domenica 23 agosto 2015

Si registra e diffonde nel Pacifico del nord una insolita e fiorente [chiazza] di alghe tossiche chiamata: "The Blob"

Tom Yulsman
discovermagazine
sa defenza

Vi ricordate le chiazze estese di mucillagine che fiorivano nell'adriatico a motivo del surriscaldamento del mare?
Dane Wigington, esperto di geoingegneria climatica, ci spiega a cosa è dovuto questo fenomeno descritto nell'articolo che segue di Tom Yulsman:  "L'Oceano Pacifico orientale è surriscaldato, se questo processo continuerà, nell'ecosistema marino ci sarà una implosione. Gli ingegneri climatici hanno aggressivamente interferito con tutti i processi e cicli naturali del pianeta. Questo include eventi come El Niño che i produttori di eventi climatici hanno attivamente cercato di sopprimere. Perché? E 'stato probabilmente fatto per nascondere temporaneamente la crescente  crisi planetaria tentando di reprimere gran parte del calore ergendo veloci barriere sull'oceano. Ancora peggio, la fertilizzazione degli oceani (un'altra forma calamitosa di ingegneria climatica) contribuisce al collasso dell'ecosistema dei nostri mari. Tutti questi processi stanno alimentando stratificate zone stagnanti morte  dove esplode la fioritura di alghe altamente tossiche. L'articolo che segue è l'ultimo aggiornamento dal fronte. Anche se il soggetto ingegneria climatica è un tabù per tutte le fonti tradizionali di informazione, i dati citati sono precise e allarmanti. geoengineeringwatch.org"
Una animazione di immagini satellitari  mostra come le alghe fioriscono nelle acque intorno all'Isola di Vancouver il 18 luglio 2015. Vedi sotto la spiegazione dettagliata. (Immagini: NASA. Worldview Animazione: Tom Yulsman)

E' stato chiamato "The Blob", una gigantesca chiazza di acqua anormalmente calda estesa nel nord-est dell'Oceano Pacifico da mesi. E ora, The Blob, può aver causato una fioritura record di alghe che si estende dal sud della California sino a tutto il nord verso l'Alaska.
Ulteriori informazioni sull'acqua calda tra un attimo.. Ma prima, parliamo di quella gigantesca fioritura di alghe: Si compone di piccole piante marine conosciute come fitoplancton, che "legata ad alcune specie tossiche, hanno dato conseguenze di vasta portata  nella vita delle  economie regionali e locali del mare ", secondo la National Oceanic and Atmospheric Administration.
Le tossine associate alle alghe sono sospettate di aver contribuito alla morte di almeno nove balenottere vicino a Isola di Kodiak, in Alaska, nel mese di giugno, anche se la causa definitiva non è ancora stata determinata, si dice al NOAA. Ci sono state anche segnalazioni di balene morte e morenti, di gabbiani, e pesce d'allevamento nei pressi delle Isole Aleutine in Alaska, sempre collegati alla medesima alga.

E nel corso degli ultimi mesi, secondo il NOAA:

la biotossina algale acido domoico
. . . livelli estremamente alti  di una biotossina algale chiamata acido domoico, che è prodotto da un gruppo di fitoplancton chiamato Pseudo-nitzschia, hanno portato alla chiusura dei raccolti di diporto delle vongole in Oregon e Washington, così come la chiusura di grandi porzioni "Dungeness" nello stato di Washington la pesca del granchio e la pesca delle sardine e delle acciughe in California.


Si può vedere nella prova riportata in una parte della vasta fioritura di alghe dell'animazione sopra, che si compone di immagini satellitari delle acque circostanti l'isola di Vancouver, e al largo della penisola Olympic nello Stato di Washington.

L'immagine colorata è costituita dai dati provenienti dai satelliti Terra e Aqua della NASA. I colori giallo, arancione e rosso sono indicativi dei livelli relativamente elevati di clorofilla nell'acqua. Come tutte le piante, il fitoplancton usa la clorofilla per la fotosintesi, il processo usa la luce del sole per il suo fabbisogno energetico.

L'altra immagine mostra la stessa scena, ma in colore naturale. Ho perso tempo con il contrasto un po' nel far vedere i vortici verdastro e marrone che spiccano nelle alghe.



La mappa qui sopra con i grafici di concentrazioni medie di clorofilla nel mese di luglio nel nord-est del Pacifico, dalla Baja all'Alaska. Date un'occhiata attorno all'isola di Vancouver. Alcuni dei verdi più profondi, e quindi più alte concentrazioni di clorofilla, si trovano lì.

Ma la California, l'Oregon e Washington State non sono molto lontane da quelle concentrazioni!

Il Blob

L'acqua anormalmente calda sospettata della colpevole  fioritura di alghe non sembra abbastanza estesa in questo momento, ma, sono come due chiazze giganti:




Va bene, nella mappa sopra le anomale temperature superficiali nel mare di oggi (6 agosto, 2015), la chiazza calda al largo della costa occidentale della British Columbia, Washington e Oregon, fa vedere il blob. L'altro, al largo della California e della penisola di Baja, è più irregolare. ...
L'acqua calda si è spostata un po attorno,  durante le settimane, ma è  una caratteristica persistente a lungo tempo. In realtà, è iniziato formandosi circa due anni fa. Sembra anche aver avuto un ruolo significativo in California la siccità da record.
Si potrà notare anche la forma allungata a lancia della massiccia  estensione di acqua calda lungo l'equatore dal Sud America attraverso una buona parte dell'oceano Pacifico. Questo è, El Niño - e sta continuando ad aumentare la sua forza. E' stato, infatti, chiamato " El Niño Godzilla" ...
Così là vedete - che esplode, la proliferazione di alghe tossiche, il Godzilla di El Niño, e il The Blob. Se non fosse una mezza cartuccia climatica, sarebbe spaventosamente cruenta...

Potrei aggiungere che El Niño e il Blob insieme  costituiscono una cosa che non credo sia stata mai vista prima. E così i meteorologi e climatologi sono rimasti a grattarsi la testa cercando di capire se il  Blob interferisce con gli effetti tipici climatici di un forte El Niño. Questi includono probabilità significativamente potenziate per le copiose precipitazioni invernali in alcune parti della California.

Sarà Godzilla a mangiare blob? Ciò che vorrei capire è che cosa accade, (Se fosse Godzilla da ammalarsi delle alghe tossiche?!) Dovremo aspettare ancora qualche mese per conoscere le risposte.


VEDI ANCHE: El Niño si fa più forte, egli non ha più l'aspetto di un bambino, come era nel 1997/1998, ma di un Mostro

Reazioni:

0 commenti:

Subscribe to RSS Feed Follow me on Twitter!