domenica 3 gennaio 2016

Obama osserva in silenzio, mentre i turchi iniziano, il nuovo genocidio dei curdi 

 Sorcha Faal


Un nuovo report del Ministero della Difesa (MoD) riferisce quanto circola al Cremlino e rende noto che il regime di Obama sostiene la Repubblica di Turchia sul focolaio di guerra civile totale  iniziato dopo quello che può essere descritto solo con il termine appropriato un genocidio di massa della popolazione curda, simile al massacro già perpetrato nel 1937-1938 conosciuto come Massacro di Dersim che ha ucciso  80.000 persone, strage "ammirata" dal leader Nazista tedesco Adolf Hitler, ordinò non solo al suo governo nazista di firmare un patto di non aggressione con la Turchia, ma, ha anche, usato questo massacro come  " modello preferito" per risolvere quello che lui chiamava "la questione ebraica della Germania".

Mentre Hitler nella sua "questione ebraica", spiega la relazione, ha caratterizzato l'effetto sulla presenza ebraica in Germania come "razza infestante dei popoli", il governo turco, allo stesso modo, ha sbeffeggiato le stragi affermando "armeni a pranzo , curdi a cena"- in riferimento non solo del massacro di Dersim, ma anche del genocidio armeno del 1915, che visto l'uccisione di un milione e mezzo di persone inermi , ecco come sono state considerate entrambe queste razze di esseri umani  da parte della Turchia, nella stessa maniera che la Germania nazista ha considerato gli ebrei, dei " parassiti ".

In Turchia la popolazione curda è la più grande minoranza etnica, di quel paese si contano tra i 14 e 22.500.000 persone, la popolazione [Nota: i turchi vietano il censimento esatto di queste persone.], la relazione continua dicendo,  che la Turchia li considera una minaccia, anche il presidente turco Recep Tayyip Erdogan  recentemente ha giurato che non permetterà alla "minaccia" curda  di esistere ne all'interno ne all'esterno del suo paese ed ha affermato: "Saranno annientati in quelle case, quei palazzi, quei fossati che si sono scavati "(o costruiti)."




Con il sostegno del voto, rivela la relazione, Erdogan non solo ha iniziato una campagna di bombardamenti contro le popolazioni curde, appoggiati dagli USA in Siria e in Iraq che eroicamente combattono e muoiono, contro lo Stato Islamico (ISIS / ISIL / Daesh) dei barbari terroristi, ma, ha iniziato a sterminare spietatamente il popolo curdo nella propria nazione.

Due delle peggiori città curde in Turchia sotto sequestro genocida dalle forze di Erdogan,afferma la relazione, sono Cizre e Silopi cui quasi 200.000 abitanti sono in pericolo di morte a causa della lunga interruzione della elettricità,  il servizio telefonico, cibo e acqua, e da 3 mesi sono sotto costanti bombardamenti, una grave situazione che ha spinto Cemil Bayik, Co-presidente dell'Unione delle Comunità del Kurdistan (KCK) e del  Consiglio Esecutivo, a dichiarare : "Stiamo costituendo un fronte di resistenza rivoluzionario con il partecipazione di organizzazioni che provengono da dentro e fuori laTurchia. "




Con il KCK e di altri gruppi curdi, tra cui il tanto temuto Partito dei lavoratori del Kurdistan (Pkk) all'interno della Turchia che ha concluso il cessate il fuoco con le forze di Erdogan una volta che è iniziata questa azione genocida contro di loro, rileva la relazione, molti esperti si aspettano che la Turchia sia completamente inghiottita dalla guerra civile, che il noto giornalista turco ed ex ufficiale Metin Gurcan ha compreso ed ha messo in guardia:
"Il PKK (e i suoi alleati) hanno un solo asso da giocare per rompere l'assedio: devono trasferire gli scontri nella Turchia occidentale per alleggerire la pressione nel sud-est ".

Non solo dal giornalista Gurcan sono arrivati gli avvertimenti, continua la relazione, ma anche da parte del governo turco stesso, allo stesso modo, ha affermato che "erano ad un passo dalla guerra civile".



La Turchia ha bloccato alla frontiera con l'Iraq in modo permanente almeno 10.000 persone del popolo curdo impedendogli di tornare alle loro case e famiglie sotto assedio militare [Nota: migliaia di turchi curdi lavorano nei campi petroliferi del Kurdistan iracheno], gli esperti MoD mettono in guardia, il nuovo Iraq sulla minaccia di guerra con la Turchia, a meno che non rimuova le truppe che illegalmente hanno invaso il suo territorio a nord, che sta portando questa situazione già drammatica e grave al punto di ebollizione, soprattutto con il prossimo, dopo le rivelazioni della notizia esplosiva di Seymour Hersh a InfoWars dell'ultima news sul regime di Obama che sostiene lo Stato Islamico, e due dei suoi generali partiti dalla Turchia  con una spedizione di armi per i terroristi della CIA dello Stato Islamico sono stati fermati ed arrestati mentre attraversavano la Siria.

Nell'affrontare il genocidio dei popoli curdi, il governo turco che presto farà inghiottire tutta la NATO nella sua guerra civile, conclude la relazione , lo Stato Islamico sostenuto dal regime di Obama insiste ancora che la Turchia è il loro "forte alleato», ma di cui il Presidente Putin, ha da tempo condannato, stanco delle bugie sia di Obama che di Erdogan, non si fa illusioni circa la loro genuinità, per questo motivo ha messo un peso considerevole della potenza della Russia dalla parte di questi popoli che muoiono sotto l'oppressione e di fame - Obama dopo aver interrotto la sua promessa dopo 7 anni consecutivi di riconoscere ufficialmente il genocidio armeno commesso dalla Turchia, oggi, ci si chiede quanto si impegnerà nella difesa dei popoli oppressi dall'arroganza della sua alleata Turchia da non permetterle di far accadere la stessa cosa di ieri, oggi come allora, ai curdi?



1 gennaio 2016 © dell'UE e degli USA Tutti i diritti riservati. Il permesso di utilizzare questo rapporto nella sua interezza è concessa a condizione che sia citata la fonte originale  di WhatDoesItMean.Com.Contenuto freebase sotto licenza CC-BY e GFDL.


Reazioni:

0 commenti:

Subscribe to RSS Feed Follow me on Twitter!