domenica 20 settembre 2015

Siria: truppe d'assalto russe in azione contro jihadisti

breizatao
sa defenza





La fanteria della marina russa, comunemente nota come "Black Death"  ["Morte Nera"]
La Russia ha aumentato l'intensità del suo impegno in Siria, dopo aver inizialmente schierato una nuova base aerea vicino al porto di Tartus. Questa formidabile fanteria di marina russa - soprannominata "Black Death" - sono entrati in azione contro i jihadisti dello Stato islamico.

Dispiegamento della fanteria di marina russa

Sono stati identificati veicoli russi R-166 con segnali di 0,5 (MHz) alta frequenza, mentre si muovevano sulla strada che collega Homs a Aleppo. Questi veicoli, chiamati "quartier generale mobile" e sono accompagnati dai BTR-82 , la truppa da trasporto con a bordo i marines russi. L'R-166-0,5 permette di stabilire la comunicazione con le forze impegnate sul campo di battaglia su una distanza fino a 1000 km.
Questi sistemi di comunicazione sono resistenti alle interferenze elettromagnetiche, permettendo alle truppe russe profondità operativa in Siria e poter  informare i loro comandanti di base a Lattakia, per ricevere gli ordini, informazioni dell'intelligence e persino video scattate da droni o aeromobili.
Un altro elemento presente sul veicolo è un'antenna contenuta in un cilindro, che può essere estesa fino a 15 metri di altezza.

L'R-166 0,5 i veicoli sono componenti del sistema operativo russo, quindi sono stati mandati per essere seguiti, a distanza dai movimenti delle truppe in corso. La comparsa di questi veicoli nel catastrofico panorama siriano mette in luce le intenzioni di Mosca.

Ponte aereo

Ieri l'esercito siriano ha riconosciuto l'uso dei "nuovi tipi di sistemi d'arma" forniti dalla Russia, che segna il rafforzamento del sostegno russo al governo siriano. Una fonte del Ministero della Difesa della Siria ha detto a Reuters (leggi qui) che "nuove armi - e nuovi tipi di armi - ci sono stati consegnati" e sono"estremamente precise ed efficaci".
L'esercito siriano  ha iniziato a utilizzarle nelle ultime settimane dopo esserne stato addestrato all'uso negli ultimi mesi. "Possiamo dire che si tratta di armi di tutti i tipi, sia da terra che aerea".

Tra queste forniture, contiamo l'elicottero MIL-28 (nome in codice Nato "Chaos"), in grado di distruggere la maggior parte dei tipi di carri armati americani attualmente in possesso dello jihadista Stato islamico.

Il Pentagono (leggi qui) ritiene che in queste ultime 48 ore, 15 voli operati dal gigante da trasporto Antonov-124 (nome in codice Nato "Condor") hanno avuto luogo sul sito della nuova base aerea vicino a Jableh di Lattakia.

L'Antonov 124 è il secondo più grande aereo del mondo e può trasportare 150 tonnellate di carico e pesare fino a 400 tonnellate al decollo.

Ecco un documentario sulle capacità fuori misura di questo dispositivo:



Con questo ponte aereo, e l'atterraggio di materiale, costante che si svolge nel porto di Tartus, i servizi segreti militari americani credono che la Russia abbia, ad ora, schierato almeno sei carri armati T 90 di 3a generazione (vedi qui) .
Questo è il carro armato standard dell'esercito russo.
Ha una truppa di 35 corazzati da trasporto e 15 pezzi di artiglieria.

Coinvolgimento della 810a brigata di fanteria navale

Le unità schierate attualmente appartengono alla marina russa, comunemente chiamata "la morte nera". I Marines russi sono truppe d'assalto che possono essere implementate rapidamente al fine di cogliere i punti strategici, prima di essere supportate da rinforzi convenzionali.

L'attuale sforzo russo a Jableh, vicino Latakia, mira a consentire la ricezione di almeno 1500 uomini di personale (fonte). Il dispiegamento dei marines pone necessariamente la questione dell'arrivo di altre unità dell'esercito russo incaricato di sostenere lo sforzo nel campo operativo.

Per il momento sono stati identificati la 810.ma Brigata di Fanteria di Marina integrata nella Flotta del Mar Nero, di stanza in Crimea (leggi qui).
Questa brigata conta circa 2.000 uomini ed è composta da due battaglioni di marines (il 880 e il 382, battaglioni), uno di paracadutisti il Battaglione di Marina (881 Battaglione), un battaglione di ricognizione (Battaglione 888), e una batteria di artiglieria (batteria 1613.ma), una batteria antiaerea (batteria 1619).

Il quotidiano britannico "The Guardian" ha riportato che un primo convoglio russo era in viaggio per Hama, nei pressi di Tartous (fonte).

Ecco una rapida panoramica dei tipi di missioni che assicurano i "berretti neri" russo:




note di sa defenza:
Sulla parte posteriore del veicolo, la vernice oliva scuro è stata usata per nascondere il numero tattico del R-166-0,5
Non è un segreto che la Russia ha inviato nell’aeroporto internazionale Basil al-Assad di Lataqia (Siria), un distaccamento avanzato composto da 1-2 compagnie della 810.ma Brigata di Fanteria di Marina, supportata da 7 carri armati T-90MS e 3 obici semoventi 2S23 Nona-SVK. da sadefenza 
dal sito di  bellingcat 
Secondo un ufficiale di brigata dell'esercito russo TOE (Tabella di Organizzazione e attrezzature), per un totale di otto R-166-0.5 MHz (HF / VHF) veicoli in dotazione al battaglione di comunicazione di brigata. L'avvistamento di R-166-0,5 significa dunque che è presente una vigilanza di HQ  o, almeno, un battaglione rinforzato (cosiddetto Battalion Tactical Team) di truppe da combattimento russe sono arrivate recentemente in Siria. 
Alcune delle specifiche del R-166-0,5 (un esempio dell'operatatività dell'esercito russo può essere vista sotto) come tradotto da questa  scheda informativa dell'esercito russo:
Portata Max:
HF, stazionario (antenna con schierato) - fino a 1000 km
HF, in movimento - fino a 250 km
UHF, stazionario - fino a 70 km
UHF, in movimento - fino a 25 km
Intervallo di frequenze:
HF - 1,5-29,99999 MHz
UHF - 30-107,975 MHz "

Reazioni:

0 commenti:

Subscribe to RSS Feed Follow me on Twitter!