venerdì 2 ottobre 2015

PARTE TERZA: ATTACCO ALLO STATO SOCIALE UN ATTO "DOVUTO" PER LA CLASSE AL POTERE . PER LE EX SINISTRE UNA MISURA ACCETTATA PER "SENSO DI RESPONSABILITA'"




Il debito pubblico sale in Europa tra l'estate del 2007 e la primavera del 2010 di circa venti punti (Gallino 2013) corrispondente all'incirca ai 4 trilioni di euro elargiti alle banche ...eppure i governi hanno attribuito tale incremento alle spese per lo stato sociale . 

Un inganno che oltre a nascondere le enormi responsabilità della classe politica europea di governo nel salvataggio di un sistema bancario fraudolento reso tale dagli interventi legislativi e dalla assenza di controlli , offre il destro per accusare i cittadini di aver vissuto al di sopra dei propri mezzi ... e per "alleggerire" la spesa sociale . Un atto "dovuto" per risanare le casse pubbliche . Un inganno che riuscirà nel suo intento . 

Convincere i cittadini che è giusto "fare sacrifici" per far fronte alla "crisi"(una sorta di catastrofe naturale di origine ignota) . Il successo di tale operazione ideologica non sarebbe stato possibile se non ci fosse stato il fattivo concorso della allora già ex sinistra e dei sindacati confederali . Come dimenticare la necessità di "fare sacrifici" propinata da Luciano Lama ? . 

E come dimenticare di fronte alla resistenza soprattutto operaia il richiamo al "senso di responsabilità" evocato dai dirigenti più in vista della allora già ex sinistra ? Del resto in molti documenti degli alfieri del neoliberismo si rimarcava la necessità di cooptare a livello ideologico , particolarmente in Italia , i dirigenti dell'opposizione politica e dei sindacati più "rappresentativi" perchè la strategia di attacco contro lo stato sociale potesse risultare credibile .

Una volta incorporato il verbo neoliberista non solo a livello di alti dirigenti ma anche a livello di massa (si può essere egemonizzati dal neoliberismo senza averne consapevolezza sia tra gli"incolti" che tra i "colti") , l'oligarchia UE (creata con il patto tra grande finanza e classe politica) può sferrare delle bordate antipopolari micidiali in forma soft di suggerimenti (in verità ordini) .
Sono tante . Ricordiamone alcune .

PATTO EURO PLUS . In sintesi : a) eliminazione dei contratti nazionali di lavoro b) riduzione della spesa pubblica per la sanità e per le pensioni c) revisione legislativa di un mercato del lavoro (sfavorevole all'impresa) d) eliminazione delle forme di sostegno precedente ed introduzione della "flessicurezza"

LETTERA OLLI REHN ,commissario europeo a Giulio Tremonti ,allora ministro dell'economia e delle finanze . In sintesi : a) aumento dell'età pensionabile b) eliminazione delle pensioni di anzianità c) privilegiamento della fiscalità in aumento sull'Iva più che sull'Irpef d) tassazione sulla abitazione di proprietà
SIX PACK . 

In sintesi : a) deficit di bilancio non superiore al 3% del Pil b) riduzione del debito fino ad arrivare entro 20 anni al 60% del Pil c) controllo accurato e severo dell'andamento del deficit e del debito sovrano e forte penalizzazione per gli Stati che non rispettano i limiti fissati

PATTO DI STABILITA' 2012

In sintesi a) il bilancio pubblico indirizzato verso il pareggio annuo e preferibilmente fissato a livello costituzionale b) riproposizione di forti penalità in caso di verifiche negative

Tali accordi ,accompagnati da altre numerose direttive e regole prescrittive costituiscono la messa in stato di mora dello stato italiano ,lo svuotamento dei poteri democratici dello Stato e l'annullamento dei principi fondamentali della fu Costituzione italiana miranti al perseguimento della dignità del lavoro e della giustizia sociale .

E dunque quali gli obiettivi perseguiti nello smantellamento dello stato sociale ? Non certo quelli venduti alle masse popolari : recupero dell'efficienza ,abbattimento della corruzione e del parassitismo bensì annichilimento dei diritti naturali (e acquisiti in seguito a lotte estenuanti) ad una istruzione di ogni ordine e grado , alle cure mediche, alla salute ,a un lavoro dignitoso e adeguatamente remunerato ,alla casa , all'assistenza sociale , alla partecipazione democratica . 

I tagli alla scuola ,alla sanità , all'assistenza ... sono attuati scientemente perché vi siano carenze e malfunzionamento nelle istituzioni pubbliche in modo che si aprano degli spazi per l'iniziativa privata che possa mercificare tutte le aree della vita sociale .

E assieme a tale obiettivo "economico" ,un altro più subdolo e ancora più terrificante che ovviamente poteva essere pienamente raggiunto solo con l'arretramento (per non dire sconfitta) sindacale e politico della classe operaia e di tutti i lavoratori dipendenti : formare una popolazione delusa ,apatica che non abbia più l'energia per combattere perché costretta in primo luogo ad impegnarsi per la mera sopravvivenza , a vivere precariamente in solitudine e a cercare nella merce ,qualsiasi tipo di merce ,un qualche riconoscimento della propria identità .


Reazioni:

0 commenti:

Subscribe to RSS Feed Follow me on Twitter!