lunedì 12 ottobre 2015

Obama manda armi ai curdi, per poi dirigere tre F16 turchi  a bombardarli

Sorcha Faal 





















Al Ministero della Difesa (MoD) si afferma che da un comunicato ricevuto dal quartier generale dell'intelligence congiunto di Russia, Iran, Iraq e Siria a Baghdad, riportano dai loro assests tecnico / intelligence di aver rintracciato un C-17 Globemaster III appartenente al 728 Air Mobility Squadron of the US Air Forces 39th Air Base wing discostarsi dalla base aerea di Incirlik in Turchia per atterrare nell'aeroporto internazionale di Erbil nel Kurdistan iracheno.

Su questo aereomobile cargo della US Air Force  atterrato a Erbil, dice il rapporto, è stato scaricato un grosso carico di armi e materiale bellico trasferito  alle forze  militari peshmerga curde , poi dopo aver formato tre convogli per il trasporto di queste forniture ai loro combattenti in prima linea nella lotta contro lo spietato e barbaro Stato islamico (ISIS / ISIL) terroristi che il regime di Obama ha dichiarato questa settimana passata si sarebbero,dati, da fare.

Ma poi con  "grande stupore" delle forze di intelligence che monitoravano l'aereo cargo della US Air Force, continua il rapporto, una volta tornato nello spazio aereo turco, 3 TF-16 della Air Force turca, aerei  da guerra, sono decollati dalla stessa Base aerea di Adana del cargo dell'US Air Force che aveva appena usato e avvicinatisi al confine tra Siria e Turchia, i sistemi da combattimento e difesa aerea siriana hanno li hanno decisamente respinti.

Dopo la fuga da questo scontro iniziale, le note della relazione, dicono che questi 3 F-16 turchi sono stati diretti dai loro controllori di volo US / NATO alla base aerea di Incirlik per sorvolare il Kurdistan iracheno dove hanno attaccato e bombardato i due dei convogli di peshmerga che avevano appena ricevuto le armi promesse dal regime di Obama oltre ad altre forniture necessarie di guerra, rientrati nello spazio aereo turco hanno continuato il loro attacco contro il popolo curdo nel proprio paese.
Per quanto riguarda la logica folle del regime di Obama di ordinare un attacco contro le armi e materiale bellico che aveva appena dato ai curdo Peshmerga va oltre la comprensione, afferma la relazione, ma non dovrebbe essere una sorpresa in quanto il cosiddetto capo americano il mese scorso ha dovuto sedare una rivolta nelle proprie fila delle forze militari a motivo della sua decisione di allineare questi combattenti con al Qaeda.

Ancora peggio, è il fatto che gli obiettivi del regime Obama di guerra e tattica come questa mostrano che le loro vere motivazioni sono quasi indecifrabili e inspiegabili.



L'opposizione del regime di Obama, tuttavia, spiega la relazione , per il Presidente Putin è indecifrabile o inspiegabile in quanto  gli obiettivi Russi, di distruggere completamente questi terroristi islamici, aiutano i governi legittimi in questa regione.

Cosa fatta con grande efficacia, afferma la relazione, come evidenziato da questo fine settimana degli attacchi contro questi terroristi che ha ucciso almeno, 300 di loro e forse, oggi, hanno ucciso anche il loro capo Abu Bakr al-Baghdadi con l'attacco aereo sul suo convoglio.

Mentre il presidente Obama imprime velocità alla continua l'islamizzazione dell'America con la sua ultima direttiva l'ordinanza di non servire più carne di maiale ai prigionieri nella sua nazione, al fine di conformarsi alla legge islamica della Sharia, mentre continua a poggiare sulle spalle del Presidente Putin condurre la  Guerra Santa contro la Jihad di Obama a nome di tutta la cristianità, per timore che il tutto il mondo cada sotto il controllo di questi barbari, e che il leader della Russia sembra perfettamente in grado di fare.


Reazioni:

0 commenti:

Subscribe to RSS Feed Follow me on Twitter!