sabato 20 febbraio 2016

Massima autorità religiosa russa esegue "antico rituale" per il trasferimento della misteriosa "Arca di Gabriel" dall'Arabia Saudita all'Antartide. 

Sorcha Faal
 Il Patriarca della chiesa ortodossa russa Kirill arriva in Antartide 18 Febbraio 2016


In quello che possiamo concludere come uno dei rapporti più strani mai circolati al Cremlino, il Ministero della Difesa (MoD) riporta che il leader globale della Chiesa ortodossa russa, il patriarca Kirill di Mosca, è andato in Antartide e si è unito alla grande armata navale della Federazione per trasportare dal Arabia Saudita una misteriosa "Arca di Gabriel", affidata alle cure della Russia da parte del Custode delle due Sacre Moschee , ed eseguire un "antico rituale" su di esso letto da un "testo segreto" datogli da Papa Francesco pochi giorni prima a Cuba, quando i leader dei cristianesimi delle due grandi sette  si sono incontrati per la prima volta in quasi 1000 anni .

Secondo questo rapporto del MoD, che avevamo precedentemente riportato in un precedente articolo il 6 Dicembre 2015, il rapporto afferma che la Russia trasporta la misteriosa "Arca di Gabriel" dall'Arabia Saudita in Antartide , la misteriosa "Arca di Gabriel" è stata scoperta alla Mecca il 12 settembre 2015 in un tunnel sotto la Moschea di  al-Haram Masjid (Grande Moschea), e , quando si è cercato di portarla alla luce fuori dal tunnel, sono stati tutti uccisi da una massiccia "emissione di plasma" 107 persone.

Ancora peggio, continua il rapporto, il 24 settembre 2015, nel corso di un secondo tentativo per portare alla luce la misteriosa "Arca di Gabriel", un'altra massiccia "emissione di plasma" ha ucciso più di 4.000 persone di cui sono stati accusati i funzionari sauditi in fuga precipitosa.



Citando il rapporto originale del MoD , quello che i funzionari Sauditi che hanno fatto successivamente, possiamo leggere:
"Dopo il catastrofico numero di morti coinvolti con il secondo tentativo saudita nel rimuovere questo misterioso " dispositivo / arma ", Sua Santità il Patriarca Kirill è stato contattato dagli emissari della Grande Moschea per quanto riguarda uno dei più antichi manoscritti islamici posseduti dalla Chiesa ortodossa russa che è stato salvato dai crociati cattolici nel 1204, quando saccheggiarono la chiesa della Santa Sapienza (ora conosciuta come Santa Sofia) a Costantinopoli (oggi Istanbul, Turchia) dal titolo "Istruzioni di Gabriele a Maometto".
Importante notare, cosa praticamente sconosciuta in Occidente,  che le Crociate cattoliche (e come se rispecchiassero l'oggi) non erano solo contro i popoli di fede islamica, ma anche contro i cristiani di fede ortodossa, nel corso di questi crociate , la Chiesa ortodossa russa non solo ha protetto le proprie librerie religiose dalla distruzione, ma anche quelle appartenenti ai musulmani.

Per quanto riguarda il contenuto di questo antico manoscritto islamico, "Istruzioni di Gabriele a Maometto", che ruota attorno un gruppo di istruzioni impartite a Maometto da Gabriele in una grotta chiamata Hira, situato sulla montagna chiamata Jabal an-Nour, vicino alla Mecca, in cui questo celestiale viene affidato alle cure di Maometto una "scatola / arca" di "immenso potere" è stato vietato l'uso in quanto apparteneva ed era, solo di Dio, invece, viene sepolta sotto un santuario presso il "luogo di culto degli Angeli , utilizzata prima della creazione dell'uomo" fino a quando nel  futuro si scopre nei giorni di al-Yawm Qiyamah , o Qiyamah, che letteralmente significa " giorno della risurrezione ".

Il 6 dicembre 2015, questa relazione rileva, che una  nave di ricerca navale della Federazione al comando dell'Ammiraglio Vladimisky è partita per l'Arabia Saudita e dal porto di Jeddah con la "Arca di Gabriel" si è diretta in Antartide accompagnata da una vasta flotta navale, ordine arrivato per la sua protezione dal Presidente Putin, e in cui vengono (stranamente) inclusi anche contenitori con della terra russa per essere collocati nelle aree militari in luoghi di gloria sepoltura di marinai russi nei porti selezionati di scalo lungo il lungo il viaggio verso l' Oceano del Sud .



Apprendendo delle sue implicazioni "gravi e globali" associati a questa misteriosa "Arca di Gabriel", continua il rapporto, Papa Francesco contattato il Patriarca Kirill con una richiesta di un "urgente ed immediato incontro", mentre avverte che "la fine è vicina" -dopo che il Patriarca Kirill ha accettato di incontrare la guida della Chiesa Cattolica a Cuba il 12 febbraio, un incontro storico tra questi due leader che non aveva luogo tra queste due chiese da quasi 1000 anni .

Papa Francesco (a sinistra) e il Patriarca Kirill (a destra) si incontrano in Cuba 12 Febbraio 2016
Nonostante l'esatta natura dei colloqui tra il Patriarca Kirill e  Papa Francesco resti classificata al massimo livello di segretezza, è stato concesso l'accesso, agli analisti del MoD in questa relazione, di farlo su un "manoscritto antico segreto " è stato dato al Patriarca Kirill da Papa Francesco in riferimento alla "Arca di Gabriel" la cui leggenda dietro di esso afferma che è stato scritto direttamente dai "osservatori" (angeli?) descritti nel libro di Enoch .



E poche ore fa, il rapporto conclude, il Patriarca Kirill, durante l'utilizzo di questo " testo segreto " datogli da Papa Francesco,  con un "antico rituale" predefinito sopra la "Arca di Gabriel" nella chiesa ortodossa russa Sacra Trinità (unica chiesa in Antartide) e dove, subito dopo,  questo misterioso artefatto è stato trasportato nel vasto territorio di questo continente freddo e minaccioso, da un Spetsnaz (forze speciali) unità altamente specializzata verso una destinazione ignota, e con scopo, non meglio definito dal Ministero della Difesa.

 la Chiesa Ortodossa russa Santa Trinità in Antartide
Febbraio 18, 2016 © UE e USA Tutti i diritti riservati. Il permesso di utilizzare questo rapporto nella sua interezza è concesso a condizionesia citata la fonte originale di WhatDoesItMean.Com. Contenuti freebase sotto licenza CC-BY e GFDL .
Reazioni:

0 commenti:

Subscribe to RSS Feed Follow me on Twitter!