sabato 5 dicembre 2015

SARDINYA: A FORAS ARMAS ET ARMADOS DE SA SARDINYA.
Contro l'uso della Sardegna come risorsa di guerra e come produttrice di armi da guerra 19 DICEMBRE 2015 CAROVANA PER LA PACE. 




CAROVANA PER LA PACE

Partenza IN AUTO -, ore 10 dal parcheggio del Campo Baseball di Domusnovas, via Amsterdam. Percorso - Via Amsterdam, Via Berna, Via Oristano, Via E. Lussu, Via G. Di Vittorio, Via Silvio Pellico, Via F. Bandiera, Via Cagliari, Via Musei, Rotonda, piazzale RWM, Assemblea. 

LA MANIFESTAZIONE E' INDETTA DALL'ASSEMBLEA GENERALE DI SANTA GIUSTA CHE IL 29-11-2015, contro l'uso della Sardegna come risorsa di guerra e come produttrice di armi da guerra ha deliberato: 

  • Noi,donne e uomini aderenti ad associazioni,partiti politici,sindacati,religioni diverse o appartenenti a nessuna religione,a nessun partito e sindacato.
  • Noi rivendichiamo e sentiamo come nostri i morti delle vostre guerre; sono nostre tutte le vittime che voi, con i vostri saccheggi, avete prodotto.
  • Sentiamo come nostre le 130 vittime di Parigi così come sentiamo nostre le centinaia di migliaia vittime siriane, libanesi, palestinesi, kurde, irakene, yemenite, keniote, nigeriane… che voi con le guerre avete causato.
  • Sono nostri i 23 mila morti che le vostre ottuse politiche di “difesa“ della fortezza Europa hanno affogato nel Mediterraneo.
  • Vostre sono le guerre e le politiche imperialiste e di saccheggio che state combattendo e che avete in mente di scatenare
  • Noi manifestiamo per dire che ci opporremo ai vostri disegni di guerra e che non ci faremo arruolare nei vostri eserciti.
  • Non permetteremo che quelle poche libertà che ci sono rimaste vengano ulteriormente compresse in nome dell’emergenza che volete usare per difendere i vostri privilegi.
  • Respingiamo la distinzione che fate fra profughi per motivi economici e profughi per motivi di guerra.Voi volete dividere i poveri della Terra per sfruttarli meglio.
  • Non saremo complici della vostra ipocrisia.
  • Vogliamo che la Sardegna sia terra di pace e ponte fra le culture del Mediterraneo.

Decidiamo di dare continuità alle manifestazioni ed azioni contro le guerre, le basi militari e come prima urgenza contro la fabbrica di bombe di Domusnovas , che con il beneplacito del Governo Italiano ed il colpevole silenzio della Giunta Regionale Sarda, vende le bombe all’Arabia Saudita che le sgancia sulla popolazione dello Yemen, colpendo migliaia di civili tra cui moltissime vittime sono bambini.


Reazioni:

0 commenti:

Subscribe to RSS Feed Follow me on Twitter!