venerdì 28 agosto 2015


ESCLUSIVO:  Una nuova analisi forense su un fotogramma dei raggi X di JFK scopre, decenni dopo, le prove false sul 'frammento di proiettile', la denuncia afferma che è una simulazione 'fisicamente impossibile', 
Lee Harvey Oswald è innocente...

naturalnews
sa defenza
La seguente storia  trattata per Natural News da Jim Marrs, uno dei più acuti e più diligenti giornalisti investigativi d'oggi.

Marrs è autore di numerosi libri eye-opening , tra cui il suo ultimo libro,  Population Control: How Corporate Owners Are Killing Us.
[Controllo della popolazione: come le Corporate private ci stanno ammazzando.]
Questa storia ci racconta una splendida rivelazione sulla famigerata radiografia del "frammento del proiettile" che è stato utilizzato per incolpare Lee Harvey Oswald  era completamente falsa
Questa storia arriva sulla scia di una massiccia ondata di storie recenti che rivelano le prove di come gli scienziati forensi dell'FBI  hanno falsificato analisi dei capelli portati per "prova" per decenni. Vedi anche al link la FBI ammette che la scienza forense ha falsificato le prove per incarcerare centinaia di persone innocenti (di alcuni di loro sono stati condannati a morte). Si veda anche, dal Guardian, trenta anni in carcere per un pelo: l'FBI e la 'sciagura di massa' di false accuse.





NUOVO STUDIO DELLA  AUTOPSIA DI  JFK RIVELA La FALISIFICAZIONE DEI RAGGI X
da Jim Marrs, autore di Crossfire: The Plot That Killed Kennedy.

Un frammento di proiettile raffigurato in un'autopsia a raggi X utilizzato per accusare Lee Harvey Oswald dell'assassinio del presidente John F. Kennedy di recente è stato dimostrato essere una artefatta simulazione di sovrapposizione della radiografia, per un po di tempo, dopo l'autopsia di JFK

Tale inquinamento delle prove ufficiali, non avrebbe potuto essere realizzato se ciò non fosse portato a conoscenza dei  funzionari federali, di alto livello, ad aggiungere un peso considerevole alle pretese del governo di coprire quel tragico evento. 
La realizzazione dei raggi X è stato il tema di un documento del 2015 di Dr. David Dr. Mantik pubblicato nel numero tre di Medical Research Archives, una pubblicazione di articoli scientifici  peer-reviewed a livello internazionale di tutte le discipline della medicina, con un focus sulle nuove ricerche. 
Oswald, un ex- Marine dopo aver lasciato il corpo militare, riparò in Russia nel 1959, è stato identificato nel 1964 dalla commissione, scelta accuratamente dal presidente Lyndon B. Johnson, diretta dal giudice della Corte Suprema Earl Warren come unico assassino del presidente Kennedy. La Commissione Warren concluse che Oswald aveva usato una carabina italiana di 6,5 mm WWII  e sparò Kennedy dal sesto piano di un edificio deposito di libri nel centro di Dallas il 22 novembre 1963. 
Nel 1968, tra le polemiche  sulle conclusioni  edotte dalla Commissione, il Dipartimento di Giustizia seleziona quattro esperti medici di primo piano per rivedere le prove dell'autopsia su JFK. Questo divenne noto come il Clark Panel, che prende il nome l'allora Avv. Ramsey Clark. 
Anche se, rapporto del gruppo è stato ritardato fino a dopo il processo, di New Orleans JFK, guidato da Dist. Avv. Jim Garrison, nel 1969, ha concluso che la Commissione Warren era stata corretta nei suoi risultati più importanti anche se alcune questioni rimanevano insolute, come ad esempio la posizione della ferita sulla testa del presidente. 

È interessante notare, che è stato questo rapporto del gruppo Clark che per la prima volta afferma che c'è un un frammento,  da un proiettile 6.5 mm trovato in antero-posteriore (AP), nei raggi X del cranio di Kennedy. L'immagine di questo frammento è diventata un elemento fondamentale di prove, anche se non è stato menzionato in nessuna parte nei 26 volumi della Commissione Warren, né nella relazione dell'autopsia originale.

Il più curioso mistero nella storia della radiologia

Il frammento in questione è stato descritto come "il più curioso - e irrisolto - mistero nella storia della radiologia diagnostica
Larry Sturdivan, un consulente balistico alla House Select Commission on Assassinations  (HSCA), creata dal Congresso nel 1976 un mezzo per continuare la controversia sulla morte di Kennedy, ha studiato questo frammento e ha concluso che l'oggetto non poteva essere in metallo e che non aveva mai visto la sezione trasversale di un proiettile registrato in un modo così strano in una radiografia del cranio. "Non sono sicuro di che cosa sia  quel frammento di 6,5 millimetri," ha riferito Sturdivan. "Una cosa di cui sono sicuro è, che non è una sezione trasversale dell'interno di una pallottola. Ho visto letteralmente migliaia di proiettili, deformi e non-deformati, dopo essere penetrati in tessuti o tessuti simulanti. Alcuni erano piegati, alcuni squarciati in due o più pezzi, ma per avere una sezione tranciata fuori è fisicamente impossibile. Questo frammento ha un sacco di misteri a lui associati. "mistero infatti, come poteva la HSCA invocare l'autenticità di questo frammento come prova chiave nel collegare il proiettile da 6,5 millimetri a Lee Harvey Oswald. 

Inoltre, l'assassinio Records Review Board (ARRB), formata dal Congresso nel 1994 per studiare tutti i documenti governativi relativi alla assassinio, i tre JFK medici autopsia ha testimoniato sotto giuramento che non avevano mai visto un tale frammento durante l'autopsia.

Il manufatto è stato aggiunto ai raggi X con una doppia esposizione
Il mistero approfondito nel 2015 con il lavoro del Dr. David Mantik, un medico della California, che insieme con al Dr. Cirillo Wecht, un ex presidente della American Academy of Forensic Science, aveva studiato i  raggi X JFK e altro materiale per nove giorni presso i National Archives. "Centinaia di misure di densità ottica sono stati realizzati con i (presunti) del cranio originale ai raggi X, con un focus specifico sull'oggetto di 6,5 millimetri che si trova dentro l'orbita destra di JFK sulla AP del teschio a raggi X", ha detto il dottor Mantik. 
Dopo un'attenta studio, il Dr. Mantik vide che il frammento era stranamente trasparente. Si rese conto che questo artefatto era stato aggiunto ai raggi X di JFK  in camera oscura. Ha spiegato che è stato realizzato per mezzo di una doppia esposizione di un'apertura 6.5 mm, come un foro 6.5 mm in un pezzo di cartone. 

"[Il] primo passo è stato imprimere l'immagine dall'originale dei raggi X su un duplicato della pellicola (tramite una scatola luminosa in camera oscura).
La seconda fase era un'altra esposizione che impresse l'immagine di 6.5 mm sulla pellicola duplicata (cioè, sovrapponendolo sull'immagine dell'originale X-ray). Questo duplicato della pellicola è stato quindi sviluppato per produrre l'immagine [come appare nella raggi X]. Questo processo produce inevitabilmente un effetto fantasma, per cui gli oggetti (ad esempio, frammenti di proiettile in questo caso) sul film originale sono visti separatamente [enfasi nell'originale] dal sovrapposto 6.5 mm immagine. In AP cranio X-ray JFK, il frammento di metallo originale  (che si trovava nella parte posteriore del cranio) di 6.5 mm può essere visto separatamente attraverso l'immagine . "

Dr. Mantik ha aggiunto che la doppia esposizione era così poco professionale ha prodotto una significativa sovraesposizione dell'immagine di 6.5 mm. Ha anche trovato una minuscola particella di metallo del proiettile all'interno dell'oggetto da 6,5 millimetri, che indica l'uso di una tecnica cinematografica di Hollywood nota con doppia esposizione fotografica. 

Usando studi di densità ottica, che differenzia il livello di luminosità di punti specifici sulla pellicola a raggi X , il dr. Mantik è stato in grado di determinare che un po' di tempo prima del Clark Panel del 1968, qualcuno in una camera oscura aveva sovrapposto il frammento di proiettile finto sui raggi X di Kennedy. 
Dopo l'ampio studio su questo problema, il dr Mantik ha concluso, "Questa misteriosa immagine di  6.5 mm era stata (segretamente) aggiunta ai raggi X originali tramite una seconda esposizione. L'alterazione del AP ai raggi X è stato probabilmente completato poco dopo l'autopsia. Il suo scopo era quello di coinvolgere la prossimità di Lee Harvey Oswald e la sua presunta carabina da 6,5 mm Mannlicher - Carcano, ad esclusione di qualsiasi altro sospetto, e quindi per escludere un possibile complotto ". 
Dr.Mantik ha detto che mentre lo scopo della modifica di raggi X poteva servire per " coinvolgere la carabina 6,5 millimetri Mannlicher-Carcano (presumibilmente di proprietà di Oswald) per l'assassinio.  Il suo scopo ultimo, tuttavia, attende la risoluzione da  professionisti storici, che sono stati notevolmente reticenti ad accettare la responsabilità del loro compito. "

L'Ospedale governativo ha probabilmente  effettuato la frode ai raggi X

Nel suo articolo, il dottor Mantik ha identificato il dr. John H. Ebersole, l'assistente capo radiologo al Bethesda Naval Hospital, è una persona che aveva i mezzi e le opportunità per elaborare la contraffazione dei raggi X. Dr. Ebersole, aiutato da tecnici radiografici Jerrol Custer e Edward Reed, hanno preso le radiografie della testa di Kennedy la notte del autopsia. A quel tempo nessuno ha visto alcuna prova di un proiettile nelle radiografie. Custer ha detto che il giorno dopo, al contrario del protocollo, hanno bruciato la pagina del registro per quel che riguarda la presa di visione dei raggi X di Kennedy per ordine del dottor Ebersole. 

Custer anche ricordato che dopo l'autopsia fu istruito, dal dr Ebersole, di fare raggi X di frammenti di proiettile registrate sui raggi X del cranio. Tuttavia, nessuna di tali raggi X sono mai stati resi pubblici. Mantik ha opinato che probabilmente è stata decisa la "alterazione era più facile da eseguire in camera oscura con una doppia esposizione."

Dr. Mantik anche scoperto che alcune settimane dopo l'assassinio, il Dr Ebersole è stato chiamato alla Casa Bianca da Johnson apparentemente per aiutare la preparazione di un busto di Kennedy. «È più probabile, a mio parere, il motivo della sua convocazione alla Casa Bianca era quello di vedere come avrebbe reagito ai raggi X ormai alterati", ha detto il dottor Mantik. "Sulla base di questo episodio poi, la modifica deve essere avvenuta entro alcune settimane (molto probabilmente subito) dopo l'assassinio". 

Egli ha aggiunto che tali azioni potrebbero "spiegare perché il radiologo, il dr Ebersole, ha rifiutato di discutere di questo artefatto con me. Dopo tutto, era il solo individuo più probabile a possedere le competenze e la creatività necessarie per eseguire alterazioni sui raggi X".  Il Dr. Ebersole è morto nel 1993, poco dopo la conversazione avuta con il dottor Mantik. 

I RAGGI X DI  JFK FOTOGRAFIA DELL'AUTOPSIA --- 
La freccia verticale sulla radiografia, a sinistra, del antero-posteriore (AP) nel lato destro del cranio di Kennedy in precedenza è stato identificato come un frammento di proiettile di carabina da 6,5 millimetri per collegare la ferita  al fucile di Lee Harvey Oswald. 
Dr. David W. Mantik, dopo uno studio faticoso, ha scoperto  che questa prova era un montaggio sovrapposto alla radiografia qualche tempo dopo l'autopsia di Kennedy.  Inoltre si mostra, a destra, vi è un alterazione fatta ai raggi X che Mantik ha preparato per dimostrare come gli oggetti potessero essere stati sovrapposti ai raggi X utilizzando tecniche disponibili nel 1963.

"Questi raggi X sono falsi."
Negli ultimi anni, Custer ha addirittura messo in discussione la validità delle radiografie stesse. Nel 1992, dopo aver studiato i  raggi X JFK negli Archivi Nazionali, Custer ha dichiarato, "Questi raggi X sono falsi."   

Le conclusioni del Dr Mantik sono state sostenute da altri, tra cui il Dr Michael Chesser, un neurologo dell'Arkansas, che ha notato, "Ho visto le radiografie originali del cranio e l'autopsia presso gli archivi quest'anno [2015] e ho confermato le sue letture di densità ottica della pellicola sui laterali del cranio, che supportano la sua conclusione che non vi era la manipolazione. Speriamo che ci sarà il tempo in cui saranno messe a disposizione migliori copie delle autopsie le radiografie e le fotografie per la revisione più ampia da parte pubblica, le prove parlano da sé. Mi congratulo con Dr. David Mantik per il suo coraggio nel riportare la verità ".

Douglas P. Horne, analista capo del ARRB per i record militari tra cui l'autopsia di Bethesda, ha commentato " Il fatto che il report scientifico del Dr. Mantik sugli indicatori di contraffazione presenti nel cranio ai raggi X AP è sopravvissuto e lancia una sfida rigorosa di esame scientifico inter pares per un'ulteriore indicazione, che le sue argomentazioni danno circa i tre superstiti, sui segni che i raggi X sul cranio di JFK sono degni della più seria considerazione. ...   [Ed] è impossibile per gli altri che non sono radiologi, o MD (come lui), o che non sono dottori in fisica (come lui), licenziare il suo lavoro come  quello di un semplice 'appassionato'. "
" [A] metà degli anni 1990, Ho riconosciuto la validità scientifica del suo lavoro pionieristico sulle radiografie del  cranio di JFK , è stato richiesto  un mio consiglio da Jeremy Gunn, al General Counsel per ARRB, per preparare le domande per i tre  patologi dell'autopsia di JFK ... Le risposte fornite dai tre patologi, sotto giuramento, hanno corroborato le affermazioni di Mantik, che  i raggi X del cranio della raccolta ufficiale, sono copie di film (non originali), con immagini alterate " ha affermato Horne
Ed ha aggiunto:" Il problema posto dal medico prova che sono sempre mancate le prove di contaminazione - e la distruzione di alcune prove, l'alterazione della gran parte delle prove che rimane nella migliore dei casi- [e] che il governo degli Stati Uniti hanno la responsabilità sui fatti, in cui si sono impegnati con un imponente insabbiamento, del modo in cui  è morto JFK, e quindi volutamente impegnati nella vendita al popolo americano di una proposta falsa di lettura dei fatti accaduti, che il nostro governo ha volutamente cambiato nel presente del novembre 1963. "

Reazioni:

0 commenti:

Subscribe to RSS Feed Follow me on Twitter!