lunedì 7 settembre 2015

Funzionari russi propongono disegno di legge per concedere ad ogni cittadino un ettaro di terreno agricolo e forestale da utilizzare per la propria autosufficienza


Jonathan Benson

Natural News
sa defenza


Alle estremità della terra russa verso il Pacifico potrebbe presto vedere una migrazione di massa di giovani, se il programma nazionale per ripopolare questa zona, in gran parte disabitata, avrà successo. 

Nel tentativo di promuovere l'autonomia e una buona gestione del terreno, il governo russo ha in programma di concedere ogni cittadino russo che lo vuole un ettaro di terreno libero fino a quando i coltivatori  utilizzano i loro terreni per l'agricoltura, per l'autosufficienza, e/o altri usi legali. 

Il vasto territorio di Estremo Oriente della Russia è attualmente sede di circa sei milioni di persone, ma questo è numero in calo negli ultimi anni. 
Il governo russo ha stimato che, una volta avviato il programma di concessione della terra, 30 milioni di persone potrebbero trasferirsi nella regione, infondendo nuova vita a una zona della Russia, la Siberia, che altrimenti si qualifica come disabitata. 
"Concessioni gratuite di terra [sono] un ​​forte potenziale per lo sviluppo dei nostri territori orientali e l'opportunità di radicare - quasi sei volte di più- e aumentare la popolazione più orientale da 6,4 milioni a 36 milioni di persone ", ha dichiarato Alexander Galushka, il ministro dello sviluppo sul programma per questa regione, al Siberian Time
Se tutto va come previsto, il programma entrerà in vigore il 1° gennaio 2016, per una durata di 19 anni. Cittadini russi che trasferiscono la residenza in questi terreni stanziali dovranno dimostrare nel corso dei primi cinque anni che li stanno utilizzando in modo corretto. Dopo questo periodo di prova di cinque anni, agli occupanti della terra sarà data la piena proprietà della loro terra per sempre. 

Sulla base di un sondaggio del governo, la stragrande maggioranza dei russi interessati hanno indicato che hanno intenzione di utilizzare i loro terreni per l'autonomia. Altri hanno detto che prevedono di diventare agricoltori, mentre un gruppo selezionato ha semplicemente intenzione di trasferirsi in un posto nuovo per iniziare una nuova vita.


La Russia cede il terreno ai suoi cittadini, mentre gli Stati Uniti glielo porta via attraverso l'Agenda 21

Alcuni sono scettici sul progetto, tuttavia, ricordando il sistema di  land-voucher russo del 1990 che finì per concedere grandi insiemi di terra a "pochi magnati dalla spettacolare ricchezza", per citare il Siberian Time. Tuttavia, altri ritengono che questo ultimo piano di  concessione della terra è un mondo a parte a quello precedente e che sarà di grande beneficio per il cittadino medio russo. 

In entrambi i casi, si è ben lontano da come il governo Americano tratta i propri cittadini quando si tratta di proprietà della terra. Piuttosto che cercare di aumentare la proprietà della terra e diffondere la ricchezza in giro, i burocrati federali degli Stati Uniti stanno in realtà rubando la terra dei cittadini delle aree rurali, nel tentativo di costringere tutti gli americani in enclavi urbane densamente popolate. 

Fa tutto parte di un piano noto come Agenda 21 che mira a "REWILD" la stragrande maggioranza del territorio degli Stati Uniti con la forza trasferirsi persone dalle loro case e nelle micro città gestite dal governo. Il governo federale possiede già quasi la metà della superficie terrestre in nove stati americani, ma si scopre, che USA Inc. sta progressivamente appropriandosene di molto di più ogni giorno che passa. 

Mentre la Russia sta lavorando per mettere in atto misure per ampliare la libertà e  la proprietà della terra tra i suoi cittadini, gli Stati Uniti sta radicalmente trasformando in un enorme, carcere di proprietà del governo, le città in blocchi di celle e tutto questo con sempre più un grande spazio all'aperto irraggiungibile alla loro portata fuori dalle mura della prigione. 

"Rewilding tratta in definitiva di diritto di proprietà," spiega Kelly O'Connell per Canada Free Press. "Nel trasferimento di grandi appezzamenti di terreno (alias Big Wilderness) al governo che   cancella in tal modo eventuali diritti dei proprietari originali."  
"Questo è, infatti, l'intero obiettivo del Rewilding è a favore dei grandi pericolosi carnivori - che tolgono i diritti di proprietà dell'umanità di grandi appezzamenti di terra così la casta e l'élite può macro-gestire la terra secondo i loro dettami "


Fonti : 



Reazioni:

0 commenti:

Subscribe to RSS Feed Follow me on Twitter!