dopo ha potuto conquistare la sua "rinascita"...

La fuoriuscita dalla UE/EURO è una strada che doveva essere sentita obbligatoria da una dirigenza responsabile che invece di battagliare inutilmente con "un branco di lupi" , come viene definita la Troika da Giulietto Chiesa , avrebbe fatto meglio a progettare un piano B credibile di fuoriuscita e di recupero di sovranità monetaria...

Questo non è stato fatto e si aprono perciò prospettive inquietanti di cui tratterò in un post successivo...
Reazioni:

0 commenti:

Subscribe to RSS Feed Follow me on Twitter!