mercoledì 8 luglio 2015

Vladimir Putin: La Francia e gli stati europei "membri della NATO hanno rinunciato alla loro sovranità"

allainjules.com
Sa Defenza




"Il mondo moderno, soprattutto il mondo occidentale, è fatto di paesi occidentali altamente monolitici- che, lo vogliano sentire o no - hanno rinunciato volontariamente a una parte sostanziale della loro sovranità. In una certa misura questo è il risultato della politica di blocco. A volte troviamo sia molto difficile essere d'accordo con loro su questioni geopolitiche. E' difficile raggiungere un accordo con persone che sussurrano nelle proprie case per paura di essere sorpresi dagli americani. Quello di cui affermo non è, ne uno scherzo ne un modo di dire. "

Putin ha denunciato in modo esplicito, il servilismo della Francia e della Europa verso gli Stati Uniti, sia nel caso delle intercettazioni telefoniche dei leader francesi come quello delle navi Mistral.

La pubblicazione da parte di WikiLeaks di documenti comprovanti le intercettazioni da parte degli Stati Uniti sui tre presidenti francesi era un segreto di Pulcinella conosciuto fin dalle rivelazioni di Edward Snowden. Lungi dal protestare contro la flagrante violazione della sovranità francese che costituisce lo spionaggio dei suoi principali leader, il nostro governo già si affretta coraggiosamente a soffocare lo scandalo, come  si aspettavano Lavrov e Putin. Ricordate che la Francia è stato premiata nel 2013 respingendo Edward Snowden dandogli semplicemente del pazzo, ed è illusorio credere che potesse andare diversamente a causa delle rivelazioni: la Francia ufficialmente  non può rispondere a richieste di chiamate di Julian Assange.

Rifiutando la consegna di due portaelicotteri ordinate e pagate dalla Russia, la Francia è al tempo stesso caduta in disgrazia e screditata a livello internazionale come, un partner economico, inaffidabile per forniture militari. Il pretesto inetto della crisi ucraina e la presunta interferenza russa invocata da un paese che è coinvolto nella crisi siriana, armando il 
gruppo terrorista   Al Nusra  (è una scusa) per chiedere il rovesciamento (anche con omicidio) del leader siriano legittimo, rivela il grado di ipocrisia e indecenza del governo francese e la sua sudditanza ai diktat americani. Tanto più che questo stesso governo poi ha fatto grandi contratti di vendita  d'armi con i regimi barbari del Qatar e  dell'Arabia Saudita, impegnati in una guerra illegale e criminale con lo Yemen.

Mentre il commercio tra gli Stati Uniti e la Russia sta aumentando per i loro "alleati" europei, costretti a imporre sanzioni ne subiscono solo le conseguenze: Vladimir Putin ha rinnovato l'embargo per un anno sui prodotti alimentari provenienti da Europa.

Putin ha detto di recente a Charlie Rose, un presentatore televisivo USA, che ha chiesto incredulo se la Russia veramente aspirava a farsi rispettare (già la domanda pare assurda): "Sa, ho sentito, che "La Russia vuole essere rispettata? Chi non vuole? Chi vuole essere umiliato? Questa è già di per se una domanda strana. Come se si trattasse di una sorta di diritto esclusivo riservato solo ad alcuni soggetti. La Russia esige rispetto. Ma, a chi piacerebbe essere disprezzato? " A questa domanda retorica, i nostri leader rispondono '' senza esitazione e continuano a sussurrare nei propri uffici per paura di essere ascoltati a loro insaputa con indiscrezione (vedi cimici abusive).

Invece di riavvicinarsi alla Russia, un partner storico preoccupato e rispettoso degli Stati e della loro sovranità, ove è in aumento la spinta di campione della difesa del diritto internazionale, la Francia e l'Europa preferiscono la sottomissione agli Stati Uniti , il calo della superpotenza è irrimediabilmente collegata al loro destino. È facile comprendere la repulsione che provocano alle élite russe, nonostante la loro professionalità, i nostri leader che devono sentirsi gloriosi. Probabilmente  Putin ha scelto di ascoltare la gente, per affrontarla e rispondergli direttamente.

L'ex potenza coloniale e conquistatrice arrogante che fu la Repubblica gollista sovrana, oggi la Francia è ora relegata al rango di sub-colonia USA la cui indipendenza e interessi nazionali sono regolarmente violati e calpestati da entrambi i leader invertebrati al potere oggi a Parigi, ripetutamente colpevoli di alto tradimento (fortunatamente per loro abrogato), comandati dai falchi imperiali di Washington. 

Anche un paese come l'Algeria, ex colonia francese, dove vi è un regime militare corrotto e reazionario, che ha capi politici meno coscienti degli interessi nazionali, ciononostante, rifiutano ogni partecipazione alla coalizione saudita-americana contro lo Yemen, mentre la Francia di Hollande  era pronta a partecipare allegramente a una nuova crociata contro la Siria, anche se fosse motivo di innescare la terza guerra mondiale

Ci si chiede, prendendo a prestito una frase di Norman Finkelstein, perché le prostitute hanno una brutta reputazione ...

Video stralci:


Vladimir Putin relativamente alle intercettazioni dei presidenti francesi: Questo scandalo sarà soffocato



Putin ha denunciato la 'sottomissione' della Francia agli USA: " Sopravvivremo anche senza le Mistral"


Vladimir Putin ai popoli d'Occidente: la Russia non è un potere imperiale, come gli USA che spia i membri della NATO

 
Reazioni:

0 commenti:

Subscribe to RSS Feed Follow me on Twitter!